25-Aprile: LA FESTA DEL BOCOLO

di Anna Iseppon

veneziaROSAC’era una volta una bellissima nobildonna veneziana, di nome Maria, che si era perdutamente innamorata di un umile trovatore, Tancredi.

Anche il cantastorie ricambiava l’amore per la giovine ma, ahimè, la loro storia era osteggiata dal padre di lei, il doge Orso I Partecipazio. La differenza sociale tra i due ragazzi era troppa, e quel matrimonio non si poteva fare.

Così, per superare l’ostacolo sociale, Maria suggerì al suo amato di partire per la guerra al fianco di Carlo Magno. Se si fosse distinto in battaglia e avesse ottenuto la fama militare, sarebbe stato degno di sposarla e suo padre non avrebbe potuto opporsi alle nozze. E fu così che Tancredi, per amore della sua dama, andò in Spagna a combattere contro i Mori.

Il ragazzo, in breve tempo, divenne il terrore degli arabi combattendo al fianco di altri valorosi paladini cristiani, tanto che gli altri menestrelli cantavano le sue gloriose gesta in tutto il mondo! Immaginava già gli onori al ritorno in patria ed il matrimonio con la sua amata… ma il fato decise diversamente del suo destino.

rosa insanguinataDurante la battaglia di Roncisvalle, Tancredi fu ferito mortalmente e cadde su un roseto, che si tinse del rosso del suo sangue. Poco prima di morire, fece in tempo a cogliere un bocciolo di rosa dalla pianta e consegnarlo ad Orlando, compagno di tante battaglie, pregandolo di consegnalo alla sua adorata Maria quale estremo pegno d’amore.

Poco tempo dopo, i paladini di Carlo Magno fecero ritorno a Venezia. Orlando, fedele alla promessa fatta all’amico, cercò la giovane per raccontarle la sorte del suo grande amore e consegnarle il bocciolo. Maria prese il fiore, rosso del sangue di Tancredi, e impietrita dal dolore si ritirò nelle sue stanze in silenzio.

Il giorno successivo la ragazza venne trovata morta nella sua stanza, con il bocciolo di rosa rossa poggiato sul cuore. Era il 25 aprile.

bocolo bacioDa quel giorno, è diventata usanza per gli uomini Veneziani, nel giorno di San Marco, donare alla propria amata un bocciolo di rosa rossa (il bòcolo) quale pegno d’amore destinato a non spegnersi mai.

_____________________________

Sulla festa del bòcolo si trova anche un’altra leggenda:

Si narra che accanto alla tomba del Patrono di Venezia nacque un roseto. La pianta venne donata a Basilio, un marinaio della Giudecca, quale premio per l’aiuto dato nella trafugazione del corpo del Santo.

rosetoQuando Basilio morì, la pianta divenne il confine tra le due proprietà che si erano divisi i figli. Purtroppo però avvenne una frattura (alcuni parlano anche di un omicidio) tra i due rami della famiglia…e la pianta, da quel giorno, smise di fiorire.

Qualche anno dopo però, due giovani delle famiglie opposte, finirono per innamorarsi. Fu così che la pianta, tornò miracolosamente a fiorire, accompagnando lo sbocciare dei fiori a quello dell’amore tra i due ragazzi, permettendo al giovane di regalare all’amata un bocciolo di rosa nel giorno di San Marco.

In ricordo di questo amore a lieto fine e della pace tra le due famiglie, il 25 aprile  i Veneziani offrono all’amata un bocciolo rosso.

 _____________________________

Venerdì 25 aprile vi aspettiamo tutti a Venezia, con la nostra bellissima bandiera e…perchè no, con un bocciolo di rosa rossa da donare alla vostra amata!

Per info sul festeggiamento Veneto per il nostro patrono San Marco clicca qui —> vai all’evento

rosa-san-marco-2

Per info sulla manifestazione organizzata  il 25 aprile 2014 per realizzare un gigantesco bocolo (composto da 1200 persone circa) in piazza San Marco clicca qui –> vai alla manifestazione

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Eventi e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 25-Aprile: LA FESTA DEL BOCOLO

  1. Vincenzo ha detto:

    Splendida favola…mi è piaciuta molto!!!Evidentemente sono un romantico…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...