LA BANDIERA E’ UNA SOLA !

di Guidotin

GandhiLa convention sulla “disubbidienza fiscale” che si è svolta ieri sera al Teatro San Marco di Vicenza ha ancora una volta evidenziato, se ce ne fosse stato bisogno (e c’è!), l’urgenza di recuperare la nostra dignità di uomini prima ancora che di veneti.

L’urgenza di uscire dalle “sabbie mobili” prima che ci risucchino inesorabilmente verso un fondo da cui non sarebbe facile risollevarci. L’urgenza di alzare la testa dimostrando di avere il coraggio di fare delle azioni concrete.

L’ispirazione tratta, da gran parte dei relatori , dalla frase di Gandhi. “Rifiutarsi di pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per sconfiggere un governo” è stata calorosamente condivisa dalla maggior parte dei presenti ma è soprattutto stata la voglia di indipendentismo a far da “collante” fra i vari gruppi organizzatori dell’evento. Al grido comune “La vita e la libertà vengono prima delle tasse e dello stato” si è aggiunto l’invito a riconoscersi tutti uniti sotto una stessa bandiera, quella di San Marco che troneggiava ovunque nella sala.

Una sala che, a mio parere, potrebbe non avere contenuto tutte le persone che, avendo un unico obiettivo, avrebbero dovuto essere presenti. Pur nella diversità di approccio e di punti di vista (ieri sera, per esempio, veniva trattato prevalentemente il tema fiscale) credo che ad una iniziativa promossa da chi mira all’indipendenza del Veneto prima di tutto, dovrebbero partecipare tutti i gruppi per radunare folle sempre più numerose di patrioti, magari con idee diverse sul modo di raggiungere lo scopo ma con nel cuore una fede comune. Se, per esempio, dopo avere discusso del tema prescelto, ieri sera fosse stata annunciata la Marcia Silenziosa di domenica prossima a Vicenza credo che il movimento indipendentista in toto ne avrebbe tratto vantaggio.

Tanti veneti 2Non intendo dire che il mancato annuncio sia stato fatto di proposito ma ho la spiacevole sensazione (da semplice osservatore) che il frazionamento indebolisca tutti, così come l’unione darebbe a tutti una maggiore forza. E questo non è il momento di continuare ad essere deboli. Sappiamo tutti che se ieri sera ci fossero state solamente 50 persone i media ne avrebbero approfittato per sottolinearlo e sappiamo, contemporaneamente, che se alla marcia parteciperanno “quattro gatti” (o “quattro leoni” se preferite!) non mancherà qualcuno che tirerà le sue conclusioni affrettate : “quattro gatti” (o “quattro leoni”)non bastano a cambiare le cose …

IMG_3904Ho già trattato in precedenza questo tema e non mi rassegno nel vedere come la “polverizzazione” dei movimenti faccia il gioco di chi, in questo momento, detiene il potere. La bandiera è UNA SOLA! Possibile che non ci si possa riconoscere tutti nel simbolo che rappresenta e tutti insieme (come il lunghissimo biscione degli indipendentisti catalani) far sentire la nostra presenza, reclamare i nostri diritti, sensibilizzare con una maggiore forza coloro che ancora vivono nell’illusione di avere dallo stato italiano protezione e rispetto? E’ vero che più gruppi ne parlano (vedi Lega; vedi Grillo etc.) più la voce si espande ma anche più confusione si crea.

Al di là del giudizio politico, molte persone con cui ho parlato in questi giorni criticano il concetto della indipendenza considerandolo un obiettivo esclusivamente leghista e ce ne vuole a convincerli che non tutti gli indipendentisti sono leghisti, anzi… Insomma, ben venga che da una parte all’altra della nostra terra, in un modo o nell’altro si faccia di tutto per recuperare la coscienza della nostra identità ma confidiamo che il troppo individualismo non produca più danni che benefici trasmettendo a chi ci osserva l’immagine di un popolo troppo diviso per essere forte.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

5 risposte a LA BANDIERA E’ UNA SOLA !

  1. erik ha detto:

    Ma avete provato gebtilmente a chiedere se potevano fare l’annuncio a fine serata? Perché se nn chiedete mi sembra ovvio che non lo dicano, su queste pagine è intervenuto il presidente de il Veneto decida a far togliere un logo…questo la dice lunga…

    Mi piace

  2. Eugenio ha detto:

    Condivido pienamente questo Articolo..Aggiungo solo una cosa..se c’è gente che dopo 20 anni di LEGA crede che sia Indipendentista ..la faccenda è Grave ….

    Mi piace

  3. Mario ha detto:

    L’unione o almeno un maggior coordinamento tra i gruppuscoli contribuirebbe a dare alla gente l’impressione di maggior serietà. Senza contare che il numero chiama numero. Mi è capitato di presenziare a manifestazioni o conferenze praticamente deserte e di ricavare una pessima impressione dei gruppi che le avevano organizzate. O le cose si fanno per bene e con la certezza di muovere tante persone, o è meglio non farle perché si rischia di tirarsi la zappa sui piedi. Uno che ha ricevuto l’impressione che ho ricevuto io non si fa più vedere una seconda volta.
    Ognuno ha delle competenze utili da spendere per il bene di tutti. Sarebbe interessante creare dei gruppi di lavoro tematici per l’organizzazione di serate di argomento storico, economico, giuridico, sociale …, costituiti da membri appartenenti alle varie associazioni e che potrebbero essere utili anche a pianificare i programmi elettorali per le elezioni amministrative qualora si ritenesse opportuno parteciparvi con delle liste civiche.
    Invece che mobilitare tutte le forze utili in ambito veneto a me sembra si preferisca ricorrere ai servigi di gente foresta come Berardini, Bassani e altri professoroni lombardi tutti apostoli del macroregionalismo.
    Quanto alla lega, è un partito lombardo e fa gli interessi dell’eterno triangolo Milano, Bergamo e Varese. La lombardia è stata da due secoli in qua l’ancora che ha tenuto il Veneto legato al resto della penisola. Fin tanto che la lega rimarrà in piedi contribuirà soltanto a fare confusione come per la questione delle firme ai gazebo e della miriade di movimentucoli creati dai leghisti espulsi che ben lungi dall’essere per l’indipendenza continueranno sempre a condurre una lotta personale contro gli antichi compagni di partito.

    Mi piace

  4. adminaltovicentino ha detto:

    Ho notato anch’io (purtroppo) che per prima cosa manca un vero coordinamento fra i vari “movimenti” o gruppi.Ma questo è da imputare ai vari leaders che li hanno fondati o addirittura “conquistati”.Purtroppo molti di loro sono sulla breccia da svariati anni, troppi anni, se i risultati finora accuisiti sono quelli sotto i nostri occhi.Dovrebbero essere loro a tentare di conglobare le varie anime dei Veneti ed invece,troppo spesso sono solo capaci di litigare tra di loro per questioni che non stò neanche ad elencare tanto sono squallide e dannose.La base,specie i moltissimi giovani,vedrebbero molto volentieri l’unità d’intenti dei loro “portabandiera”.Ecco,con queste mie osservazioni non voglio mettere in dubbio lo spirito venetista di alcuni,ma certo che se vogliono VERAMENTE arrivare dove dicono.dovranno effettivamente cercare di parlarsi per il bene comune che in poche parole possiamo chiamarlo INDIPENDENZA.

    Mi piace

  5. Eugenio ha detto:

    Credo che sia il Mario che Adminaltovicentino ,abbbiano Ragione,ma bisogna specificare ,che da quello che ho capito IO,nei vari Gruppi ci sono due frazioni quelli che vorrebbero partecipare ad elezioni amministrative tipo Regione,provinciali e comunali,e quelli che si Rifiutano di parteciparvi xkè se una volta eletti devono giurare sulla costituzione Italiana (ed io sono uno di questi) Ma queste due Frazioni devono Unirsi in due Blocchi,Non possono restare divise in Gruppetti ,in contrasto tra di Loro Se no non si puo’ parlare di Indipendenza Veneta ,ma di Inpotenza Veneta.E poi questi gruppi mi da l’inpressione che non abbiano una Democrazia interna dove ogni tanto si vota il loro capo ho rapresentante,ma si comportano come dei piccoli Bossi..Speriamo che con il tempo le cose migliorino e che S.Marco li illumini…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...