PERICOLO AMBIENTE : TUTTI IN PIAZZA A VENEZIA IL 30 NOVEMBRE

di Silvio Fracasso

Veneto Spettacolo  naturale : tuteliamolo !

vacanze dolomiti“Avvicinatevi, vi prego, esaminate questo spettacolo che senza ombra di dubbio è una delle cose più belle, potenti e straordinarie di cui questo pianeta disponga… Sono pietre o nuvole? Sono vere oppure è un sogno?”

Dino Buzzati, scrittore giornalista e artista di Belluno in “Le montagne di vetro” 1956

Parlanva delle Dolomiti , questo vero e proprio  spettacolo della  natura che si erge a nord del nostro territorio eletto nel 2009 Patrimonio mondiale dell’Unesco

L’UNESCO è l’organizzazione per l’educazione, la scienza e la cultura delle Nazioni Unite, che cura un elenco mondiale di paradisi naturali e tesori culturali protetti, ritenuti di particolare valore per le generazioni future. … che dal 2009 ha insignito le “nostre” Dolomiti con questo prestigioso riconoscimento!

Lago Garda ad Ovest ,Mare a Sud/sud est, Terme  zona di Abano/Motegrotto  Territorio pedemontano con le spettacolari collinette che  nulla hanno da invidiare alla Famosa Toscana, le visitatissime Ville e le Città d’Arte Venete…. … …

Queste e molte altre sono le Bellezze che ci ritroviamo tra le mani nel nostro territorio, sicuramente si potrà dire senza alcun merito , ma abbiamo  la precisa ed impellente responsabilità di tutelare e conservare tutto ciò per tramandare alle generazioni future un ambiente sano, vivibile e spettacolare come lo abbiamo trovato!

Noi dunque cosa cosa stiamo realmente  facendo ora ?

Stiamo ad osservare questo sviluppo selvaggio e incurante di ogni legge naturale….che lo sfruttamento. il degrado, l’incuria e l’inquinamento  rovinino il lavoro millenario della natura, distruggendo ogni possibilità  futura di godimento sostenibile del territorio ?

Tutte queste saranno questioni da affrontare sicuramente ,da discutere nel prossimo futuro, dovremo decidere chi siamo, chi vogliamo essere e che ambiente vorremo lasciare alle generazioni future di Veneti che verranno.

Nel frattempo questo Sabato 30 novembre ore 14 abbiamo deciso di partecipare  alla manifestazione che si  terra’  a Venezia come gesto concreto  di sensibilita’ verso i temi riguardanti l’Ambiente del Territorio Veneto e  a sostegno “dela Tera dove ne piaxera’ Vivare”

chi vorrà partecipare ci potrà tranquillamente scrivere per organizzarci, intendiamo sfilare solo con la nostra unica  bandiera Veneta  e lo striscione delle Marce Silenziose… sarà un bel  modo per portare il nostro  appoggio alla causa e per iniziare un confronto in merito ai tanti quesiti ambientali che verranno affrontati in futuro.

Partecipiamo Numerosi  , ore 13.30 ci ritroviamo nel piazzale stazione Santa Lucia per ammassamento ,marciamo con le bandiere del Veneto unite !

Per adesioni e invitare tutti gli amici a partecipare   clicca  <===>QUI

Riporto qui di seguito l’appello della….

PIATTAFORMA

MANIFESTAZIONE DEL 30 NOVEMBRE

NO GRANDI OPERE – NO CONSUMO DI SUOLO

PER LA DEMOCRAZIA E I BENI COMUNI

PER IL DIRITTO DI RESPIRARE, LAVORARE, VIVERE IN VENETO

Giornate di mobilitazione regionale in difesa della qualità della vita

Sabato 16 novembre : iniziative di sensibilizzazione nei Comuni del Veneto

Sabato 30 novembre ore 14 – stazione FS di Santa Lucia –  manifestazione regionale a Venezia

La Terra non ce la fa più: ha bisogno di un anno e mezzo per recuperare quello che le viene sottratto in un anno. “Il clima impazzito sconvolgerà il pianeta. Siamo vicini al punto di non ritorno” (Ipcc-Onu 2013). E il Veneto è una delle regioni più inquinanti e inquinate d’Europa.

  • L’inquinamento atmosferico, prodotto da traffico, inceneritori, cementifici, cogeneratori, centrali termoelettriche, industrie nocive, grandi navi, avvelena l’aria: la peggiore d’Europa.
  • Cementificazione e asfaltatura del suolo impoveriscono le campagne, provocano frane e alluvioni, distruggono il paesaggio e un patrimonio storico ed ambientale di valore inestimabile.
  • Eccessivi prelievi d’acqua inaridiscono i fiumi, provocando l’avanzamento del cuneo salino, e l’abbassamento delle falde acquifere.
  • Col sistema del “project financing” banche e grandi imprese succhiano miliardi di risorse pubbliche. Per i cittadini questo significa solo debito, aumenti di tariffe per i servizi e per pedaggi speculativi.
  • I cittadini e i Comuni non contano più nulla poiché la Regione ha azzerato la pianificazione urbanistica riducendola ad un incredibile delirio di autostrade e “progetti strategici” (mega-poli commerciali direzionali), mentre le verifiche ambientali sono ridotte a pura formalità. 

Gli abitanti del Veneto sono da anni impegnati in una moltitudine di vertenze locali, volte a salvaguardare la vivibilità del territorio. Cittadine e cittadini di buona volontà si sono finalmente riuniti per chiedere una urgente inversione di rotta:

§  Fermare subito le “grandi opere” inutili e dannose (nuove autostrade e linee TAV, carbone nella centrale di Porto Tolle, MOSE, scavo nuovi canali in laguna, nuove scogliere e false barene-discariche).

§  Allontanare definitivamente le “grandi navi” dalla Laguna.

§  Liberare il territorio dalle servitù militari.

§  Finanziare i Comuni,  anche con la Cassa Depositi e Prestiti a tasso agevolato, per manutenzione, messa in sicurezza, riqualificazione energetica di edifici pubblici e territorio – vera grande opera necessaria –  dando lavoro alle piccole e medie imprese.

§  Riconversione ecologica delle città, delle industrie e dell’agricoltura per creare buona e stabile occupazione.

§  Gestione pubblica e partecipata, senza profitti in bolletta, di acqua e servizi pubblici – No allo sfruttamento indiscriminato delle risorse idriche.

§  Fermare la privatizzazione della sanità: i “project financing” ospedalieri sottraggono risorse pubbliche alla prevenzione e alle prestazioni sanitarie di cura.

§  Stop al consumo di suolo agricolo : cambiare la legge urbanistica regionale e il nuovo PTRC – Piano Territoriale Regionale – per tutelare il patrimonio storico, culturale e paesaggistico, attuando finalmente e per intero il Codice nazionale del Paesaggio.

§  Basta con il ricorso alla “legge obiettivo” e ai commissari straordinari .

§  Basta con inceneritori, cave e discariche – Incentivare riduzione, riuso e riciclo dei rifiuti.

§  Stop a nuove autostrade, strade, raccordi e poli commerciali che desertificano i nostri centri, distruggendone il tessuto sociale e le attività economiche: investire per recuperare aree ed edifici da bonificare e riqualificare (a partire da Porto Marghera) per attività innovative.

§   Investire non in autostrade e Alta Velocità, ma in rinnovo e potenziamento delle ferrovie esistenti con un piano integrato di vera intermodalità. Favorire il trasporto pubblico locale e regionale (SFMR). Favorire la mobilità ciclo-pedonale. Spostare il trasporto merci dalla gomma ad acqua e rotaia.

§  Ricostruire gli organismi di valutazione e controllo ambientale per renderli indipendenti dai poteri politici ed economici: eliminare i conflitti d’interesse e di competenze e la concentrazione di tutti i poteri (di Piano, progetto, valutazione, attuazione e controllo) in una sola figura.

§  Garantire pubblicità e trasparenza ai lavori delle Commissioni d’inchiesta del Consiglio regionale sulla “finanza di progetto” e le aziende regionali, innanzitutto su Veneto Strade SpA.

§  Smantellare l’intreccio politica-affari oggi all’attenzione della Magistratura.

§  Difesa della Costituzione e delle assemblee elettive, contro ogni tentazione presidenzialistica. Partecipazione piena dei cittadini alle decisioni e ai controlli.

 I comitati e i movimenti, le associazioni e i gruppi di cittadinanza attiva operanti in Veneto invitano tutte e tutti a far sentire la loro voce e a partecipare alle iniziative programmate

VI ASPETTIAMO NUMEROSI

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Eventi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a PERICOLO AMBIENTE : TUTTI IN PIAZZA A VENEZIA IL 30 NOVEMBRE

  1. Luca Segafreddo ha detto:

    Gente, mi no son pì bon a starghe drio ae manifestasion a cui dovaria partecipare e che zé drio esare organizà in sto periodo, tute con fondamenti de importansa e tute meritevoli. Se sta acavalando massa robe e se sta fazendo un fià de casin, secondo mi. No vorìa mai che fusse tuto fato a arte, l’una par cavarghe gente, atension, partecipasion a st’altra. Ogni tanto bisogna anca ca lavore mi…..

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      Luca noi ci saremo sia sabato a Venezia sia Domenica a BAssano,
      il target di una manifestazione ambientalista e’ un bel po differente da quelle a cui alludi te (tipo domenica)…. a Venezia sara’ molto importante esserci per far vedere la nostra attenzione all’ambiente e per sensibilizzare molti Veneti, per far vedere loro che Esistiamo e siamo altra cosa rispetto a quello che pensano loro ….. cioè Buzzurri nostalgici, oppurre idioti versione bassa Lega ! Pensa che la stragrande maggioranza dei Veneti manco sa della nostra esistenza (fai un test, ferma 100 persone a caso x strada e vedrai il risultato !!! ) . Esser a Venezia Sara’ dire a qualche migliaio di Ambientalisti : “GUARDATECI CI SIAMO E VOGLIAMO COMUNICARE CON VOI”
      Assolutamente nessuna manifestazione inventata ad arte per ledere alcuno, i Veneti sono quasi 5 milioni con vari interessi e sensibilità , dunque di lavoro ce ne sara’ molto da fare.
      Questi discorsi sarebbero validi se ragionassimo nel nostro piccolo orticello indipendentista(che e’ l’errore che fan quasi tutti), Noi di Vivere Veneto e i tanti che collaborano con noi ci rivolgiamo essenzialmente a quella parte di popolazione Veneta che non sa ancora di esserlo, pensa di essere Italiana, la nostra Mission e’ quella di Risvegliare le menti di questi ultimi !
      Se vorrai darci una mano ne saremo ben lieti. Buona Giornata 😉

      Mi piace

  2. Eugenio Fontana ha detto:

    SI Questa manifestazione è Inportante..NO GRANDI OPERE – NO CONSUMO DEL SUOLO…..Ma bisogna essere Realisti IL VENETO è una Regione abbastanza Limitata come Territorio e ha se non sbaglio 5 Milioni di abitanti,poi ultimamente negli ultimi venti anni con l’arrivo di extracomunitari (che si moltiplicano come Topi ,e che poi i loro figli vengono mantenuti da noi ossia i Comuni la Caritas..ecc) naturalmente gente fatta venire qui non solo dallo Stato ITAGLIANO,Ma dai nostri Industriali Grandi Medi e Piccoli..Quindi significa Piu Case Piu Centri Commerciali,Piu Logistiche.Quindi non si puo’ volere la botte piena e la moglie ubriaca come dice un proverbio.Quindi come risolvere questo Problema? Mandando al loro Paese gli Extracomunitari ,Bloccare le emigrazioni nel Veneto,Sostituire i Lavoratori stranieri con manodopera Veneta (cosi si creano anche nuovi posti di lavoro) e poi fare come gli altri paesi tipo la Germania e L’Austria dove le merci ed i cittadini si spostano al 70% su ferro(treni )e autobus ,mentre in Itaglia si fa L’incontrario..Qui in Lombardia Specialmente nel Territorio intorno a Milano ,e nelle varie province limitrofe Pavia ,Lodi ,Tanto per citarne alcune,ma non le sole hanno Costruito Case Logistiche ,Centri Commerciali ,ecc perchè la Popolazione è Crescita ,ma non tanto per le popolazioni Locali (se no saremo ancora ai livelli di 20 anni fa )ma grazie alle invazioni di Popolazioni Straniere tipo arabi ,albanesi ,rumeni ,cinesi ,e di quasi tutti i paesi del mondo ,tra una decina d’anni della popolazione locale ,resteranno solo poche persone ,Su questo bisogno di case di Supermercati capannoni ecc.. si è Inserita lE VARIE maffie Nazionali ,che si sono Inposte nelle costruzioni Grazie ai loro Capitali sporchi e alla corruzzione dei vari esponenti politici dei vari Partiti,compresa la Lega-Nord .Insomma un Territorio DISTRUTTO E iNQUINATO di cui non c’è piu Rimedio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...