Possono i Leoni aver paura dei lupi?

di Guidotin

angry-televisionDurante una trasmissione televisiva dove venne trattato l’argomento “terroristi veneti arrestati” uno spettatore lanciò un messaggio via sms affermando :

“Vedo nei loro occhi l’ignoranza!”.

A chi si riferiva? Ad un gruppo di universitari veneti che protestavano per l’arresto dei patrioti facendo dei riferimenti (dotti!) alla storia della Serenissima.

E’ difficile di fronte ad un messaggio simile trattenere la propria rabbia nei confronti di persone che, loro sì veramente ignoranti, hanno la presunzione di emettere sentenze senza alcuna cognizione di causa. Ho aspettato di smaltire rabbia prima di parlarne. Ed ho aspettato, inutilmente, che qualche altra trasmissione annunciasse con altrettanto zelo l’avvenuta liberazione dei patrioti perché il fatto non sussiste! (Qualcuno ne avrà pure parlato ma io non l’ho sentito).

giustiziaD’altronde il metodo è sempre lo stesso: sputtanare abilmente ad orologeria le persone sapendo che questo primo giudizio verrà mantenuto definitivamente da coloro, come l’ignorante spettatore di cui sopra, che non hanno né la voglia, né l’onestà di andare oltre. Come già detto numerose volte anche questo sistema ampiamente collaudato di dire solo le cose che servono è un sistema disonesto perché fa uso della menzogna, primo nell’affermare cose false, secondo nel non dire che lo erano!

Ad essere trattato come un imbecille il “grande pubblico”, secondo me dovrebbe offendersi! E invece no, il grande pubblico ci casca e viene messo in riga come un pecorone dalla propaganda. E io di questo grande pubblico ho più paura che non di quelle persone che sbraitano le loro ragioni avendone un preciso punto di vista.

manipolazione mentaleHo paura dell’ignoranza e, soprattutto, della presunzione che la sostiene e che ne fa una bandiera. Quanta umiltà ci vorrebbe per ammettere di essere pilotati e usati da chi sfrutta a suo uso e consumo una verità manipolata ? Tanta! E di questi tempi l’umiltà è una merce rara … E oltre all’umiltà quanta voglia, quanto coraggio di rovesciare la medaglia per vederne l’altra faccia servirebbero ?

Di questi tempi il terrorismo psicologico di stato ha fatto di tutto per ridurre le forze allo stremo, per indebolire la volontà, per minacciare e terrorizzare il cittadino inerme mantenuto in vita solo per procurare, da servo, la ricca pagnotta ai detentori del potere.

La presunzione dell’ignorante che non ha alcun desiderio di sapere la verità è quella che porta a commettere le peggiori nefandezze. Masse di ignoranti che preferiscono essere dominate, piuttosto che sprecare la seppur minima energia nel sapere cosa sia giusto fare e decidere di testa propria se farlo o no, hanno nutrito come carne da macello le guerre più terrificanti ed hanno avuto anche il coraggio, questo sì, di vantarsene, certe di essere state benedette da Dio! Giovanni Soriano in Malomondo affermava “Quando ci si trova dinanzi l’ignoranza – se non l’aperta stupidità – mista alla presunzione, è il momento di darsela a gambe. E anche in fretta.”

emigraDarsela a gambe però non può più essere la soluzione per noi Veneti! Abbiamo già dato! Milioni di concittadini hanno cercato altrove terre più accoglienti per sopravvivere ma ora è nella nostra terra che noi dobbiamo riscattarci preparando un futuro per i nostri figli. Dobbiamo però imparare a difendere prima di tutto noi stessi dalla nostra stessa, umanamente comprensibile, ignoranza recuperando in tutti i modi possibili la conoscenza della nostra storia che ci dà il diritto di chiedere a gran voce prima di tutto il rispetto e poi la libertà di vivere da padroni nella nostra terra.

Secondariamente, dobbiamo imparare a difenderci dall’arroganza che deriva dall’ignoranza altrui. Infatti, come dice il proverbio :

”L’ignoranza è madre dell’arroganza!”.

Ma come ci si può difendere? Con la cultura, appunto, con il sapere, perché la cultura e il sapere che ci sono state negate per generazioni ci hanno trasformato in un gregge di pecore dando ai “padroni” il diritto di essere dei lupi. Lo storico francese Bertrand De Jouvenel affermava proprio questo :” Alla lunga, una società di pecore genera un governo di lupi”.

leoneSiamo stati dominati per così tanto tempo da aver paura di quello che potrebbe aspettarci al di là del recinto ma dissipando il velo dell’ignoranza stiamo scoprendo di non essere pecore ma … Leoni!

Possono i Leoni aver paura dei lupi?

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Possono i Leoni aver paura dei lupi?

  1. erik ha detto:

    Quante volte hanno offeso me ed i miei amici dicendoci “ignoranti” e “contadini” (tra le molte offese) solo perché siamo indipendentisti e spiegavamo le nostre ragioni con una cultura e pacatezza che questa gente può solo sognarsi. Quando mancano gli argomenti si risponde con insulti è il motto di questi indottrinati del tricolore veramente “gnoranti fal paltan”. Da notare che siamo tutti studenti universitari.

    Liked by 1 persona

    • ALAIN ha detto:

      mi fa piacere che anche tra voi universitari , dove l’ indottrinamento di regime è purtroppo più forte ,si stia riscoprendo la nostra storia e la nostra cultura. diffondete la verità tra i vostri compagni perché voi siete il futuro.

      Liked by 1 persona

  2. Eugenio ha detto:

    Che lo Stato-Massonico-Mafioso -Itaiano,gestisca le varie notizie ,come gli fa comodo e a farci credere,quello che vuole ,è OVVIO sta a Noi Indipendentisti,fare una Controinformazione sui vari Problemi e fatti,non vedo altra alternativa…

    Mi piace

  3. Silvio Fracasso ha detto:

    L’ha ribloggato su Vivere Venetoe ha commentato:

    Parliamo di IGNORANZA, vera e propria piaga che porta spesso a non capire e quindi fraintendere….
    IMPARIAMO A FARCI DELLE DOMANDE A CAPIRE PER NON INDURCI IN DINAMICHE E PENSIERI SBAGLIATI CHE POTREBBERO INVECE ERRONEAMENTE SEMBRARCI NATURALI….

    Mi piace

  4. StefanoZzz ha detto:

    Fa riflettere sapere che il potere mediatico di Stampa e TV è pagato da chi lo subisce !
    Questo è agevolare il lupo, aiutarlo, regalargli la chiave per aprire il recinto dove son rinchiuse le pecore e poterle così sbranare in tutta tranquillità.
    Molte pecore penseranno sia tutto normale, così è sempre stato e così dev’essere… Fino a quando non giunge il cane da guardia che allontana il lupo e di seguito il pastore, custode del gregge, solo allora prenderà forma un altro pensiero, molte pecore inizieranno a soffrire di dubbi a porsi domande, quindi trovare le risposte…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...