I VENETI E LA SINDROME DI STOCCOLMA- I FORCONI COL TRICOLORE

di Renzo Fogliata su Il Gazzettino

Che tenerezza i miei veneti! Gente esausta dal lavoro, che ha sempre vagheggiato una società nella quale chi si rimbocca le maniche prima o poi raccoglierà i frutti; ed invece si scopre vivere in uno Stato che premia furbi e parassiti, che mantiene legioni di pubblici dipendenti, che distribuisce favori e prebende.
Prima scalaUno Stato nel quale chi vive del proprio e lavora è un suddito. Vogliamo esemplificare banalmente? Perché a teatro e alle migliori manifestazioni mondane vi sono i palchi ed i posti gratuiti per il Prefetto, il Questore, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, il presidente del Tribunale, della Corte di Appello, il Procuratore della Repubblica etc., etc., etc., con mogli, figli, amici, etc., etc., etc., mentre i pantaloni pagano il biglietto (se lo trovano)? Si dirà: c’è ben altro di cui occuparsi. Eh no! E’ importante. E’ il segnale dello Stato assoluto che governa sui sudditi: quale è il principio che prevede tali odiosi privilegi di cui mai si parla? Nessuno, se non il sopruso, se non la negazione del falso dogma dell’uguaglianza e della pubblica amministrazione quale servizio. Un segno, un sintomo tra i migliaia d’altri.
E allora, che tenerezza i miei veneti! Suicidi nelle fabbriche, in bancarotta per gli insoluti delle pubbliche amministrazioni, gravati da un livello di tassazione che ormai possiamo definire criminale: il rapinatore, almeno, non giustifica la rapina con ragioni etiche e con presunti sacri principi e varie fanfaronate, in nome di neodivinità laiche. E giungo al dunque.
Che tenerezza i miei veneti! Come scrisse Dal Negro su questo giornale giorni or sono, 9 dicembre Veneto Italiaprotestano con in mano il tricolore! E’ da non credere. Solo una diffusa, endemica, pestilenziale sindrome di Stoccolma può ridurre un popolo a ribellarsi al tiranno con in mano il simbolo stesso della tirannia. Vanno in strada, al freddo, sbertucciati e minacciati dai Letta ed Alfano di turno, brandendo il simbolo di uno Stato irriformabile, di un Leviatano che per sopravvivere non ha altra scelta che schiacciarli di tasse e negazione di diritti.
Perché questo Leviatano non concederà mai autonomia impositiva, non ridurrà mai 9 dicembre italial’immensa pletora dei suoi clientes, non toglierà mai il palco a teatro ai suoi funzionari privilegiati, non ridimensionerà mai l’armata dei suoi boiardi. Ed il suo debito graverà sempre di più, la sua spesa aumenterà, il suo fabbisogno di mantenere interi territori assistiti sarà sempre più pressante, mentre, grazie all’assassinio delle imprese ed alla conseguente povertà, si riduce vieppiù il numero di sudditi spremibili che saranno, dunque, sempre più spremuti.
Chi dice il contrario mente sapendo di mentire. Che tenerezza i miei veneti! Che non capiscono, vittime di miti putrefatti; che non riprendono tra le mani le redini del loro destino impugnando l’unica bandiera che li rappresenta: il Leone di San Marco.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

10 risposte a I VENETI E LA SINDROME DI STOCCOLMA- I FORCONI COL TRICOLORE

  1. Eugenio ha detto:

    Bellissimo e chiaro questo articolo di Renzo Fogliata….Speriamo che Svegli certi Masochisti ..

    Mi piace

  2. ferdinando ha detto:

    Grande Renzo Fogliata…certi Veneti sperano ancora di attaccarsi al tricolore sperando che sia la giusta strada che apra le porte al riscatto contro questo governo senza colpo ferire. Poveri illusi, provate ad impugnare il vessillo di S.Marco e sbandierarlo in faccia agli itagliani. Capirete la differenza ad essere figli di S.Marco e non di uno stato irriformabile mafioso

    Mi piace

  3. Enrico ha detto:

    Di fronte ad articolo, scritto veramente con il cuore in mano, ogni blasonato pennivendolo di questo bellissimo e disgraziato paese, abbia la decenza di andarsi a nascondere. Altro non occorre aggiungere

    Mi piace

  4. Renato Tessarin ha detto:

    il popolo VENETO è passato negli ultimi secoli , dall’orgoglio della SERENISSIMA ,a POPOLO di semi-consapevoli ” ASCARI” ,al completo SERVIZIO del popolo occupante – passando ,ai nostri giorni ,per una sindrome di stoccolma , che fa vedere come salvatori i propri aguzzini – ad una evoluzione della patologia psichiatrica stessa che prende il nome di PARANOIA — dove : PERSONE , PRIVATAMENTE , BEN MOTIVATE A RECRIMINARE LA PIENA INDIPENDENZA DELLA NAZIONE VENETA – IN PUBBLICO BRIGANO PER UNA PICCOLA AUTONOMIA ,SOTTO I SIMBOLI DEL TERRITORIO ITALIANO : DALLA BANDIERA VENETA ,QUI INTESA COME SIMBOLO DI UNA REGIONE DELLO STATO ITALIANO – FINO ALL’ESPOSIZIONE ORGOGLIOSA , DELL’ODIOSA BANDIERA ITALIANA,COME FETICCIO DA SALVARE , PER NON TURBARE TROPPO I RIVOLUZIONARI VENETI ,CHE VORREBBERO MA NON POSSONO -TALI VENETI FINISCONO COSI PER COMPORTARSI COME DEI PERFETTI ASCARI- PARANOICI CON UNA PERSONALITA’ POLITICA DEVIATA E IN TUTTA EVIDENZA PATOLOGICA – D’ALTRA PARTE IL PATRIOTTISMO NON E’ MAI STATO UN VALORE CONDIVISO E DIFFUSO ,SALVO LA BREVE PARENTESI DEL VENTENNIO FASCISTA ,BISOGNERA’ TORNARE A FARLO AMARE A TUTTI I VENETI LIBERI E CHE AMANO LA LIBERTA’ -.

    Mi piace

  5. Carlo M. Peruzzini ha detto:

    Vedere il dito e non la luna. Il governo è il dito, la luna è lo Stato.

    Mi piace

  6. Eugenio ha detto:

    Leggendo quello che scrive il Compatriota Renato Tessarin ,credo che abbia Completamente Ragione..

    Mi piace

  7. stefen ha detto:

    Onorato di aver assistito pesonalmente il 15 /4 2014 all’arringa in difesa di Contin!

    Mi piace

  8. Pingback: Veneto quindi Italiano | Vivere Veneto

  9. GIANCARLO ha detto:

    L’Avv. Fogliata ha ragione come sempre.
    I Veneti sono un popolo incredibile. Tenaci, lavoratori, solidali, fedeli e per la maggior parte onesti.
    Sanno di essere Veneti, ma credono anche di essere italiani. Nulla di più sbagliato.
    Noi Veneti abbiamo alle spalle una storia di oltre 1.100 ANNI e sarà dura che la dimentichiamo a causa di uno stato, quello italiano, che invece di esaltare le storie e le culture dei singoli popoli italici, ha sistematicamente cercato di annullare ogni identità, costruendo anche sulla menzogna lo stato italiano. Non la nazione.
    WSM

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...