Piegore sarì voialtri …..

di Giorgio Burin

????????????????????In un momento in cui la politica è impegnata a decidere le sorti dello storico referendum e i Veneti sono in trepida attesa  della seduta del Consiglio Regionale, è utile analizzare un argomento apparentemente insignificante.

Questo esempio illustra chiaramente la natura del rapporto tra cittadini e istituzioni,  indicativo di quale progetto di nazione stia dietro alle grandi scelte della politica.

Entrambi i cartelli sono posti in prossimità di un fiume dove è pericoloso fare il bagno.

Il cartello tedesco scarno ed essenziale, dice che chi fa il bagno lo fa a proprio rischio:  Attento cittadino, qui se fai il bagno c’è un pericolo!  In caso ti succeda qualcosa non lamentarti, sarai responsabile di te stesso, mi fido di te  e del tuo buon senso, fai come credi.

La soluzione italiana, pur nella raffinatezza dell’immagine e dei colori, dice nella sostanza : Io autorità Pubblica so che qui c’è pericolo, so che puoi farti male, non voglio problemi, di te non mi fido quindi ti impedisco di fare il bagno.

Citando il decreto che autorizza il divieto, confida sul fatto che il passante giri con il Codice Civile sempre a portata di mano.

imagesCAGC5US6Questo è lo stato in cui viviamo, tratta i cittadini come dei bambini o peggio delle pecore. L’approccio tedesco considera i cittadini uomini ed è più simile allo stato in cui ci piacerebbe vivere.

Nel futuro Stato Veneto Il potere pubblico e i cittadini ipotizziamo possano vivere  in un rapporto di reciproca fiducia, pensi sia possibile ?

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Piegore sarì voialtri …..

  1. giovanni dalla-valle ha detto:

    E’ la tragedia della societa’ balia, Giorgio. Purtroppo c’e’ gente che fa il bagno, si fa male perche’ magari si tuffa e sbatte la testa oppure un bimbo si nega e poi denuncia il comune per non aver avvisato.E’ vero che lo Stato Italiano tratta I suoi cittadini come cretini ma ti assicuro che un enorme numero di cittadini lo sono a tutti gli effetti.

    Mi piace

  2. Carlo M. Peruzzini ha detto:

    Infatti si tratta di avvisare, non di proibire. E la società cresce se può effettuare delle scelte. Se partiamo dall’idea che gli uomini sono stupidi, allora abbiamo già scelto il Leviatano, come Hobbes.

    Mi piace

  3. Europa Veneta ha detto:

    Giiorgio Burin ha colto nel segno. Noi viviamo a Venezia, le cui coste sono disseminate di cartelli della Capitaneria di Porto, del medesimo tenore. La psicologia di chi li ha scritti merita uno studio. Si tratta di militari, quasi sempre meridionali, tra l’altro non portatori della mentalità della loro terra, ma di gente gonfiata dall’importanza del suo ruolo. Lo stato insegna loro che sono i dominatori di genti sottomesse, che nulla possono né sulla propria terra, né del proprio destino. Il senso del cartello (che addirittura vieta a Venezia il transito e la sosta sulle dighe) è duplice: da una parte “sappi che sei ti fai male non puoi chiederci il risarcimento danni” (come se fosse questo il recondito proposito in mala fede della gente che abita nelle Venezie); il secondo è appunto ribadire chi comanda: “fuori dai piedi, i padroni siamo noi, che portiamo la divisa militare del grande stato italiano”.

    Mi piace

  4. Luigi ha detto:

    Pienamente d’accordo con Europa Veneta. Bravo Giorgio per l’acuto articolo che tocca veramente l’origine del male che qui in Veneto è da estipare. WSM.

    Mi piace

  5. Alcide ha detto:

    Molto vero, sono d’accordo con l’articolo.

    Mi piace

  6. marco ha detto:

    siamo leoni veneti la storia ce lo ricorda fuori dalle palle lo stato italian dal nostro veneto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...