IL SOTTOSCRITTO … NATO A … IL …

di Giorgio Burin

Paper2Siamo talmente assuefatti alla burocrazia che non ci rendiamo più nemmeno conto del ridicolo. Il mondo è evoluto, l’informatica è in ogni dove, ma si ferma all’ingresso degli uffici della Pubblica Amministrazione italica. Per ogni atto pubblico, sono richieste pile di documenti, spesso rilasciati dalla stessa amministrazione che li richiede, tre sportelli più in la !!! Per ogni richiesta dovete compilare un modulo in cui vi richiedono alla nausea dove siete nato, quando, dove abitate e altro. Ma lo sanno già !!!!!! E’ scritto in un altro documento che sono pronti a fornirvi … basta fare la coda ed eventualmente pagare il bollo !!

Una burocrazia complicata e poco efficiente, mantenuta in vita per giustificare una apparato pubblico abnorme, che a sua volta serve più a portare voti che a occuparsi della gente. Diverse Amministrazioni, con diversi Database di Cittadini, poco o niente collegati tra loro, si ostinano a richiedersi l’un l’altra certificazioni assurde di stampo ottocentesco.

In uno stato moderno esistono archivi condivisi, documenti di identità elettronici, procedure automatiche per fare pressoché ogni cosa connessa al rapporto tra pubblico e privato, dalla iscrizione a una scuola, alla prenotazione di una visita medica, all’inoltro di una richiesta, al monitoraggio dell’avanzamento della richiesta stessa. Con un minimo utilizzo di Personale.

Documenti_Identit_RomaGuardate ora nelle vostre tasche. troverete vari documenti :

  • Carta Identità, rilasciata dal Comune per dire chi siete
  • Patente di guida, rilasciata dal Ministero dei Trasporti per dire che siete voi e che potete guidare
  • Tessera Sanitaria, rilasciata dal Ministero della Salute per dire che siete voi e che avete diritto all’assistenza sanitaria
  • Passaporto, rilasciato dal Ministero dell’Interno per dire che siete voi e potete andare all’estero

Pensate a quante code e certificati avete dovuto fare per avere questi documenti. Questo modo di procedere è estraneo alla mentalità pratica delle nostre genti. Per noi sarebbe meglio un unico documento intelligente che dice chi siete e a cosa avete diritto. Anche questo è il Veneto che faremo ! Una nazione efficiente in cui le risorse sono impegnate per il benessere dei cittadini e non per creare procedure e complicazioni o alimentare interessi diversi dal benessere degli abitanti.

Cosa ne pensate ? Aspettiamo proposte pratiche e sintetiche che possano essere discusse da tutti semplicemente….

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

4 risposte a IL SOTTOSCRITTO … NATO A … IL …

  1. Luigi ha detto:

    Tra 16 (sedici giorni) esordirà l’Anagrafe Veneta Generale ed Originale [V.A.G.O.] con la somma dei tre documenti in una unica Tessera Plastificata con banda Magnetica e QRCode (comprensiva anche della Tessera Sanitaria).
    Sottoscritto il Documento di Autodeterminazione, in pochi minuti avrete in mano tale Documento registrato (con numero progressivo) e regolare nel Territorio Veneto Libero e Sovrano.
    Almeno finchè L’ONU non dichiarerà al mondo intero che “è ritornata attiva la NASION VENETA con tutta la sua SOVRANITA'”.

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      Grazie Giacon , quando provvederai con lo spiegare ai nostri avventori del sito con parole semplici il progetto intero ? …sempre che tu/voi vogliate farlo ovviamente .

      Mi piace

  2. Ettore Bellin ha detto:

    E si Giorgio, ma il sistema italico mantiene questo sistema macchinoso e obsoleto solamente per mantenere posti pubblici inutili per recuperare voti alle elezioni a spese di chi lavora .

    Mi piace

  3. Luigi ha detto:

    Volentieri, ma il tempo stringe e ne ho poco a disposizione. L’ho chiamato Wayforfreedom il Progetto che STIAMO realizzando.
    Siamo in molti, dispersi nel territorio attualmente chiamato Veneto (Regione amministrativa distaccata dello stato occupante chiamato italia) in tanti dicevo/scrivevo dispersi anche nel tempo. Sì, perchè molti fradei Veneti c’erano 35 anni fa, sono andati via o si sono fermati a causa dei problemi, impegni o difficoltà di varia natura e tipologia che momentaneamente li affliggeva; ma il percorso (ecco perchè WAY) è continuato. Ora mancano 3 (tre) tappe da fare: le più difficili. Le spiegherò appena crollerà l’illusione (indotta) dell’efficacia del Referendum proposto da persone, magari in buona fede, che si propone con l’approvazione della Legge Regionale N° 342 proposta al voto del Consiglio Regionale del 17 settembre c.a.l’illusione di raggiungere così la LIBERTA’.
    Non assisterò, come ho assistito a quello del 30 luglio c.a. per evitare la delusione dell’esito. E’ appunto quel malstare che mi preoccupava, e che mi preoccupa anche oggi, che allora, appunto anni fa, che abbiamo elaborato delle soluzioni alternative quali appunto WAYforfreedom.
    A domani a San Marco piacendo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...