DIO, ATEISMO O ENTRAMBI ?

da un commento di Edoardo Rubini di Europa Veneta

Nell’Europa Cristiana – e in particolare nella Repubblica di San Marco – la libertà era quella della propria Patria, in cui tutti si identificavano (tranne esigue minoranze settarie ed ereticali), perché essa era fondata nella Fede.

La libertà era solo un mezzo per fare il Bene, la felicità era quella di chi sapeva di fare il Proprio Dovere, sacrificando tutto alla Patria, alla famiglia, alla Fede Cattolica: poveri o ricchi, non c’era nessuna differenza, era davvero stimato chi considerava zero se stesso e tutto la propria comunità.

Dopo il 1789, con la Rivoluzione francese, il mondo tradizionale è stato distrutto. Guerra dopo guerra, rivoluzione dopo rivoluzione, l’intera Civiltà europea si è dissolta. Al posto del Cristianesimo si è affermata una nuova religione: il liberalismo. All’inizio era eresia gnostica (coltivata nelle sette ereticali e nelle logge massoniche): si tratta della divinizzazione dell’uomo, della negazione di Dio: di qui nasce il grande inganno del sistema liberal-democratico, che celebra l’egoismo sfrenato, dando ad ognuno licenza di compiere il male in tutte le sue forme.

Il liberalismo, indifferentemente di destra o di sinistra (che sono tutte correnti liberali) è alla base della dissoluzione della Civiltà, che noi oggi cogliamo nel suo aspetto più superficiale, cioè nella crisi economico-finanziaria. Al contrario, si tratta di una vera malattia spirituale, che se non guarita ucciderà il genere umano.

La nostra identità è veneta perché si radica nei valori cristiani della Serenissima e nell’enorme Tradizione culturale che da essa è sorta. Il potere nefasto di oggi è anarchico (come osservava Pier Paolo Pasolini nei suoi “Scritti corsari”), cioè è un potere amorale e corrotto che odia l’Autorità del Bene, nel folle intento di distruggere Dio.  Per riuscirci il potere liberale ha reciso – con i suoi modelli consumistici – il legame con il passato, ha sradicato i valori etnici e spirituali, ha proiettato le menti della massa in un vuoto incolmabile.

Questo vuoto, per essere superato, ha bisogno di un cammino lungo e doloroso di conversione a Dio, che certo non si potrà risolvere con soluzioni politiche… ma intanto studiamo la storia, per capire dai nostri antenati come si ragiona. Che San Marco Evangelista ci assista e ci protegga dagli empi e dalle loro malvage macchinazioni!

_____

da Redazione di Vivere Veneto

Oggi come tanti anni fa, la libertà della propria Terra è la presupposto per la Felicità e il Bene. Dimostriamo di saper essere Popolo e rivendichiamo i nostri sacri Diritti. Uniti il 23 Novembre, marciando in silenzio a Treviso

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

3 risposte a DIO, ATEISMO O ENTRAMBI ?

  1. Eugenio Fontana ha detto:

    Molto Interessante ,e ben fatto questo articolo di Edoaro Rubini,..Per quanto la vedo IO La Storia ,L’Uomo nasce Peccatore (Quindi Inperfetto,e non ci sara’ mai un Governo Perfetto,fatto da Uomini) Ma ci si accontenta di un Governo,menopeggio come è stata in Passato ,la nostra Serenissima Republica..Certo la Religione Cristiana ci è stata d’aiuto nel Governare .E parlo di Religione Cristiana perchè se vediamo nella Storia della Chiesa Cattolica ci sono stati dei periodi (diciamo Bui) Infatti nella Nostra Serenissima Republica abbiamo sempre esercitato una certa Autonomia nei confronti della Chiesa Cattolica Romana (Per non parlare delle Crociate,li ci sarebbe molte cose da dire) devo dire che anche nei paesi Jslamici ci furono alcuni capi (sceicchi,)che operarono bene con il loro popolo e verso gli altri popoli,Venexia ne fece dei buoni affari .(Con questo non voglio difendere la Religione Jslamica )ma mi attengo alla Storia. Con la Rivoluzione Francese 1789,Canbia un Periodo Storico,Ma dobbiamo domandarci il Motivo ossia come mai scoppia questa Rivoluzione? Se un RE(presumo Cattolico) che vive a Versailles ossia un paese fatto costruire per Lui e la sua Corte lontano dai bisogni della sua Gente,che quando alcuni sui consiglieri in un periodo di carestia gli dicono Maesta il popolo ha Fame e Lui risponde dategli le Briosc,cosa ci si poteva aspettare?IL Popolo Insorge..e poi subito la Media e piccola Borghesia nè prende il Potere,Si fonda la Republica,(Non certo come la Republica Veneta,oramai in declino economicamente,per la scoperta delle Americhe ,ma ancora Salda come Stato ed istituzioni)Poi nei secoli sucessivi ,IL Liberalismo -Massonico ci ha portato a guerre e Rivoluzioni,(Cito una frase che potrete sentire su you tube di padre AMORHT,sulla Massoneria che era nata con buoni Propositi ,ma poi con il tempo si è trasformata ,in un Centro affaristico I

    Mi piace

  2. Andrea ha detto:

    Quando uno parla di “sacri diritti”, a me suona sempre un campanello d’allarme: partiamo dal presupposto che se l’italia e’ diventata quel che e’ diventata, non lo si deve certo alla chiesa cattolica, che di sicuro non ha ceduto volentieri il suo potere al popolo dopo averlo ottenuto nel corso dei secoli con lo spauracchio dell’inferno, grazie al quale ha accumulato grandi ricchezze e potere, non ostante i proclami di poverta’, carita’, e umilta’. Le menzogne hanno le gambe corte: si ricordi, caro il mio scrittore, che se lei ora puo’ scrivere liberamente quello che pensa lo deve proprio alla rivoluzione francese e alla breccia di porta pia, senza le quali saremmo ancora nell’europa troglodita dell’inquisizione e la sua liberta’ di espressione sarebbe limitata alle giaculatorie da recitare baciando il banco. Io non confondo stato e religione: gesu’ stesso disse “a cesare quel che e’ di cesare, e a dio quel che e’ di dio”, uno stato laico e senza favoritismi PER NESSUNA RELIGIONE e’ l’unica via per il progresso di un paese (basti pensare che durante il dominio cattolico la quantita’ di scoperte scientifiche e invenzioni e’ calata a livelli inferiori alla preistoria). Il 23 novembre ci saro’ anche io, e non avro esitazioni a riprendervi se sentiro’ nominare una qualsiasi divinita’.

    Mi piace

  3. Menocchio ha detto:

    Ecco ritorniamo all’inquisizione allora….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...