LE MOSCHE BIANCHE

di Ettore Bellin

gente-al-barVenerdì sera a Cittadella si è tenuta una conferenza organizzata da Raixe Venete che serve a unire i Veneti per  spingere i nostri rappresentanti in Regione a indire il REFERENDUM per L’autodeterminazione.

C’erano rappresentanti di vari movimenti politici indipendentisti, c’erano giuristi e giornalisti indipendentisti, c’era un pubblico che giunto da diverse parti del veneto ascoltava il sogno che noi veneti consapevoli vorremmo realizzato al più presto. Il pubblico che ascoltava era numeroso anche se ancora poco per arrivare all’obiettivo, ma ciò che secondo me mancava di più erano i GIOVANI.

I giovani fino ai trenta anni erano rare come le mosche bianche, mentre erano a centinaia in un bar all’aperto li vicino.

Con i miei amici Veneti abbiamo analizzato questa anomalia ed è emerso che la politica interessa solamente le persone che sono entrate nel mondo del lavoro ed anno iniziato a doversi assumere le responsabilità delle proprie famiglie.

Probabilmente  la colpa è della generazione dei genitori di oggi che non hanno insegnato ai propri figli il valore della partecipazione sociale della politica per un buon funzionamento delle istituzioni, oppure semplicemente perché la maggiore età mentale non va a pari passo con quella politica.

Sono convinto comunque che i giovani saranno determinanti per far si che il nostro torni ad essere un popolo, molte volte le rivoluzioni culturali sono state fatte dai giovani, questi ragazzi, spero presto, prenderanno coscienza che il popolo veneto comprende anche loro e che senza di loro non può esistere perché il futuro sono loro.

Forza GIOVANI VENETI diamoci una mossa torniamo a essere un POPOLO INDIPENDENTE per tornare a vivere in maniera dignitosa e costruire il NOSTRO FUTURO.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

Una risposta a LE MOSCHE BIANCHE

  1. Sono d’accordo con te, Ettore, comunque I giovani c’erano anche tra noi anche se meno dell’anno scorso. C’erano comunque I giovani di V generazione e di Xoventu’ Veneta pero’ hai ragione, sarebbe stato bello vederne di piu’. Credo i giovani indipendentisti siano in realta’ piu’ di quello che pensiamo. I ragazzi che sono venuti a Edimburgo l’anno scorso erano piu’ della meta’ della delegazione e io stesso vi ho
    dedicato molte foto. Ci sono stati mesi di turbolenze e veleni non necessari nei movimenti indipendentisti che forse li hanno spaventati un po’. I giovani hanno piu’ forza di noi ma sono anche piu’ sensibili, non dimentichiamolo. Credo occorra semplicemente saper parlar loro con il loro linguaggio, capire che il modo in cui vivono i problemi di questo cupo mondo e’ diverso dal nostro. Noi siamo piu’ vaccinati e abbiamo meno paura, spesso ci salva un certo cinismo da vecchi, se preferite, ma chiamamola solo esperienza, per non esagerare. Certo se i giovani ci ignorano, io credo la prima colpa sia nostra. Perche’ e’ del giovane cambiare idea e affetto repentinamente se trova una sponda sicura a cui attaccarsi. E’ nostro compito ora mostrare loro che quella sponda sicura esiste e siamo noi piu’ “vecchi”. Forse dobbiamo semplicemente mostrarci a loro piu’ aperti e sereni. Se capiscono che noi sappiamo benissimo dove stiamo andando e dove li vogliamo portare, ecco che altrettanto improvvisamente ci ridaranno fiducia e ci seguiranno. In realta’ io credo che ci vogliano molto piu’ bene di quello che crediamo. E’ solo che dobbiamo far capire loro che lo sappiamo e che non abbiamo nessuna intenzione, dico proprio nessuna, di abbandonarli per un istante. Cosi’ io credo. Forse perche’ sono sempre maledettamente giovane nel mio cuore e mai mi rassegno a morire. Esattamente come loro. I giovani stanno la’ per essere amati da noi padri e madri. Amiamoli e torneranno a sorriderci e riaprire i loro cuori. WSM

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...