La Via Veneta …..

di Giovanni Della Valle

Ma cari patrioti, scusate, di quale Via Veneta all’Indipendenza state parlando?

PerplessoLeggo con estremo interesse l’articolo dell’amico Edoardo Rubin sulle sue perplessità sulla cosiddetta rivolta dei “Forconi” che, son d’accordo, tutto è fuorché un movimento indipendentista, e la proposizione di una strada Veneta verso l’Indipendenza, attualmente da identificare nel comitato Il Veneto Decida.

Sono d’accordo con l’amarezza nel verificare una certa mancanza di gratitudine nei confronti di chi, come lo stesso Edoardo e molte associazioni culturali, lavorano da decenni su questo progetto ed ora sembrano dimenticati tutto d’un colpo per lasciar la scena a quattro “masanielli” dell’ultima ora o quasi, anche se in realtà non è proprio così, la LIFE che è parte dell’organizzazione fu fondata negli anni ’90 e se, posso spezzare una lancia per lui, lo stesso Chiavegato ha lottato per decenni per la Causa Veneta.

Ma forse anche per questo vorrei elaborare un pochino il discorso della via Veneta.

Io stesso ho lavorato duro con un team di eccellenti mediatori e mediatici per portare i vari “capi tribu’” (me ne scusino il termine) a unirsi in una sola piattaforma in primavera. Non siamo stati soli e il merito è diffuso, sia ben chiaro. Ma il nostro lavoro cominciò con l’aiuto dell’avvocato Andrea Arman proprio il 6 ottobre del 2012. In giugno a Mestre si presentava proprio con Andrea per la prima volta nella storia dell’indipendentismo Veneto una piattaforma unita con la maggior parte dei movimenti e partiti politici di allora. Dopo solo poche settimane, nuove tensioni e ribaltoni portavano alla creazione di Il Veneto Decida con l’entrata (a cui io stesso ho tenuto tantissimo) delle associazioni culturali, Raixe Venete in primis (nulla di segreto: Venezia, Patto dell’Altana, 5 luglio 2013). Non passa nemmeno il mese di Agosto, con i mediatori in vacanza e io impegnato in Scozia, che la piattaforma viene di nuovo rimodellata con drammatiche espulsioni e nuove inclusioni per essere finalmente “varata” il 4 settembre nella forma attuale. Bene, siamo tutti contenti. Comunque la nave e’ partita.

Però un conto è un’operazione di efficienza politica o persino culturale, un conto è un’operazione di efficacia. Io mi aspetto di vedere entrambe.

Efficienza ed efficacia sono due cose diverse. Per centrare un bersaglio puoi scegliere di tirare molte frecce: quella si chiama efficienza.  Per centrarlo pero’ occorre che una freccia si conficchi nel centro: quello si chiama efficacia.

In realtà a mio avviso il problema di tutte le piattaforme duellounitarie tra indipendentisti Veneti che abbiamo contribuito a formare quest’anno è proprio questo. Fatte le debite eccezioni, che esistono ed hanno meriti patriottici eccezionali, le altre “confraternite” raccolgono spesso anime e teste che NON sono riuscite a darci nessuna Indipendenza, ne’ tantomeno autonomia o federalismo, in ben trent’anni. Anzi spesso li hanno addirittura ostacolati!

Aver fallito per trent’anni NON è un merito da appuntare sul taschino della giacca come le medaglie di un vecchio generale in pensione. Piuttosto sarebbe motivo di tacere e mettersi da parte.

Estromettere poi dalle piattaforme team capaci e dinamici che stanno remando duro sulle “Galeazze” di testa proprio per darci l’Indipendenza per motivi di beghe, gelosie e invidie personali è anche più penoso, MA MOLTO ITALIANO.

Includere al contrario politici italianissimi che NON hanno alcun merito di parlare a fianco di gente che ha veramente lavorato duro per l’Indipendenza e che sono sotto accusa per aver sfasciato i loro partiti con la più totale imperizia, passività e assenza di idee mi pare spianare la via alla costruzione di un Veneto duplicato dell’attuale Italia.

Quindi, mi spiace, ma io devo ancora vederla sta benedetta via Veneta di cui si parla. Ma resto ottimista e continuo a remare.

Ad majora! WSM

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

6 risposte a La Via Veneta …..

  1. Eugenio ha detto:

    Leggendo questo articolo di Giovanni,anche IO mi chiedo cosa sia questa Via Veneta per L’Indipendenza..(Forse il comitato per il Referendum? e questa sarebbe la via Veneta?) IL Giovane Indipendentismo Veneto,da come vedo è Confuso e Inconcludente..Finchè non si fara’ un Unico Movimento di Liberazione del Popolo Veneto ,non si concludera’ Mai niente di SERIO..Questo Movimento deve Rapresentare Tutte le varie posisioni politiche (sinistra -centro-e destra) Uno Statuto chiaro ,tesseramento di veri Indipendentisti ,i nuovi devono aspettare almeno due anni ,per essere iscritti e poi votazioni per eleggere un presidente ed un Comitato Centrale che rapresenti le varie posizioni.(cosi evitiamo i vari Personalismi ed i vari Megalomani ) Certo che in questo Movimento Autonomisti e Federalisti ,non ci devono assolutamente Entrare,Questi sono Nemici interni del ‘Indipendentismo Veneto.Sul Movimento 9 Dicembre ,è chiaro ke non c’entrano niente con NOI..E spero che presto se ne discuta di questa Manifestazione e delle sue conclusioni..ed IO aggiungo del loro Fallimento..W.S.M.

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      Eugenio una replica veloce: è indubbio che il 9/12 è stato un Grandissimo successo, mai viste tanti Gonfaloni lungo le strada x cosi tanto tempo….. mai avuto tante occasioni (tutte colte) x demolire le fragili e ridicole convinzioni di certi veneti in merito alla loro italianita! La vera differenza è solo tra chi perde tempo in ciacole e polemiche e invece chi si da da fare…. 😉 la aspettiamo “sul campo il 19 gennaio ” 😉

      Mi piace

      • Eugenio ha detto:

        Ricordo a Bestsilvio che in questa pagina si viene per discutere (Tu li chiami Ciacole) Darsi da fare Certo ,ma ti rammento che io sono un Veneto (di sangue ,ossia non adottato) che abita in Lombardia ,ma alla prosima manifestazione del 25 aprile ci Saro’.Per quanto riguarda la Manifestazione dei Forconi ,dopo quattro giorni si era gia’ Divisa ,ed uno dei loro Capi un certo Danilo Calvani ha detto che questa manifestazione è stata un FLOP..SE lo dice LUI che è stato uno dei Promotori…Comunque ci sarebbe da discuterne su questa Manifestazione e sui vari Personaggi che l’hanno indetta ,e sulle altre organizzazioni ho partiti che vi hanno aderito..ma credo che non se ne parlera’ troppo…:0)

        Mi piace

      • bestsilvio ha detto:

        Eugenii quello che intendevo è che una cosa è quello che si discute e le ciacole in Face , altra la vera entità delle situazioni che si sono create e i tantissimi nuovi Veneti coscienti di esserlo grazie alla fatica e ai giorni passati ai presidi. Le ricordo che Verona non è mokto lobtana e il 19 gennaio saremo in tantissimi tutti li…. 😉

        Mi piace

  2. Renato Tessarin ha detto:

    Ma come ,credete che con i presidi stradali veneti sia stato tempo perso all’addiaccio , poichè persone ben motivate e risolute, hanno presentato gravi carenze nell’affrontare con efficacia gli eventi ,sventolando al di qua delle barricate la stessa bandiera dell’avversario ? non vedete che il Veneto c’è – Galileo Galilei affermerebbe in tutta evidenza :eppur si muove – molte coscienze si sono espresse con l’azione, altre si sono scosse, altre ancora si sono lamentate ,ma tutte si sono interrogate – ORA – E SEMPRE PIU’ INCISIVAMENTE IL VENETO C’E’ -E SI MUOVE – medita e realizza iniziative pratiche sempre piu numerose condivise e partecipate ,che hanno perso l’aura da terrorismo ,che avevano azioni come quella del campanile di SAN MARCO -> il tempo e lo stato italiano gabelliere lavorano per noi -la sfiducia nell’italia dilaga -direi che in questo momento storico ,il tenere i nervi saldi ,sia la nostra arma atomica- > la pochezza delle nostre armi messe in campo,puo’ essere paragonata ad una tattica di sfiancamento del nemico attraverso sortite imprevedibili-modello viet cong -che allargano il nostro ambito di liberta’ di azione e acuisce la qualita’ delle iniziative -con sempre meno veneti timorosi e confusi sul da farsi difronte all’emergenza economica che ci attanaglia sempre piu’- >aggiungo poi che al giorno d’oggi,uno stato che reagisce con durezza politica ,sarebbe comunque condannato dalle istituzioni straniere- sara’ per questo che lo stato italiano ha scelto l’arma fiscale per intimidire, opprimere e soggiogare definitivamente i suoi cittadini- – ma sappiamo tutti che pacifisti risoluti come GANDI ,qui calano l’asso -WSM.-

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...