EQUIVICINI A TUTTI

da Redazione di Vivere Veneto

okCon soddisfazione vediamo che ci sono organizzazioni Venete che riescono ad ottenere  ottimi  risultati dal punto di vista pratico e anche mediatico, manifestazioni con migliaia di persone sempre più  in crescita , visibilità all’estero  e  dibattiti che crescono….

Cose impensabili fino a poco tempo fa, segno di un rinato senso identitario Veneto e di una nuova forza del Nostro Popolo.  Tanta forza e lungimiranza riescono a  catalizzare la volontà indipendentista e valorizzare le rivendicazioni di moltitudini di Persone che cominciano a percepire che “questa è la Nostra Casa”, quì si può costruire un Futuro per tutti.

Succede però a volte che anche organizzazioni granitiche inciampino in dispute al loro interno o tra loro che fanno perdere temporaneamente forza e appeal nei confronti dei propri simpatizzanti in primis, oltre che passare una immagine negativa a quanti ancora non appartengono al mondo indipendentista.

Da parte nostra:  UN AUSPICIO, UN PROPOSITO E UN IMPEGNO

***  UN  AUSPICIO  : che si arrivi presto ad una convivenza duratura tra tutte le organizzazioni sorelle Venete che si battono, ne siamo sicuri, per lo stesso ideale. Auspichiamo che ci si riesca a spartire i compiti, in modo che ogni organizzazione si possa muovere in un ambito suo, senza sovrapporsi all’attività di altre.convivenza

Questo Sarà possibile ponendo delle Basi e dei principi comuni sui quali fondare il Nuovo e rinato sentimento della Repubblica Veneta.

_______________________________________________________________

***  UNA PROPOSTA  : di rimanere “EQUIVICINI”  a tutti,  dedicandoci a supportare qualsiasi iniziativa utile alla Comune Causa Veneta, senza chiederci se viene da questa o quella sigla.

bandiera grappaVogliamo rimanere fuori  dal meccanismo  della contrapposizione di fronti, del “chi non è amico è nemico”.Vivere Veneto Appoggia le iniziative di Tutti i Gruppi Veneti , NOI SIAMO  VENETI E LAVORIAMO PER IL VENETO FUTURO !

Quando possiamo, compatibilmente col nostro tempo e impegni  CI SAREMO AD APPOGGIARE TUTTO QUELLO CHE POTRA’  AIUTARE IL VENETO A DIVENTARE INDIPENDENTE!

Deploriamo i giochetti cari a chi vuol perder tempo e dividere i Veneti.

Se ci sarà proposto  di aderire a una attività, tranquillamente  accetteremo  se la riterremo  virtuosa per la collettività,  mantenendo però i buoni rapporti con chiunque altro,  supoportare e aiutare  l’uno non può significare esser contro qualche altro, altrimenti si ricominciano i giochetti e le rotture.

 _______________________________________________________________

***  UN IMPEGNO : La prima e fondamentale mission di Vivere Veneto è di diffondere il messaggio indipendentista tra chi non è ancora indipendentista, intendiamo continuare su questa strada, forti della nostra limpidezza e chiarezza nei confronti di TUTTI.

Ricordiamo sempre che noi Veneti dobbiamo  fare una Nazione, che nessuno la farà da solo, che la si farà tutti assieme, “vecchi” e “nuovi” che possano essere…. tutti i contributi dovranno esser valutati per l’importanza che hanno per il loro valore intrinseco, non perchè arrivano da una parte o dall’altra !

unione

Escludere qualsiasi contributo positivo è un peccato mortale, un colpevole intralcio al  nostro comune progetto.

QUESTO È ORA E SARÀ IN FUTURO VIVERE VENETO.

WSM ….. BUON VENETO A TUTTI !

Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

11 risposte a EQUIVICINI A TUTTI

  1. RICCARDO ha detto:

    L’iniziativa di plebiscito ha dato il ” La ” , ha messo la chiave di volta di sostegno alle varie iniziative , naturalmente i Veneti che non aspirano a carriere politiche in un Veneto ma che supportano altri iniziative sono da considerare altrettanto importanti e indispensabili alla causa comune.
    Io penso che la posizione di chi vuole un autonomia forte da ricercare in sigle politiche che tengono la bandiera italiana con una mano e la bandiera della serenissima con l’altra non siano degne di credito; penso anche che tra quelli che hanno portato avanti per decine di anni una causa giusta , sotto bandiere autonomiste di vario tipo, ci siano persone di assoluta integrità morale che potrebbero essere rivalutate in vista di una nuova epoca.

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      saggie considerazioni Riccardo 😉
      penso sia altrettanto chiaro che se non si condide qualche iniziativa a nulla serve attaccarla e denigrare chi la intraprende. ….. meglio è lavorare e impegnarsi in altri progetti 😉

      Mi piace

  2. Paolo ha detto:

    Vorrei chiedere a bestsilvio o a chi mi leggera, vista la considerazione fatta nel capito “una proposta” dell’articolo mi chiedevo perché non creare una sezione del sito in cui vengano raggruppate tutte le manifestazioni che premiano, che incentivano o rievocano la storia e la patria veneta? Sul sito di Raixe venete c’è un calendario in cui sono annotate però è solo un appunto e non son nemmeno tutte, sarebbe bello, magari cominciando a creare contatti con le proloco locali, di postare gli scan dei manifesti così da dare più eco e risalto a tutte le iniziative, e parallelamente anche al sito stesso e agli articoli proposti.

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      Paolo accogliamo la sua idea ma facciamo presente che analoga iniziativa era gia stata intrapresa…. unico problema è lo scarso interesse dei vari gruppi nel concernare e comunicare le proprie attività. … sempre disponibili, magari nel cercare di farlo in un altro e migliore modorispetto al passato…. chi volesse curare una tal attività ssarà ben accetto 😉

      Mi piace

  3. Luigi ha detto:

    Mi associo. Ma teniamo sempre presente che ci sono i “caregari” sempre pronti a salire sul carro: sta’ a tutti Noi sorvegliare.
    Rammentiamo, comunque, i comportamenti “discuttibili” di taluni sedicenti indipendentisti arrivati di recente.
    Diffidiamo di coloro che facilmente fanno passarelle televisive.
    E attenti a quelli che vogliono concorrere ad elezioni italiane (elezioni regionali o altro) perche’ cosi’ faccendo leggittimano l’Occupante!.
    WSM!

    Mi piace

  4. Mario ha detto:

    Sono caregari anche i deputati del parlamento catalano? Ma avete mai fatto caso che la gente i partiti li vota, li vota eccome, che gli unici a porsi il problema dei caregari siamo noi, mentre il mondo ci si muove attorno con le sue consuete miserie? che in Veneto l’unico partito sedicente autonomista (sic!) ha la segreteria a Milano, dalla quale ovviamente i Veneti resteranno sempre rigorosamente esclusi, che in Veneto manca un reale consenso, che non può che essere un consenso elettorale conquistato nelle amministrazioni comunali dalla più piccola su su fino alla regione?
    La divisione non è affatto una virtù. Ci si divide soltanto perché si è deboli e si hanno idee poco chiare, contrastanti e praticamente estranee agli interessi del vasto pubblico. E allora che si fa? Ci si lascia insegnare dai Lombardi a fare la politica, si accetta supinamente di protrarre una dipendenza che dura da due secoli, che è responsabile della morte civile di quello che molti chiamano nord est e che a me e ai documenti della storia piace chiamare Veneto. Non abbiamo noi subito uno smacco forse irreparabile lasciando che in luogo dell’oro blu nazionale entrasse in Veneto il frisbee bianco verde delle latterie alpine? Altro che Roma ladrona!
    La divisione è soltanto sintomo di immaturità politica e culturale, è soltanto uno dei tanti problemi da risolvere. E dura da trent’anni.
    Avanti con la scissione dell’atomo!

    Mi piace

    • erik ha detto:

      I Catalani sono il contrario dei Veneti come spirito d’essere, sono orgogliosi, appariscenti, boriosi, chiassosi, ottimisti. I veneti no, sono timidi, riservati, “lathe biosas”, indefessi pessimist. Tendenzialmente.
      I catalani espongono bandiere private nelle case di decine di metri e agli stadi cantano “independencia” e fischiano l’inno spagnolo. In veneto no, perfino gli indipendentisti espongono i gonfaloni in taverna come se fosse una cosa privata, familiare. Hanno paura di subire ritorsioni “pa ‘na bandiera” o essere bollati come leghisti. NULLA si è fatto per la lingua, e qui mi fermo.
      Per i Lombardi, non credo servano nemmeno commenti tali sono le palesi differenze. Mi dispiace per loro, niente di personale ma è un dato di fatto.
      Il veneto NON ha nessuna fiducia, specie ultimamente nei politici, leggete i commenti. Molti esponenti indipendentisti sono personaggi da bar sport, autentici coglioni autolesionisti. Gente che non ha capito la differenza tra INDIPENDENTISMO e AMMINISTRAZIONE.
      Altro punto, per essere in gara alle elezioni servono schei, tanti schei e abbiamo visto tutti da dove arrivano.
      Concludendo non ho nessuna fiducia nella via elettorale, puoi scindere o fondere quello che si vuole ma non si arriverà mai a un risultato spendibile (purtroppo).
      Comunque sempre avanti, battiamo tutte le strade. Speriamo che più che il dolor potè il digiuno…digiuno che sta arrivando…

      Mi piace

      • Mario ha detto:

        Scusa, ma quello che tu consideri un lato del nostro carattere è esattamente ciò che io chiamo morte civile, ossia pigrizia, indolenza, menefreghismo nei confronti dell’interesse comune, disprezzo per la propria terra, irrisione del proprio passato. E a questa morte civile io do una spiegazione storica e non genetica.
        E poi per quale ragione i Veneti hanno votato in massa lega nord negli anni Novanta? Sarebbe così impossibile per un capoccetta dei nostri, che fosse anche la metà di un Bossi riscuotere altrettanto successo?
        O forse i Veneti non credono a prescindere ad un progetto tutto veneto e si rendono disponibili a votare chiunque, fosse anche un cacciaballe varesotto o un bellimbusto milanese, purché non abbia l’accento del proprio vicino di casa?
        Scrivere dovremmo, scrivere e divulgare, di modo che quelli che non convinceremo oggi, potranno convincersi domani

        Mi piace

  5. LUIGI ha detto:

    Io, personalmente, ed in virtù della mia oltre trentennale esperienza, suggerisco, con pacatezza ed umiltà, un percorso diverso, leggittimo, legale nel mondo (e l’itaglia è fuori dal mondo), ma sono regolarmente zittito e messo in disparte. Per carattere combattivo, ma deciso anche ad evitare di creare “casino” ulteriore a quello che tanti “saccenti” sul mercato politico veneto attuale offrono, aspetto che le persone si avvicinano e mi chiedano : “Quale è la tua di proposta ?” e quindi risponderò. Intanto faccio quello che mi và, tanto Io sono un Veneto/Australiano Uomo Libero e Voi ? . WSM !

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      Beh……. Luigi tanta pacatezza…. 😉 diciamo che sei un tantino estroverso 😉

      Mi piace

    • Luigi ha detto:

      Chiamolo Estroversione. Io dico quello che penso e son coerente nei fatti, il mondo cambia, gira, e la gente si trasforma, ma Io rimango fedele alle mie idee e ogni giorno lotto perche’ si concretizzino. Tanto rispetto e nessuna paura, per chiunque, ovunque e in qualsiasi momento. WSM!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...