TRA POLITICA E FEDE…

da uno scritto di Don Floriano Pellegrini

In risposta all’editoriale comune dei nove direttori dei settimanali diocesani del Veneto – schieratisi apertamente contro l’indipendenza ma in favore del federalismo – riceviamo e pubblichiamo il comunicato n.1664 di Venerdì 28 marzo 2014 scritto da Don Floriano Pellegrini (tratto da ” Il libero maso de i Coi”).

I DIRETTORI DEI SETTIMANALI DIOCESANI DEL VENETO SONO ANDATI FUORI STRADA

pax tibi marceI direttori dei settimanali diocesani del Nordest hanno fatto una dichiarazione contro l’indipendenza del Veneto, dichiarandola “sbagliata, antistorica e impraticabile” (clicca qui per andare alla notizia). Non portano però alcuna motivazione e risultano smentibili.

In quanto all’essere un progetto sbagliato, infatti, il vero è una possibilità come un’altra; se essi lo considerano sbagliata, non hanno diritto di pretendere, come vorrebbero, che tutti ragionassero con la loro testa.

In quanto all’essere un’eventualità contraria alla storia, la loro stessa frase è una barzelletta! Quante volte nella storia sono stati necessari dei ritorni al passato! san marco evangelistaDopo il ventennio fascista e dopo i decenni del comunismo in URSS è stato necessario ricominciare; dopo due secoli da che le Regole erano state abolite, sono state ripristinate; il latino nella Messa era stato tolto ed è tornato, e si potrebbero fare tanti altri esempi di situazioni tornate in vigore, mentre poco prima si credevano morte e sepolte.

In quanto a progetto impraticabile, anche questa è una barzelletta! Se lo fosse, perché spingono affinché non la gente non lo realizzi?

Si tratta dunque solo di loro volontà politica, quando, come direttori di giornali diocesani, non dovrebbero fare scelte politiche. In contrasto, tra l’altro, con il magistero della Chiesa che dichiara la libertà dei credenti nelle questioni istituzionali e politiche, vincolandoli solo in quelle che non riguardano la fede e la morale. Lo stesso papa Pio XII, quindi prima del concilio, pur avendo una sua linea politica, non pretese che i cattolici votassero monarchia o repubblica, ma li lasciò liberi.

messa s.stinoLa Chiesa è sempre stata rispettosa e insegna a rispettare il potere costituito, purché sia legittimo. Non credo che i direttori dei giornali siano dei profeti, che sanno che un Veneto indipendente non sarà mai legittimo; se, perciò, non sono profeti, piuttosto che dire cose gravi e miserabili, come quelle che hanno detto, facevano meglio a tacere.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a TRA POLITICA E FEDE…

  1. patrizia canal ha detto:

    Loro sono ovunque …per nn perdersi nulla se qualcosa va bene …se va male erano presenti per obbligo di fratellanza!! ________________________________

    Mi piace

  2. Francesco ha detto:

    Che riguardino la storia di Venezia e la fede a Venezia dei preti di quel tempo. Che pensino di più alla fede, quella vera e non ai pasticci come hanno fatto fino adesso, facendo politica dagli altari e “costringendo spesso” la gente “anziani” a votare a suo tempo DC!!!???

    Mi piace

  3. William Cortello ha detto:

    ….sia pur Paxe e Saute.

    Mi piace

  4. Eugenio ha detto:

    Secondo mè quando ilClero si mette a fare Politica conbina sempre guai,comunque quando avremo il Veneto Stato ,vedrete che canbieranno idea.

    Mi piace

  5. adminaltovicentino ha detto:

    Da cattolico trovo bellissimo l’articolo e trovo conferma nel pensiero che da qualche tempo mi gira per la testa.Da troppo tempo la chiesa cattolica ha emulato l’andazzo dei politici allontanandosi sempre più dalla gente e dai suoi bisogni sia spirituali che materiali.Bisogna anche dire che per fortuna qualche “prete di campagna” ha cominciato a staccarsi dal comune pensiero dei loro “superiori” essendo in prima linea e pù vicino alla gente.Spero vivamente che siano sempre di più e che così facendo aiutino chi ha più bisogno a trovare forza per andare avanti,nonostante tutto e tutti.Che S.Marco guidi i loro passi e quelli di tutti noi.

    Mi piace

  6. erik ha detto:

    Per fortuna esistono preti come Don Floriano, si può sapere dove ha la parrocchia? Se una volta passo lo ringrazierò personalmente di questo bellissimo articolo.

    Mi piace

  7. marco ha detto:

    è logico che la chiesa sia contraria … anche lei ha il suo tornaconto nel non cambiare le regole!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...