Mentalmente liberi, leggeri si vive meglio !

di Guidotin

Faccio seguito all’efficace articolo di Andrea Arman (cliccare qui) per aggiungere un mio contributo alla … causa.

DONNA CHE MEDITAGiorni fa invitando tutti i “meditanti”a partecipare alla riconquista della indipendenza (cliccare qui) e alla rinascita di una Nazione in cui anche le loro legittime aspirazioni potranno essere favorite, ho  scatenato alcune reazioni. Degli amici hanno voluto convincermi che esistono delle priorità. Su questo concordo con loro. Su quali siano, ovviamente, spetta a ciascuno di noi decidere. Per loro tutto ciò che non rappresenta una diretta “aggressione” di un problema è dispersivo e inutile ai fini del risultato. Per loro, sprecare tempo per … “lavorare su noi stessi” piuttosto che per combattere energicamente per la causa non è perdonabile. Per me le due cose possono andare di pari passo e non si contraddicono.

Ciascuno, scegliendo il modo più adatto alle sue attitudini, secondo me, deve cercare di raggiungere un suo equilibrio interiore e un po’ di pace e le energie profuse per la nostra causa sarebbero meglio indirizzate, meno sprecate. Ma voglio qui spiegare meglio il perché, secondo me, sarebbe opportuno farlo : prima di tutto per la nostra salute! Se essa ci viene a mancare addio lotta, addio progetti futuri (se non quelli relativi al suo recupero!).

stress1Ma parliamo di stress. Molto brevemente. Quando ci sentiamo “aggrediti” da eventi o situazioni in cui è richiesta una rapida risposta di difesa, questa avviene, fisiologicamente, attraverso la secrezione di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali. La funzione del cortisolo (che è un ormone) è quella di preparare l’organismo a reagire (l’apparato muscolare scatta e tutti gli altri apparati fisiologici sono supportati nella loro funzione). Il suo alto livello nel sangue dovrebbe sussistere fino a quando l’emergenza non sarà superata. Fino a qui tutto rientra nella norma. Il problema sorge quando lo stress diventa cronico. Se siamo sottoposti continuamente ad “aggressioni” (mi riferisco a quelle che derivano dalle mille preoccupazioni scatenate dalla attuale situazione sociale oltre a quelle che derivano dai nostri personali problemi esistenziali) o ad una costante incertezza, la permanenza del cortisolo nel sangue produce danni alla salute sia fisica che mentale. Secondo uno studio pubblicato sui “Proceedings of the National Academy of Sciences” dallo scienziato NaraYanan Kandasamy e dai suoi colleghi dell’Università di Cambridge, nel Regno Unito, (cliccare qui) uomo-depressol’alto livello di cortisolo (detto “ormone dello stress”) da un punto di vista comportamentale favorisce un pessimismo irrazionale che influenza la capacità di correre dei rischi diminuendo le capacità cognitive, aumentando l’ansia e portando verso uno stato depressivo. Se ci fosse la necessità di prendere decisioni importanti e coraggiose, la capacità di farlo verrebbe a mancare e la mancanza di chiarezza sulla valutazione del rischio renderebbe eccessivamente prudenti e poco o nulla efficaci!

E qui mi riallaccio al bell’articolo di Andrea aggiungendo alle motivazioni da lui evidenziate (che giustificano una poca voglia di reagire e di prendere in mano il proprio destino) anche questa causa. La situazione di emergenza continua in cui stiamo vivendo da troppo tempo, associata alla frustrazione nel sentirci ostacolati nella nostra crescita personale e sociale dagli interessi di una classe politica concentrata solo in sé stessa e nei suoi privilegi FA AMMALARE IL POPOLO!

FuturoC’è chi reagisce facendola finita, e chi somatizzando e perdendo sempre più la capacità e la volontà di reagire. Una cura esiste, secondo me, che potrebbe salvarci la vita. A questo punto penserete che io vi suggerisca la … meditazione (la quale oggettivamente combatte lo stress e potrebbe essere sicuramente utile se la scegliete come sostegno personale). Non lo escludo affatto ma per uscire dallo stato depressivo in cui lo stress costante a cui siamo sottoposti non potrà che indurci occorre una sferzata di entusiasmo, una boccata d’aria pura.

FelicitàOccorre la certezza che possiamo lottare per un obiettivo : la  sovranità della nostra Nazione in cui potremo vivere senza l’orribile senso di oppressione che per generazioni ha soffocato il nostro popolo, indebolendolo fino a comprometterne la volontà.

Non ci sarà “cortisolo” che tenga se saremo sostenuti dall’entusiasmo di lottare per una causa giusta e dalla certezza di poterla conquistare e anche la nostra salute ne ricaverà preziosi benefici!

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Mentalmente liberi, leggeri si vive meglio !

  1. Eugenio ha detto:

    Nei Tempi Moderni credo che lo STRESS Sia aumentato,per il genere di vita che facciamo,se in piu’ aggiungiamo i periodi di Crisi economica ,e morale,la cosa Peggiora.Allora che Fare? C’è chi fa corsi di YOGA ho Meditazione ,chi se lo puo’ permettere si fa una vacanza da solo,altri corrono nel tempo libero ,dicono che correre aiuta ad diminuire lo stress.Comunque credo che la Categoria meno Stressata siano i Frati..nei conventi…Lottare per un Obbiettivo Comune ci puo’aiutare .Ma certe volte sentendo certi Personaggi Politici e da come si comportano (parlo di certi che si dicono Indipendentisti ) Lo Stress Aumenta ..e si questa è la Vita Moderna ….

    Mi piace

  2. bestsilvio ha detto:

    L’ha ribloggato su Vivere Veneto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...