LE GIOVANI VENETE …. LEONESSE, ALTRO CHE “OCHE”

di Enrica Rossetto

FrivoloIn un certo immaginario italico alla idea di ‘giovane donna’ viene spesso associata la parola ‘oca’…

per anni abbiamo combattuto per la parità dei sessi, per i nostri diritti.

In questo momento storico è più che mai necessario dimostrare quello di cui siamo capaci, la nostra terra sta vivendo un momento di difficoltà che porta molte aziende a chiudere e preclude un futuro alle giovani generazioni. Allo s;-)tesso tempo sono in atto grandi movimenti che, attraverso l’indipendenza del nostro Veneto, aprono nuovi scenari e tantissime nuove speranze.

Ora ci viene data la possibilità di decidere il nostro futuro a casa nostra ma sembriamo timorose perché oppresse dallo stato che ci prende in giro, insicure delle nostre decisioni, diseducate all’azione da chi ha interesse ad assopire le coscienze, abbandonate da una politica che si interessa di altro. Molte stanno accettando l’idea di crearsi un futuro altrove, lontano dalla propria terra e dai propri affetti.

Non siamo oche e non siamo fuggitive.

Mary LeonessaAlziamo gli occhi ai nostri gonfaloni, al nostro Leone e facciamo vedere al mondo intero chi siamo…facciamogli vedere che sappiamo camminare con le nostre gambe anche se il sentiero sarà ripido e tortuoso.

Usiamo la grinta che c’è dentro di ognuna di noi, tiriamo fuori tutte le nostre idee perché solo noi possiamo decidere sul nostro futuro.

Ognuna di noi può mettere il proprio mattone sul Nostro Nuovo Veneto, ognuna di noi può scrivere una nuova Pagina.

Esponiamo i gonfaloni, portiamoli in piazza con orgoglio e assieme lottiamo per il nostro futuro.

È finito il tempo dell’immaginazione e dei sogni ed è arrivato quello delle decisioni, il tempo che ci chiede ad una ad una di far sentire forte, la nostra voce rimasta inascoltata per anni.

La nostra voce che viene ridicolizzata da quelli che dicono d’esser con le donne, per le donne, ma che in fondo ci reputano solo una percentuale da dover raggiungere per “dichiarare” la parità dei sessi, senza pensare che noi siamo un’arma in più da poter schierare, un aiuto in più che potrebbe cambiare tutto.

Saremo noi le piume delle stupende ali  fiere

che faranno volare quel leone verso la libertà,

quel leone orgoglioso di noi al cui fianco ci schieriamo proprio perché siamo DONNE che sanno anche ruggire più di un vero leone, col coraggio Veneto che ci scorre nelle vene.

E’ questo il tempo che ci chiede un impegno personale concreto, il tempo di attivarsi e di far vedere chi siamo! 

SAN MARCOCogliamo al volo questo tempo,

è il nostro tempo,  

IL TEMPO DEI VENETI CHE HANNO UN GRANDE PROGETTO,

E IL LORO FUTURO LO SOGNANO  QUI A CASA NOSTRA,  NON IN ALTRI PAESI,

IL TEMPO DELLE DONNE CHE VOGLIONO ESSERE VISTE PER CIÒ CHE SONO: LEONESSE !!!!

 

—————————————————————————-

proprio x questi motivi abbiamo costituito il gruppo  Vivere Veneto Giovani Leoni.

Se sei interessato partecipa anche te scrivendoci alla mail vivereveneto@gmail.com

assieme potremo Ruggire un nuovo Veneto che guarda al Futuro con occhi nuovi , OCCHI VENETI !

Ti aspettiamo

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

8 risposte a LE GIOVANI VENETE …. LEONESSE, ALTRO CHE “OCHE”

  1. Eugenio ha detto:

    Brava Leonessa ,ma di alle donne Venete di non sposare forrestieri ,ma veneti,io o sposato una donna Lombarda perchè sono un Veneto nato in lombardia ,si c’è un po’ di differenza ,ma ,non tanto si va d’accordo.ma con altri popoli la cosa diventa dura..

    Mi piace

    • Thomas ha detto:

      Vabbè Eugenio,
      io sono Veneto “autoctono” e sono felicemente sposato con una romana (che in questi giorni darà alla luce il mio secondogenito).
      La cosa importante è che il partner “foresto” impari a rispettare la cultura veneta (e non è scontato vista la propaganda italiota)!

      E poi, che vuoi… come le dico sempre, a me sono sempre piaciute le straniere! 😀

      Mi piace

  2. giovanni dalla-valle ha detto:

    Bell’articolo Enrica. Adesso che il consenso e’ cresciuto oltre limiti stellari e in modo piu’ veloce di quello che noi stesso pensavamo fino a un mese fa’, si potrebbe riprendere il progetto di un gruppo di Donne per il Veneto Indipendente, sulla falsariga di Women for Independent Scotland, un progetto che gia’ avevo discusso con le adorabili Anna e Mary in autunno (io essendo maschiaccio ne resto fuori, si capisce, ma avevo solo ispirato l’idea).

    Mi piace

  3. erik ha detto:

    Dai sondaggi (pre plebiscito) la componente femminile scarseggiava. Purtroppo io sono un uomo e potevo far poco, il linguaggio di far “politica” è diverso. Questa iniziativa è una grande occasione per far esprimere le donne, Una volta che scendono in campo le donne abbiamo vinto. Ne sono convinto.

    Mi piace

  4. Erica ha detto:

    Concordo con Enrica, ho quarant’anni, quindi non so se posso essere considerata tra le giovani, certo che mi sto dando da fare per spiegare a chi conosco questo grande progetto Veneto, lo promuovo più che posso e credo che la sensibilità femminile possa davvero essere quel qualcosa in più che può migliorare soprattutto l’aspetto sociale della nostra nuova Repubblica Veneta. Odio gli sprechi e amo l’ecologia, per le mie figlie vorrei il Veneto che sogno e che si relizzerà, perchè ora è nel pensiero di tante persone. Coraggio leonesse!

    Mi piace

  5. adminaltovicentino ha detto:

    Leonesse Venete, tirate fuori gli artigli e fate vedere al mondo di cosa siete capaci ! La Repubblica Veneta ha bisogno di Voi !!!! E per carità di Dio, non fate le “gattine”.Non so se mi sono spiegato……

    Mi piace

  6. jandirtrojan ha detto:

    Bravi…brave…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...