ABBIAMO UN LEADER FORTE !!!

di Silvio Fracasso

hitlerSIETE  PRONTI ???

….. LO VOGLIAMO VERAMENTE !!! ???

Quante volte si sente dire che il nostro vero problema è che non abbiamo un leader forte?
Sembra ormai un disco rotto, una frase fatta, una considerazione derivante proprio dall’abitudine ad esser guidati.

Quel male che diciamo di voler combattere è radicato proprio in noi, radici profonde nella nostra coscienza collettiva che non riusciamo più nemmeno a riconoscere . Non avremo speranzase continueremo a cercare un Salvatore, saremo dunque sempre schiavi !
Il problema non è tanto che non lo si trova,  bensì è proprio il contraio :  averlo sarebbe il nostro maggior male,  cercare un Salvatore sarebbe una esplicita ammissione di  incapacita di sentirsi Stato, Collettività, Popolo che immagina un proprio futuro, che lo vuole e lo persegue fortemente con tenacia !

Chi si sente una pecorella smarrita?

… chi sente di non aver le capacita’ per prender in mano il proprio destino ?

Una Nazione è tale solo se sviluppa una propria Coscienza: aspettare/cercare un leader significa appoggiarsi ad altri, significa rimanere schiavi di logiche partitiche.
Chi è  convinto sul serio  che trovare un leader sia la soluzione ai nostri problemi?
Perfetto Veneti, questo è veramente UN’AMMISSIONE DI RESA, è dire a tutti che saremo sempre schiavi e incatenati a questa Itagliucola, è dire che non abbiamo lo Spirito di Popolo, quindi  ci meritiamo di non esser Nazione.

Semplicemente incatenati a logiche partitiche indipendentiste del 3% .

É questo quello che vogliamo ?
Aver un Leader forte significa arrendersi a logiche verticiste: come potremo mai ambire ad esser una Nazione Federalista a Democrazia Diretta quando noi stessi non riusciamo fin da ora ad estirpare la gramigna del Leader forte che tanto male fa a tutte le società, che impedisce a qualunque collettività di innalzarsi !
Vogliamo un Partito forte con un Leader forte che ci salvi ?   Nel caso migliore si possa immaginare, il passo successivo sarà forse aver un Veneto Indipendente ma in mano a pochi, che progressivamente si trasformerà nel peggio del peggio di questa Itagliucola, sviluppando una casta e centri di potere che tutto sono tranne quello che i Veneti dicono di volere e dovrebbero ora e in futuro ambire !

Pensiamoci…. ci sentiamo veramente un gregge di pecorelle in attesa del nostro pastore ?
Suvvia dai tutti assieme, proviamo l’effetto che fa, cominciamo a belare…. beeeee…. beeeeee…. beeeee …..

Sentirsi una nazione vuol dire riuscire a collaborare senza alcun secondo fine se non il bene comune, vuol dire VERAMENTE METTERE L’INTERESSE DEL VENETO PRIMA DI TUTTO (e non solo scriverlo in statuti , poi puntualmente disattesi….)

Se i Veneti hanno veramente tutte le capacita che ritengono, possibile non riescano a mettersi a disposizione della società senza trasformarsi in Primedonne?

Chi è veramente forte lo dimostri con umiltà mettendosi a servizio, senza paura di trovar qualcuno più bravo ….senza perder tempo ad abbattere l’avversario ! Tutte queste energie negative fossero usate e incanalate in progetti positivi potrebbero portare ad un innalzamento pauroso della Società Veneta !
Dunque benvengano le persone Intelligenti e Capaci, in Futuro ci attendono tantissime sfide e cose importanti da fare ! ….attendiamo a braccia aperte….
Possibile che non si riescano a immaginar MOVIMENTI APARTITICI (non solo nel nome ma nella sostanza) dove Apertura, Condivisione e Motivazione di Tutti possano essere le parole d’ordine ?
…….
Abbiamo lanciato il Guanto della Sfida, chi lo  coglierà ?

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a ABBIAMO UN LEADER FORTE !!!

  1. Luigi ha detto:

    Ottimo: complimenti. Una analisi con finale provocatoria che mi trova d’accordo. Siamo tutti simili, uguali ma originali, con sensibilità e talenti di qualità diversa: una massa non uniforme ma con tante personalità complementari. La forza originaria delle società umane è da sempre basata su questa peculiarità e noi VENETI siamo portatori benigni di questo elemento che oramai è insito nel nostro DNA. Lo testimonia la Storia dei Veneti. Non abbiamo bisogno di leaders, ma abbiamo necessità di ritrovare gli elementi che ci caratterizzano (come Veneti ed Uomini) per poi imboccare la via della Libertà e del Progresso (che intendo non solo tecnologico ma anche spirituale, etico, morale cioè una vita migliore in stile ed armonia con tutti e tutto il Creato).

    Mi piace

  2. Credo ci sia molta confusione sul significato di leadership. Qui credo Silvio, con cui sono quasi sempre d’accordo, intenda leaders carismatici che spesso eccitano le folle ma poi lasciano piu’ danni che benefici. Ci sono pero’ anche leaders di caratterere manageriale, cioe’ logistico e organizzativo di cui I Veneti hanno disperatamente bisogno, invece. Occorre separare questi due tipi di leadership. Io non ho nessuna paura delle primedonne, se sono gente in grado di FARE per tutti, cioe’ gente competente ed efficiente che puo’ aiutarci a raggiungere l’obiettivo. Considerato la quasi totale incapacita’ organizzativa e il provincialismo da Bar Sport che affligge gli indipendentisti Veneti da decenni, CHIUNQUE riesce a organizzzare bene anche un solo EVENTO in favore dell’indipendenza e’ visto come PRIMADONNA da accoppare subito prima che vada avanti. Una mentalita’ (molto Veneta) di questo tipo impedisce ovviamente il crescere di qualsiasi buon organizzatore e scoraggia sempre chi ci prova. Alla fine la vincono solo le primedonne “vere”, persone spesso incompetenti e “caregare” che dopo aver assassinato chi aveva visioni piu’ ampie e capacita’ per realizzare I sogni di tutti, rimangono soddisfatte al loro posto…con i loro zero virgola di voti alle elezioni e naturalmente …in Italia. 😦

    Mi piace

  3. Ettore ha detto:

    Pensieri
    Prima c’era la monarchia, poi i popoli si sono evoluti , molte vote grazie ai sacrifici di molte persone , si è arrivati alle repubbliche centralistiche ( come naturale sistema democratico post sudditanza ).
    Ora , visto il fallimento di tali democrazie, esse infatti alimentano costi burocratici ed altro insostenibili soprattutto dai cittadini lavoratori , noi Veneti e non solo , pensiamo che l’evoluzione democratica sia il federalismo comunale ( Per comunale si intendono aree di una certa rilevanza di numero di cittadini ) dove sia possibile controllare meglio la spesa pubblica, dove i cittadini possano vedere ritornati in servizi i soldi delle tasse che pagano. Lo stato deve solo coordinare i vari comuni rendendoli più efficienti riservandosi solo compiti tipo sicurezza, magistratura, ecc. senza alimentare trasferimenti assistenziali ( questi si è già visto che creano più danni che benefici )
    Chi ci governa continua a voler farci credere che il sistema centralista può ancora funzionare, continuando a sperperare i soldi delle famiglie intaccando i loro capitali, facendo fuggire i giovani dall’Italia, creando povertà . Questo invece viene fatto solamente per mantenere i privilegi dei nostri burocrati.
    Ci hanno insegnato che nella politica ci vuole un leader , ci hanno insegnato che la storia Veneta è solo marginale a quella romana , ci hanno insegnato che abbiamo tutti gli stessi diritti , ci hanno insegnato…… oramai dopo anni di indottrinamento , dalle scuole all’informazione ci hanno quasi convinti che è giusto cosi, ma noi Veneti dobbiamo reagire.
    Penso che l’ idea di non necessariamente avere un leader in un movimento indipendentista , ma un coordinatore una persona che possa rimettere il suo mandato in qualsiasi momento sia un segno di quello dove si vuole arrivare , ciò non toglierà certamente merito a chi riuscirà a condurci all’indipendenza, anzi se capace diventerebbe il nostro punto di riferimento visto non costretti a subire le sue decisioni ma consapevoli di essere rappresentati.
    W.S.M. Ettore Bellin

    Mi piace

  4. ETTORE, LASCIAMI DIRE CHE IL TUO E’ UN ARTICOLO SPLENDIDO! Riassume tutto il mio punto di vista sulla forza dei nuovi modelli di localismo amministrativo, politico, economico, sociale, forse persino etico che registro in Scozia, che ho visto in Islanda, che ho appreso dall’Ungheria, che da anni si svolge in Catalogna e nei Paesi Baschi. Piano piano I Popoli si stanno riprendendo il potere sul LORO territorio. Non possiamo essere anche noi potagonisti di questa favolosa rivoluzione CIVILE e DEMOCRATICA. Bravo, bravissimo. Propongo inserimento di questa opinione nel capitolo specific della Conversazione Nazionale Veneta, lanciata da questo stesso sito (sempre piu’ avvincente mi pare). WSM

    Mi piace

  5. Luigi ha detto:

    Condivido la proposta di Giovanni.

    Mi piace

  6. Matteo ha detto:

    Ve taco na parte del me intervento de lo scorso ano a Sitadea dove xà evidensiavo sto discorso, son contento che vegna fora sta problematica “…., ma purtopo in tuti sti ani dai Serenissimi fin a uncò no ghe xè stà mancansa de idee ma mancansa de omeni. Parchè da tropi ani se semo afidà a omeni che i dovea esar omeni forti, ma i omeni forti fa el Popolo debole e adexo lo ghemo capio. Un Popolo forte no gà bisogno de n’omo forte, così come no xè importante aver el dirito a na roba, ma averghe la roba quando se ghe ne gà el dirito e noilatri come Popolo, come Nasion ghemo el dirito a l’autodeterminasion, ….”, purtropo tuti ghemo sercà l’omo nei partiti e no se semo mia caricà su le nostre spale l’onere de la ricerca dea nostra libertà.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...