Il Veneto può essere uno Stato a sè

da Redazione di Vivere Veneto

Riportiamo stralci di dichiarazioni dell’Ex Presidente della provincia di Belluno, Bottacin, rilasciate nel 2011 ma ancora oggi di estrema attualità.

Belluno-SchiaraA margine della presentazione del volume “Il lavoro e i suoi percorsi” a Sedico nel luglio 2011, l’ormai ex presidente della Provincia di Belluno, Gianpaolo Bottacin, ha fatto il punto sulla situazione economica del nostro territorio.

«Siamo in grado di mantenerci da soliOgni anno regaliamo allo Stato decine di miliardi di euro in tasse. Se ci tenessimo tutti i nostri soldi saremmo autosufficienti: il Veneto può essere uno Stato a sè».

«Una sentenza della Corte Europea aveva già dichiarato che per le realtà in grado di mantenersi da sé, potevano essere adottate fiscalità di vantaggio: è il caso della famosa sentenza delle Azzorre – ha spiegato Bottacin – . Accadesse anche per la nostra terra, sarebbe l’occasione di uscire da un guado in cui è stata portata da decenni di politica che non ha saputo cogliere i segnali che arrivavano dalla popolazione».

«Tavoli strategici, incontri, proteste: tutto per ottenere prime pagine sui giornali, e poi? Per anni ci si è guardati allo specchio senza ascoltare le realtà economiche che chiedevano una politica pragmatica, che indicasse le vie da seguire e le percorresse con decisione – ha continuato Bottacin – . Così facendo le industrie hanno perso il passo nei mercati internazionali e sono state soppiantate dai concorrenti. La crisi che stiamo attraversando, che molti non si sono accorti essere mondiale, ha accelerato la resa dei conti e l’Italia oggi è chiamata a pagare l’aver vissuto – per troppo tempo – al di sopra delle proprie possibilità».

«Non è facile ripartire, perché ci si deve confrontare con le realtà vicine, come il Trentino Alto Adige, che da sessanta anni gode di risorse economiche che ci vengono negate. Questo ha fatto diventare quel che sono oggi quelle terre: terre a cui è stato concesso molto, tanto, troppo; terre dove facevano esplodere le montagne per costruire le piste da sci», ha detto ancora Bottacin.

«Le manovre correttive che dobbiamo mettere in atto devono correggere gli errori del passato, ma devono essere azioni decisive e coraggiose – ha concluso Bottacin – . Non più “soluzioni a metà”, ma passi decisi per indicare la rotta, assumendosi responsabilità. Basta navigare “a vista” e tirare a campare: il territorio, le sue aziende e l’intero tessuto sociale reclamano risposte vere e concrete».

_____

da Redazione di Vivere Veneto

A distanza di due anni, constatato come le richieste minime siano state disattese, come la situazione generale sia ulteriormente degenerata, appare evidente che la creazione di una stato sovrano sia l’unica possibilità per ritrovare slancio e competitività sui mercati globali e assicurare quindi un futuro a noi e ai nostri figli.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il Veneto può essere uno Stato a sè

  1. Eugenio ha detto:

    Leggendo questo articolo..di Gianpaolo Bottacin ,di due anni fa’,ma adesso è canbiato poco.ci parla di uno Stato Veneto-economico,che c’è la puo fare da solo,Poi capitolo sotto fa capire che Noi saremmo stati contenti di Stare sotto Questo Stato Italiano ,solo che non ci ha ascoltati,e non ha capito le nostre esigenze ,e che i nostri politici Italiani,non hanno capito,che siamo in un Mercato mondiale,e che abbiamo,abbiamo vissuto per troppo tempo al di sopra delle sue possibilita’(ma questo in generale è tipico dell’Europa dele SUD ,la Grecia e l’Itaglia in particolare)Poi ci parla di alcune regioni d’itaglia che con il tempo hanno avuto una certa Autonomia ,ma non si chiede il xkè con il tempo gliel’hanno concessa…Conclude questo articolo dicendo Basta navigare a ”vista ”e tirare a campare ..Forse non conosce bene la Storia dello Stato Italiano ,è sempre stata cosi..E da quando siamo Entrati nel Mercato Mondiale e ci hanno messi L’Euro ,i Politici italiani ,almeno i capi dei vari partiti ,i Grandi capi Industriali gli economisti e le Banke sapevano Benissimo cosa ci attendeva (mica sono scemi ,ma sono agli Ordini della Massoneria internazionale .E NESSUNO SI è OPPOSTO ,sia al governo che all’oppozizione ,adesso Cercano di Prendere x il culo i loro elettori ,ma non sanno cosa fare …

    Mi piace

  2. gianpaolo bottacin ha detto:

    Caro Eugenio, forse a lei sembrerà che io non conosca la storia dell’italia, ma credo che lei non conosca la mia. Infatti, piuttosto che ingannare gli elettori ho preferito tornare al mio lavoro. Per me la parola coerenza ha un significato, anche di fronte di minacce di morte.

    Mi piace

  3. gianpaolo bottacin ha detto:

    Caro Eugenio, forse a lei sembrerà che io non conosca la storia dell’italia, ma credo che lei non conosca la mia. Infatti, piuttosto che ingannare gli elettori ho preferito tornare al mio lavoro. Per me la parola coerenza ha un significato, anche di fronte a minacce di morte

    Mi piace

  4. Carlo M. Peruzzini ha detto:

    Questa “sentenza delle Azzorre” si riesce ad avere? Riterrei sia di estrema utilità.

    Mi piace

  5. Eugenio ha detto:

    Ringrazio il Compatriota Gianpaolo Bottacin per la spiegazione e gli Rendo ONORE..e aggiungo che lo capisco ,lo Stato Itagliano non ti affronta in faccia ma ti minaccia infati è uno Stato Massonico-Maffioso .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...