COMUNE ” ITALIAN FREE “

di  Silvio Fracasso

DenuclearizzatoGià  ben piu’ di 100 sono ora  i comuni Veneti che si son espressi in favore del “DIRITTO DI DECIDERE DEI VENETI ”

maaaaa… quanti son davvero “indipendentisti inside”?

Tutti gli  ex Leghisti dove son finiti?

intendo dire ….  vi ricordate quelli che si facevano fighi,   amavano dire che:

“ce lo avevano duro “ ,

ebbene si, lo dimostrino ora o mai più !  Ultima fermata …..

I Leghisti sono ancora (e mi sa per poco) all’interno delle amministrazioni comunali, ebbene si ….. CI ASPETTIAMO DA VOI UN BEL COLPO DI CODA !

possibile che non ve ne sia 1 … e dico UNO …. che riesca a far uscire l’italia dai nomi delle vie e piazze dei propri paesi ?

Via Cavour diventa Via Sebastiano Venier, Via Roma diventa via Venezia, via Garibaldi diventa via Enrico Dandolo, viale Risorgimento diventa Viale Lepanto …. e ancora Caterina Cornaro invece che l’assassino Nino Bixio, Antonio Vivaldi al posto di Vittorio Emanuele …

CHE SOGNO : sostituire tutti i nomi delle Vie, delle Strade e tutto quello che ricorda l’italia  ai residenti e ai passanti  di un intero paese con nomi di Personaggi e Fatti della nostra Storia Veneta!

Ciliegina poi sulla torta immaginiamo  un bel cartello  :

nome comune  italian free

SAI CHE SCKIOCCO,  CHE COLPO  !

Il primo comune a farlo  andrà su tutti i giornali e l’Indipendentismo Veneto schizzerà agli onori di tutte le cronache !

VEDIAMO  DAI … DAI…… CHI SARA’ IL PRIMO VALOROSO ?

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

2 risposte a COMUNE ” ITALIAN FREE “

  1. GM ha detto:

    Dopo la liberasion da la ocupasion italiota a canbiaremo tuti i nomi de le vie e piase tornando ai nomi de prima sensa far l’erore dei italioti de voler celebrar a tuti i costi i nomi dei so personagi.
    Se na nazion xe potente, no ga bisogno de ricorda i so eroi co statue e nomi de vie, I vegnarà insegnà a scola e ricordà nei film.

    Le strade lasemo che ogni paese se le intitola ai so eroi locali o ai nomi antichi!
    GR

    Mi piace

  2. Franco Rocchetta ha detto:

    Tutto giusto,
    ma eà ivarathión da eà duminathión italgiota a se eà reaìdha dhorno par dhorno, ndriomàn : NCÒ, NO DASPUÒ,
    la si realizza giorno per giorno, un passettino di seguito all’altro, OGGI, NON DOPO, non più avanti; non si può aspettare il momento magico della “Dichiarazione d’Indipendenza” per iniziare “subito dopo” a ripulire strade e piazze, territorio e leggi e coscienze.
    Lo si fa poco a poco, parlando veneto con i nostri figli e con gli immigrati, con le suocere e con le nuore, con generi e suoceri (anche se norvegesi, napoletani o nepalesi), parlando veneto con i medici e gli avvocati, con gli impiegati e le segretarie, parlando veneto con i Carabinieri ed i Vigili Urbani, con le forze di Polizia e con i militari, con i Sindaci, gli insegnanti, i controllori sui treni (co i ghe xe; e se non ci sono si reclama da Chisso e Zaia), etc., etc.
    E la si realizza, la nostra liberazione sacrosanta e pacifica, chiedendo ai Sindaci (iniziando ciascuno di noi con il proprio Sindaco, e poi passando anche agli altri) perché mai indossino una fascia con quei tre colori napoleonici (cioè mussolinian-hitleriani) anziché un qualcosa che non sia cafonesco e brutale, magari un qualcosa con i colori veneti (oro~ambra, rosso veneto ed azzurro veneto) e col £ión.
    Tutti i Sindaci con i quali ho parlato credevano di essere obbligati a portare per legge quei tre colori napoleonici . . .
    Ma non è così.
    Basta guardare alla quasi totalità dei Sindaci della vicina Provincia di Bozen-Bolzano (con l’eccezione di due o tre nostalgici del fascismo), ed anche ai primissimi Sindaci lighisti.
    Egualmente dovremmo/dovremo/dobbiamo chiedere ai nostri fratelli alpini perché in occasione delle loro feste incartino le nostre contrade, strade e borgate, chiese e cimiteri, monumenti, case e palazzi, fabbriche e laboratori ed officine, alberi e parchi e lampioni, cittadine e città intere solo e soltanto con i tricolori b.r.v. (rispettabil ricordo della loro giovanile e romanticamente spensierata vita in caserma) dimenticandosi sistematicamente di essere veneti ed europei : questa loro “dimenticanza” ingrassa a dismisura i nostri parassiti che a i ne ciucia eà sangoe e ci avvelenano l’anima.
    Dovremmo, dobbiamo cogliere tutte le occasioni per ricordare a chiunque, e a noi stessi, che la nostra Patria Veneta è la Patria (la Casa ammirata ed invidiata) dello Stato di Diritto : cioè l’esatto contrario dello “Stato” italiano.
    Egualmente dovremmo chiedere – ora, subito – a tanti nostri fratelli come e dove avessero perduto cao ed anema, testa ed anima, quando, per risparmiare certo non pochi schei, spedivano (mentre ancora spediscono) in Africa od in Albania, nelle Marche od in Campania fiumi di liquami e di scorie cariche di veleni terribili, affinché vi venissero (e tuttora vi vengano) bruxàe o taràe.
    Molti vi rispondono che lo hanno fatto e lo fanno per amore verso le proprie famiglie, per Amor di Patria Veneta, non volendo cioè scaricare i liquami direttamente nel sottosuolo o nei fossi veneti, non volendo riciclare le scorie più tossiche e cancerogene negli asfalti e nei cementi destinati a strade ed autostrade venete, ai ponti veneti, al Mose . . .
    Qui il discorso si complica, e el spathio de sto belcón ceo o mini-bartoèl, di questa finestrella o sportellino non è più sufficiente.
    L’elenco dei passi concreti verso la più piena dignità e l’indipendenza, il benessere diffuso, l’elenco delle piccole/grandi cose che possiamo continuare a realizzare ogni giorno per vivere in un ambiente (materiale e morale) migliore è un elenco lunghissimo.
    Compiliamolo assieme, trasformiamolo assieme in comportamenti realistici e costruttivi, e nessuna forza di occupazione potrà fermare la nostra riconquista civile di libertà e di giustizia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...