RISVEGLIO

di Mauro Fontana

enrico-totiHo studiato – come molti della mia età – sul sussidiario illustrato dalla bella e colorata immagine di Muzio Scevola che al cospetto di Porsenna punisce la sua mano ponendola sul braciere.  Il mio cuore palpitava per la piccola vedetta lombarda che sacrificava la vita segnalando un drappello di soldati austriaci nell’ammirazione di Enrico Toti – soldato nella grande guerra come mio nonno – che come estremo sacrificio scagliava la gruccia verso il nemico (todesco!). Che dire poi del Risorgimento e dei personaggi mito: Cavour, Mazzini, Tommaseo, Manin, Vittorio Emanuele II, e primo fra tutti l’eroe dei due mondi Garibaldi. Già allora mi suonava strano il fatto che un Re e dei Repubblicani potessero avere comuni idee, ma come resistere alle immagini del tricolore e della camicia rossa di Garibaldi! Nell’ammirazione di questi eroi anno dopo anno sono cresciuto.

Regno 1861Quando tu, piccolo italiano, leggi su un libro scritto dai grandi: “La penisola italiana non era ancora del tutto liberata: le Tre Venezie erano tuttora occupate dagli Austriaci” per chi puoi tifare? Per gli Austriaci? Basta guardare i visi degli austriaci carpiti dall’immagine per capire chi sono i cattivi, no? Magari quando prosegui e leggi che c’era un patto di amicizia italo-prussiana e che insieme italiani e tedeschi (ma i todeschi no jera nemici?) avrebbero combattuto contro l’Austria (todeschi!) e che in caso di vittoria all’Italia sarebbe spettato il Veneto forse potevi porti la domanda perché il Veneto è una merce di scambio? Ma c’era quella cartina rassicurante che ti faceva capire come nel Regno d’Italia, di un bel verde, c’erano solo ormai due aree di diverso colore una lo Stato della Chiesa (in giallo) e quella occupata dagli odiati todeschi (in rosa intenso) con la didascalia “territori liberati con la III guerra d’Indipendenza.”

soldatiOgni termine è calcolato e come un seme cresce nella testa del piccolo italiano allevato nell’odio verso un nemico, diventi grande ti danno un fucile e una divisa ed è il tuo turno di giurare e difendere la Patria: sei fermo e orgoglioso di fronte al tricolore che sale verso il cielo alle note dell’inno italiano. Il tempo passa, a tua volta hai figli che rendi orgogliosi del tricolore, perchè così ti hanno insegnato fin da piccolo. Poi, crescendo, ti rendi conto che lavori sentendoti derubato, ti dicono impegnati cambia tu e fai politica ma ti rendi conto che lo Stato lascia solo le briciole per le comunità locali. Ti avvicini piano piano all’idea che una mela marcia non la puoi risanare ma la devi buttare per salvare tutte le altre. Come fare?

conoscereUn bel giorno ti imbatti in un gruppo di “scalmanati” che pensano di fare una guerra d’indipendenza, digitale e con il sorriso. Ecco allora il nuovo seme trova un terreno fertile e ricominci a studiare, ogni giorno scavi sempre più a fondo e scopri che quel ragazzino è stato allevato a menzogne, cresciuto nel bieco insegnamento nazista. “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.”. Ma internet è un “fronte di liberazione del popolo” e trovi tutto (troppo!) dalle cose più strampalate a serio materiale storico. Basta digitare su Google qualche parola e per miracolo sgorga una verità nascosta per anni sotto cumuli di menzogne. Da sempre la scuola è stato lo strumento per eccellenza per creare uomini schiavi, sarà per questo che inconsciamente ho mandato i miei figli alla scuola Waldorf nella speranza che almeno loro possano crescere e pensare da uomini liberi. Quella libertà che fa dire all’uomo “Puoi devastare il mio corpo, ma non entrerai mai nel mio Spirito”.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta, Scuola e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a RISVEGLIO

  1. Ben ha detto:

    Sottolineo di non aver mai votato per MSI , ne altri partiti di destra…TANTO MENO DI SINISTRA CHE ODIO PROFONDAMENTE…dalla DC alla LEGA (altro errore/orrore di parassitismo e inefficenza)…i cui capi di questo movimento, sappiamo ORA, che sono tutti derivati dalla cloaca della sinistra, anche estrema sinistra, Bossi, Maroni, Salvini ecc.

    Mi piace

  2. Axel De Pellegrini ha detto:

    Concordo in pieno. Tante balle raccontate a scuola o sulla stampa italiota. Il popolo bue ci crede, ma chi ha vissuto le guerre dice tutt’altro… Per fortuna non ho mai fatto giuramenti ad uno Stato di cui non mi sono mai sentito parte. Viva San Marco!!!

    Mi piace

  3. Giusto il richiamo al caso “Enrico Toti”, che la storiografia moderna ha cominciato a svelare come una montatura di regime: http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2014/04/28/news/enrico-toti-l-eroe-che-da-un-secolo-divide-1.9120248

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...