Lettera aperta ai servitori in armi dello stato

devo fare subito un inciso, la presente su richiesta dello scrivente rimarrà anonima, ovviamente fino a contraria richiesta, finchè il Futuro inevitabilmente ci avrà raggiunto.

Assicuro e mi prendo la piena responsabilita’  del presente scritto in quanto conosco l’Autore personalmente, persona di indubbi stima e capacità, LO SCRITTO VERO E’ ASSOLUTAMENTE SENTITO.

Auguro a Tutti una Buonissima Lettura :

______________________________________________

di “un Servitore del Popolo” tramite Fracasso

BAMBINO

Ricordo spesso quel bambino che sognava notte dopo notte, di indossare una divisa per proteggere i più deboli e le persone oneste da ogni ingiustizia. Parlo spesso con quel bambino di 8 anni e vedo i suoi grandi occhi riempirsi di lacrime; mi abbraccia e singhiozzando mi chiede perché…

perché sta accadendo questo ?

perché non riesco a difendere le persone…

perché sono costretto a fargli del male? 

Io che sono un bambino cresciuto, conosco le risposte, ma come posso infierire su quella creatura spaventata e sensibile… come posso raccontargli la verità, come posso dirgli che la democrazia è morta e che il suo papà è diventato l’orco che lo vuole divorare? E’ a quei padri, fratelli, figli, amici che devo parlare….

….a quegli uomini che prestano servizio nella polizia, nei carabinieri, ai militari e a tutte le persone arruolate in qualsiasi ramo delle forze armate del governo.

È a queste persone  che devo parlare e che prego con il cuore di bambino di ascoltarmi: molto probabilmente è l’amore per la tua nazione e per il popolo che hai giurato di difendere che indossi un’uniforme… ed è ciò che rappresenta questa uniforme che ci ricorda nel profondo, che c’è qualcosa di sbagliato.

Ognuno di noi assiste a politici, eletti e non, fare a brandelli la costituzione e la legalità, pezzo dopo pezzo; assistiamo all’espansione esplosiva e preoccupante dei sistemi di sorveglianza come fossimo rinchiusi in una prigione invisibile, come fossimo tutti delinquenti da controllare, nessuno escluso.

Assistiamo al dilagare della corruzione, alla sua normalizzazione e dell’indifferenza da parte di chi dovrebbe gestire il paese, nonché dalla loro spaventosa e pericolosa incapacità di risolvere alcun problema.

Io capisco che affrontare la realtà e rendersi conto delle conseguenze di quello a cui stiamo assistendo, significa ammettere che siamo stati ingannati e cosa ancora più pesante da accettare, che stiamo lavorando per dei criminali.

La nostra non è una posizione invidiabile ed è difficilissima, il nostro lavoro consiste nell’eseguire degli ordini.  So che magari hai una famiglia come la mia a cui badare, conti da pagare e so che se provi ad opporti potresti perdere tutto.

Detto ciò hai bisogno di capire che continuare a sottometterti a ordini immorali e anticostituzionali non ti proteggerà da quello che sta per accadere… … … …

 

Oggi potresti dire a te stesso: ok mi piegherò ancora questa volta, eseguirò quest’ultimo ordine e poi basta e ti riprometti di spostare il limite di quello che sei disposto ad accettare un po più in là.  Sai bene, come lo so io, che hai superato quel limite molto tempo fa.

Stiamo supportando la parte sbagliata della storia, proprio oggi, ora stiamo partecipando attivamente alla distruzione di questa nazione, difendendo chi calpesta i nostri diritti, i tuoi diritti, i diritti dei tuoi figli, i diritti dei tuoi genitori.  

Noi siamo i soldati di un’azienda privata di criminali, i servitori di uno stato di polizia che si sta velocemente espandendo non solo in Italia ma in tutti quei paesi dove le persone protestano perchè vedono la democrazia demolita giorno dopo giorno.

I governi hanno una risposta sola, la repressione, la violenza e si servono di persone come noi per attuarla. Ma non dimentichiamo mai che abbiamo il potere di scegliere. Non posso condannarti, ti sto dicendo questo perché le persone, hanno un disperato bisogno che noi tutti abbiamo il coraggio di affrontare i nostri superiori e gli diciamo di no, che non lo faremo, che questo non è giusto, che non obbediremo a questo ordine illegittimo.

Non c’è onore in quello che ci ordinano di fare; chiediti perché se il governo è legittimo ed è la rappresentazione del volere del popolo, lo controllano così disperatamente e se il popolo protesta, ci chiedono di farlo tacere.

Tu hai giurato di servire i valori della costituzione e di proteggerla da qualsiasi attacco nemico, esterno o interno. È tempo di onorare quel giuramento, veramente questa volta… il popolo ha bisogno di tutti noi, pensaci.

Un servitore del popolo.

 

priebke

giuro che domani smetto

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Lettera aperta ai servitori in armi dello stato

  1. Riccardo Diasparro ha detto:

    Riflessioni e considerazioni lasciate libere a ciascuna coscienza. Non sono d’accordo con l’immagine dell’uomo in uniforme. Esso è offensivo per la maggioranza dei Nostri in divisa, qualunque sia il Corpo, all’interno dii Difesa e Sicurezza, al quale appartenga.

    Mi piace

  2. Ben ha detto:

    Allora c’è ancora un barlume di speranza!! Spero che questo sentimento sia nei cuori di molti SERVITORI degli italiani (non dei politici ILLEGITTIMI come i vari governi che si sono succeduti) Spero in una reazione violenta…si VIOLENTA perchè se non lo fosse non si arriverebbe a niente…sappiano i Servitori dello stato che è stata ISTITUITA LA EUROGENFOR…che li sostituirà..per cui loro stessi saranno attaccati da questa forza voluta da PRODI il cattocomunista che ha dato inizio alla disperazione e alla distruzione delgli italiani!!
    FORZA!!!!

    Mi piace

  3. Ivano ha detto:

    Bellissimo articolo! Un ultimo passaggio ti chiedo, scrittore misteriose: superare l’attaccamento alla costituzione, non è un testo sacro! È l’ultima barriera mentale da superare per raggiungere la libertà di pensiero

    Mi piace

  4. Fioravanti Iolanda ha detto:

    Questo è lo sfogo di una persona onesta e che fa considerazione di quello che in questo momento vive una Italia alla deriva e che non si può salvare nemmeno con le forze dello stato questa persona lo sa e sente in cuor suo un dolore perchè deve chiudere gli occhi all’evidenza dei fatti’ deve ubbidire per un giuramento che ormai gli va molto stretto………

    Mi piace

  5. Eugenio ha detto:

    OTTIMO ARTICOLO,Ma ricordo se il Massone-Democristiano PRODI,ci ha portati in questa situazione,il Governo sucessivo ossia BERLUSCONI-LEGA ,che è stato in carica per diversi anni ,con una forte maggioranza ,non è mai,uscito ,nè cercato di cambiare questa situazione,con MONTI,apoggiato dal Centro-Sinistra e dal Centro-Destra( Berlusconi).non nè parliamo…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...