IL PECCATO ORIGINALE

di Renato Tessarin

peccato originaleLa repubblica italiana, nata sulle ceneri del fascismo e a causa della reazione a questo momento politico, porta un peccato originale che è il garantire il massimo di libertà a tutti, comunque e senza limiti per non sembrare ancora AUTORITARI, secondo lo schema fascista.

Seguendo questo paradigma, la societa’ è nata col seme già incancrenito, lasciando che la persecuzione delle manifestazioni delittuose più gravi, fosse lasciato alla sensibilità del singolo magistrato. Mafia, corruzione istituzionale, malefatte e amenità operate nella gestione della cosa pubblica sono perciò sempre stati considerati alla stregua di incidenti di percorso, nella progressione della luminosa storia democratica italiana.

Con questi presupposti, il degrado totale conseguente è sotto gli occhi di tutti. Il significato di giustizia e di eguaglianza sociale è stato sostituito dallo spirito di prevaricazione da parte di chi è più libero di operare secondo schemi criminali,  perche’ garantiti da una costituzione, oltremodo, LASSISTA a tutti gli effetti : nella teoria e nella collusione tangibile a tutti i livelli sociali.

corte_costituzionale_toghe_rosse_01Ogni forma di governo, anche il più antidemocratico, per sopravvivere ha bisogno di regole certe, formulate all’uopo – le regole della repubblica italiana sono ispirate, in prima analisi,  all’anarchia e al sopruso degli uni sugli altri -HOMO HOMINIS LUPO -DIVIDE ET IMPERA – che sono buone solo per un sistema governato da un SOVRASISTEMA – che può dirigere e cooptare più agevolmente i propri sudditi .

Il mito della democrazia italiana e della sua gloriosa costituzione perde perciò ogni suo significato, quando si scontra con le vite e le coscienze dei Cittadini Normali, CHE PROVVEDONO COI FRUTTI DEL PROPRIO LAVORO A MANTENERE UNA STATO E UNA CLASSE DIRIGENTE INETTA E CORROTTA NEL PIU’ PROFONDO,  CHE QUINDI NON PERSEGUE I SANI PRINCIPI DI SVILUPPO, PROGRESSO E BENESSERE GENERALE,  A CUI E’ DEMANDATA,  A  NOME DEL POPOLO ITALIANO CHE DA SOVRANO, DEVE ESSERE L’UNICO DESTINATARIO DEI BENEFICI ( IN VIA COMPLETAMENE ESCLUSIVA )

Costituzione 4Tutto il contrario del giorno d’oggi che ci fa vedere che le RIFORME vengono fatte nel nome e per conto di entità quali l’ Europa, che ne ignora le amare conseguenze per i popoli italiani, ma che sicuramente sa che le risorse andranno ad ingrassare ambiti internazionali, parassiti della società italiana ==> ne consegue quindi che LA COSTITUZIONE ITALIANA E’ QUINDI PROPEDEUTICA AL PARASSITISMO,  sia nazionale che internazionale , delle risorse dei suoi cittadini

– > tutto questo per dire che  una vera e sana democrazia ha bisogno che sia definito un quadro generale, con delle normative, che attingano al DIRITTO NATURALE, ma che non dovrebbero andare oltre il BUON SENSO,  per non diventare foriere di effetti criminogeni, nell’ambito degli effetti sociali.

CON CIO’ POSSIAMO AGEVOLMENTE  ORA  FAR ATTENZIONE AL CASO DELLO STATO VENETO CHE,  NELL’AMBITO DELLA DEMOCRATICA COSTITUZIONE ITALIANA,  E’ DESIGNATO AD ESSERE PARASSITATO E DEPREDATO -SINE DIE-, cioè a tempo indeterminato, senza farsi tanti democratici scrupoli !!!

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

13 risposte a IL PECCATO ORIGINALE

  1. Menocchio ha detto:

    Quindi il peccato originale della Repubblica è che la Costituzione concede la libertà “assoluta”? è questo il motivo per cui l’Italia è messa così? il fatto che 3/4 dell’apparato statale fosse lo stesso di quello ante 1943 non conta nulla (magistrati, prefetti, politici)? Non conta nulla nemmeno la “guerra” che è stata fatta per dare attuazione alla costituzione (con la prima sentenza della corte costituzionale del 1956 )? quindi la colpa è di una pezzo di carta che darebbe troppa libertà e causerebbe lassismo? allora le cose sono logicamente semplici:
    se la costituzione non va bene si cambia e si può e se non fosse la costituzione il problema ma il livello civile degli italiani (e dei veneti)?
    quanti se la sono mai letta questa malefica costituzione? ora se il livello medio dei cittadini italiani è scadente non addossiamo la colpa ad un pezzo di carta che sarà imperfetto e lo sapevano anche i costituenti ma poteva, può e potrà essere modificato. Per quanto riguarda i veneti basta dare uno sguardo alla classe dirigente veneta che si sono scelti a Roma e a Venezia.

    Mi piace

  2. Loris Palmerini ha detto:

    La Costituzione viene sistematicamente violata, le elezioni sono una fandonia, il potere è in mano alle banche …….. e tu parli di eccesso di libertà? BOH !

    Mi piace

  3. Marco ha detto:

    Non si è nemmeno liberi di fare un referendum per capire cosa vuole il popolo veneto… Ma di quale libertà parli.

    Mi piace

    • palmeriniloris ha detto:

      “Non si è nemmeno liberi di fare un referendum per capire cosa vuole il popolo veneto… Ma di quale libertà parli.” Mi dispiace ma non è assolutamente vero. La regione veneto è interdetta a fare un referendum regionale, e questo è ovvio dato che è un ente dello stato, vedi anche sent 365/2007 della Corte Costituzionale sul fatto che la Regione non è altro che un pezzo della Repubblica. Se il Popolo Veneto può volesse fare un referendum potrebbe benissimo farlo, naturalmente consultando esclusivamente i veneti , naturalmente consultando tutti i veneti che dal punto di vista legale istituzionale vanno da Bergamo a Udine. Il movimenti politici indipendentisti che puntano alle regionali si sono inventati l’equazione errata “regione veneto” = “popolo veneto” , ma oltre ad essere del tutto falso (dimostrami tu perché NON SAREBBERO VENETI quelli della VENEZIA che sta in Friuli-VENEZIA-Giulia), e capisci che sono fasulli indipendentisti perché riconoscono legalità all’Italia che in realtà ha operato l’invasione del Lombardo-Veneto nel 1859 e poi nel 1866 .

      Ma nulla ci impedisce di fare un referendum, solo che occorre farlo attraverso gli organismi di Autogoverno del Popolo Veneto , http://www.statoveneto.net

      Mi piace

  4. Renato Tessarin ha detto:

    caro LORIS ,ti risulterà pure paradossale quanto scrivo -però è del tutto evidente che le maglie larghe della costituzione permettono e creano un diritto per commettere ogni sopruso : dalle elezioni falsate ,al potere vero in mano alle banche a ogni tipo di nefandezza e maceria sociale>-prolificano anche per merito dei cittadini italiani che ignorando il significato intrinseco di una costituzione ,vivono il lassismo civile promulgato dalla costituzione e ne sfruttano le possibilità per fini personali ,molto spesso ,ai limiti dell’agire in modo civile e legale ,fino a cadere in atti delinquenziali o criminali- una società cosi imbarbarita come la nostra come fa a trovare una via normale alle riforme ( attraverso la strada del lassismo ) ???- caro Menocchio ?

    Mi piace

    • palmeriniloris ha detto:

      Renato, c’è una contraddizione di fondo nel tuo discorso.

      La Costituzione è “lasca” e allora le conseguenze sono il lassismo e le elezioni illegali?

      No, queste cose sono vietate dalla Costituzione in vari articoli e nei principi generale.
      Occorre sapere che la prima parte della Costituzione è “programmatica”, cioè principi generali , ossia non costituisce norma formale direttamente applicabile se non attraverso le leggi e purché esse non siano in contraddizione. Le dispute da risolvere le gestisce la Corte Costituzionale.

      Se la” sovranità appartiene al popolo”, come è possibile che la Costituzione sia colpevole delle illegalità dei politici.

      La Costituzione prevede che ci sia diritto paritario di concorrere, e pure la legge elettorale vieta che chi ha le TV possa essere eletto. Invece per 20 anni abbiamo avuto una associazione sovversiva che occultava questo fatto. Cosa c’entra la Costituzione ?

      Oltretutto ci sono un sacco di leggi internazionali che vincolano l’operato del legislatore, che sono recepiti dalla Costituzione per l’art.10. Fra questi i diritti umani, che l’Italia viola. Cosa c’entra la Costituzione che li protegge all’art.2 ?

      Invece il legislatore (i partiti) se ne sbattono, e viola i principi internazionali e la Costituzione.

      Le elezioni sono illegali non perché è colpa della Costituzione, ma per le illegalità organizzate da un regime non democratico (dittatura mascherata) che si auto elegge a suon di colpi di stato che simulano una democrazia. Dato che le elezioni sono illegali, sono ovvie conseguenze la mafia-politica, il lassismo ,la corruzione ecc ecc

      Ti faccio un altro esempio di violazione della Costituzione : le Commissioni tributarie.

      Le Commissioni tributarie dovevano essere sciolte nel 1953 per la VI disp. transitoria e finale della Costituzione.
      Invece sono ancora in piedi, e sono in violazione della Costituzione perché dentro non ci sono giudici-magistrati come da art.100-102 della Costituzione.

      Il giudice tributario è spesso un dipendente del Ministero delle Finanze, che di solito è la controparte del processo.

      Ossia il giudice tributario è spesso un precario stipendiato direttamente (a termine) dalla controparte, ossia non è terzo né costituzionale, e il tutto non si svolge nei Tribunali in sezione specializzate, ma in corti abusive.

      Per aver chiesto la verifica di questo ho preso pure una condanna penale, ossia per aver chiesto il rispetto della Costituzione.

      Sono probabilmente l’unico caso di persona condannata per aver difeso la Costituzione.

      Sai perché la politica non interviene? Perché tengono non-giudici che decidono i non-tribunali?

      Perché in questo modo lo stato (i politici) possono prenderti i soldi con una velocità assoluta mentre per darti giustizia non ci pensano nemmeno e loro si auto assolvono continuamente con leggine e prescrizioni.

      Cosa c’entra la Costituzione con tutto ciò ? NULLA!

      Ti ripeto, non è la costituzione fatta male, semplicemente essa è violata sistematicamente.

      Il tuo discorso non è fondato sul diritto, ma su una voglia di dar contro ad un sistema che ci è alieno, quello della mafia-politica.

      Anche io non sopporto questo sistema, mai sopportato.

      Ma la voglia di civiltà e democrazia va però espressa in maniera adeguata e utile.
      Dicendo che la Costituzione non va, e non è vero, aiuti ( paradossalmente ) a giustificare il tentativo del regime che vuole cancellare la Costituzione, lo stesso che la sta violando.

      La Costituzione non serve al Governo, ma serve ai cittadini per imporla al Governo quando questo ne abusa.
      La Costituzione deve essere brandita come un’arma contro il governo che viola, se necessario chiedendo allo Stato-Polizia di arrestare il Governo che sovverte la Costituzione.

      E nessuno lo fa perché non esiste un cittadino italiano: l’Italia è il risultato della lotta continua di bande di potere e di territori che si fottono fra loro alternandosi al potere, tutti d’accordo però a fregare i soldi a chi li ha sempre dati.

      Non è solo colpa della dittatura se siamo ridotti così, c’è una ignoranza diffusa della Costituzione anche da parte dei cittadini.

      I discorso che fai può essere preso a giustificazione falsa per un ulteriore colpo di stato dato dalla modifica della Costituzione.
      Che tu te ne renda conto o no, questo non aiuta nessuno, nemmeno gli indipendentisti.

      Al contrario, evidenziando che la Costituzione viene violata sistematicamente dall’Italia se le cose non cambiano scatta per noi il diritto umano e costituzionale all’indipendenza da un regime mafioso.

      In ogni caso, credimi, non è colpa della Costituzione se siamo ridotti così, ti posso fare almeno 10 esempi di gravissima violazione di essa, anche da parte delle più alte cariche.

      Se vuoi guardati il dossier a questo indirizzo http://www.italia.8m.com/salva/index_it.htm

      Mi piace

    • Menocchio ha detto:

      Caro Renato invece di tenerci sul vago mi fa un esempio per cui la costituzione causerebbe lassismo? in che modo permette elezioni falsate? in che modo/articolo affida il potere alle “mitiche e cattivissime ” banche?

      Mi piace

  5. Eugenio ha detto:

    Secondo Mè lo Stato Italiano ,è nato Male..ha tirato a campare finchè c’è stata l’U.R.S.S ,Caduto il Muro di Berlino,con il Nuovo Ordine Mondiale,e con le invazioni (acettate e volute dai nostri Industriali ,Massonici) Stiamo andando alla Deriva …Unica Alternativa Organizzarsi per un VENETO STATO..(Ma che non sia una Piccola Italia)

    Mi piace

  6. AndreaD ha detto:

    Mi permetto di citare queste parole:
    “I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi.
    Non c’è definizione di fesso. Però se uno paga il biglietto intero della ferrovia; non entra gratis a teatro; non ha un commendatore zio, amico della moglie e potente sulla magistratura, nella pubblica istruzione, ecc..; non è massone o gesuita; dichiara all’agente delle imposte il suo vero reddito; mantiene la parola data anche a costo di perderci, eccetera: questi è un fesso.
    Il furbo è sempre in un posto che si è meritato non per le sue capacità, ma per la sua abilità a fingere d’averle. Colui che sa è un fesso. Colui che riesce senza sapere è un furbo. Segni distintivi del furbo: pelliccia, automobile, teatro, rastaurant, donne.
    L’Italia va avanti perchè ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l’Italia sono i furbi che non fanno nulla, spendono e se la godono.”
    Scriveva così Giuseppe Prezzolini nel suo “Codice della Vita Italiana” pubblicato nel lontano 1921.
    Io sono sempre stato in disaccordo con le tesi che sostengono la piena colpevolezza della Costituzione italiana in quello che è il fallimento del “sistema Italia”. Le parole di Prezzolini invece mi confermano un dato di fatto: l’Italia non ha mai funzionato perchè non sono mai esistiti gli italiani. Si è sempre tentato di costruire artificiosamente un popolo italiano in tutte le epoche: al tempo dei Savoia (mi viene in mente la retorica deamicisiana), con il fascismo e durante tutte le fasi della Repubblica, compreso l’attuale superpatriottico PD. Risultati: zero. E una nazione senza popolo sarà sempre destinata ad una brutta fine: quello che sta attualmente succedendo.
    Certo, la recente Costituzione italiana non è perfetta al 100%, ma d’altra parte non esiste nel mondo reale “lo stato perfetto”. Però è un dato di fatto che da quando esiste è sempre stata calpestata dal potere di turno e che che negli ultimi decenni è stata sistematicamente disattivata con la complicità di quelle “colombe europeiste” che hanno messo il destino della gente in mano alle elite neomercantili mondiali.
    I furbi e i parassiti esistono da sempre, in ogni epoca e in ogni luogo, e ad “inventarli” non è stato di certo un documento scritto. Se ora noi siamo qui a progettare la nostra nuova Nazione Veneta, e vogliamo che sia un Paese serio, dobbiamo pensare ad un Popolo dove i cosidetti “fessi” finalmente emergano dal loro limbo di autorassegnazione e passività per mettere in riga i cosidetti “furbi”, relegandoli nel posto più consono al loro “status morale”, cioè ai margini della società.
    E’ una questione di volontà e consapevolezza, non di costituzione.

    Mi piace

    • Menocchio ha detto:

      Concordo. Se in Italia avessimo la Costituzione svizzera saremmo nella stessa identica situazione poiché la più grande garanzia dei principi costituzionali sta nel popolo vigile, inutile commentare il grado di civiltà e conoscenza della legge e dei principi costituzionali da parte del 80% degli italiani (e veneti).

      Mi piace

  7. Renato Tessarin ha detto:

    certo ,in fondo ,è un eufemismo l’affermare che la costituzione italiana è lassista ” tout court ” ;ma serve a semplificare fino all’osso dei validi concetti , per renderli evidenti a chiunque .- si dovrebbero condannare i cittadini per la propria ignoranza civica circa il dettato costituzionale italiano – e per il lassismo difronte a chi bai passa in maniera criminale la costituzione – concordo che il ” goal “sia il condannare direttamente l’uso spregiudicato e criminale che un potere illegale fa della costituzione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...