Contributi dei lavoratori, dove finiranno con Indipendenza del Veneto?

Dove sono ora e dove andranno i contributi versati all’INPS?

di Silvio Fracasso

contributi lavoratori

Fondamentale è subito  premettere e chiarire che tutti i contributi versati fino a ora dai lavoratori nel vecchio “sistema italico”  non sono stati  accantonati (un saggio Veneto direbbe: “messi da parte”) per garantire le pensioni, non esiste dunque alcun gruzzoletto da nessuna parte col nome dei nostri contributi versati. FallItalia ha bruciato i contributi di tutti x pagare i propri sprechi e i propri vizi anzi, dirò di più, oltre a non aver accantonato e averli sprecati è riuscita ad accumulare un debito pensionistico almeno doppio rispetto al già enorme debito pubblico….. mostruoso!


contributi italiani
Il sistema attuale si mantiene unicamente coi continui versamenti dei contributi dei lavoratori che servono  a pagare le pensioni correnti, dunque facile dedurre che i contributi che state ora versando vadano bruciati nel calderone italico.

pensione-binocoloLe continue chiusure di imprese  e il derivante licenziamento dei lavoratori (che di conseguenza non pagano più contributi), facile presagire che non sia un buon auspicio per chi avesse l’illusione di avere o mantener una pensione futura….. Tu riesci a dormire  sonni tranquilli con questa situazione?

Garanzia per pensioni ci può esser solo uno stato efficiente e produttivo:

Una volta che saremo Indipendenti a tutti gli effetti, inizialmente  ci toccherà perpetrare questo stesso sistema: i  contributi dei lavoratori andranno a pagar le pensioni correnti, con l’unica grandissima fondamentale differenza che il sistema Veneto anziché chiuder aziende e licenziare, Indipendenza del Veneto Garanzia sarà florido e avrà molte  Aziende che apriranno assumendo operai (dunque pagando contributi)  avremo una crescita sicuramente superiore al 10% annuo… ne deriva che:

 L’INDIPENDENZA SARA’  LA VERA  E   SOLA   UNICA

GARANZIA   FUTURA   PER   CHI   VOGLIA   ESSER   SICURO  

DI   AVER   LA   PROPRIA   PENSIONE!

Poste queste basilari condizioni e garanzie minime, posso azzardare una mia personale visione:  col grandissimo surplus corrente che subito ne deriverà da buoni Veneti dovremo esser lungimiranti, da una parte cominceremo ad accantonar tutti gli anni un “gruzzoletto dei contributi”, e dall’altra muoverci per aver  uno “stato sociale minimo”  che   permetta di abbassar drasticamente la tassazione diretta lasciando più soldi in tasca ai lavoratori dimodochè possano scegliersi e gestire personalmente “quanto, come e a chi”  far gestire i propri contributi e pensione…

Crediamo nella libertà e nella possibilità che le persone possano decidere cosa fare dei propri soldi e delle proprie fatiche,  decidendo quanto e come accantonare il proprio “gruzzoletto per la vecchiaia”

Riepiloghiamo  in sintesi  :

italia rivolta sociale fallimento,  Veneto pace

Quali dubbi ancora attanagliano, bloccano  il tuo pensiero e la tua propensione  a partecipar alla nostra salvezza, al PROGETTO INDIPENDENTISTA?

Faccelo sapere , te ne saremo grati 😉

WSM.

_________________________________________________________

Ora che hai capito questo semplice concetto un primo passo lo potrai fare condividendo coi tuoi amici questo articolo:  “condividete “, parlatene, discutetene….. dimodochè la  gente capisca quello che stiamo tutti rischiando e che  tutti assieme possiamo in questo modo costruire un futuro migliore 😉

_________________________________

……

se ti interessa….

se vuoi: Leggi ancora____________________________

PENSIONI ITALIANE, ANCORA PER POCO, NON CI SON SOLDI

(leggi, clicca Qui)

_________________________________

SOLO INDIPENDENZA POTRA’ GARANTIRE LA TUA ATTUALE PENSIONE (E FARLA CRESCERE 😉 )

(leggi, clicca Qui)

_________________________________

FALLITALIA SI E’ GIA’ MANGIATA TUTTI I TUOI CONTRIBUTI DUNQUE …..

(leggi, clicca Qui)

_________________________________

Per riassumere ===> clicca QUI

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico, Independence for Dummies e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Contributi dei lavoratori, dove finiranno con Indipendenza del Veneto?

  1. fabio zannini ha detto:

    L’unico mio dubbio è… accettate anche lombardi pentiti?

    Mi piace

  2. Ugo Comparin ha detto:

    Una osservazione-domanda che penso riguardi più di qualcuno: ma a quelli come me che non hanno ancora molti anni di lavoro (diciamo 10-15….speriamo ) come farebbero a mettere da parte qualcosa per la propria vecchiaia ??? Ovviamente ,più si aspetta e peggio è……

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      bella domanda Ugo: come detto il passaggio sarà graduale, da subito si continuerà come adesso coi contributi dei lavoratori che pagano le pensioni. Poi un po alla volta il sistema verra cambiato. Purtroppo Italia ha sputtanato tutte la nostre fatiche e ora non possiamo farci nulla, possiamo lavorare x lasciare ai nostri figli un mondo migliore, un Mondo Veneto! 😉

      Mi piace

  3. Pingback: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto - Pagina 107

  4. Maurizio Bedin ha detto:

    Io, 60enne, ho più di 38 anni di contribuzioni e sono disoccupato da 2!!! Mi dileggio a far conti (meglio, considerazioni), non so quanto precisi, e risulta che : 1) sono “stoppato”, “congelato” e quindi per maturare un’eventuale pensione (l’Inps è già in rosso), dovrei lavorare ma non c’ho lavoro…oppure aspetterò i 67 anni…..ed intanto? 2) Tutti vogliono difendere i loro diritti acquisiti, ma nessuno che riconosca i miei…ho cominciato a lavorare ed allora, per l’Inps, dopo 35 anni di versamenti sarei dovuto andare in pensione..se ciò non può essere (vedi Fornero tr…a!) e devo lavorare di più, e non potendo farlo…eccomi in freezer! Come mai, poi, con la legge “on alto e on basso fa on gualivo” (ancora la tr..a Fornero!) hanno “ripianato” al buco Inpdap (enorme e mancante dei versamenti del datore di lavoro: vedi Stato) mettendolo assieme ad Inps (allora attivo) e facendo in modo che io, con 38 anni non vado in pensione, mentre molte categorie (militari, paramedici, vigili del fuoco, etc.) statali si? Praticamente prelevano da quanto da me versato (privato) per far fronte ai pagamenti delle pensioni degli statali, altrimenti impossibile. Ma, allora i miei fondi pagano la pensione agli statali!!!!! 3) Ma se quando ho cominciato a lavorare, bastavano 35 anni di contributi x la pensione ed adesso ce ne vogliono 42,6, e per farli godi meno pensione, xkè si è allungata la vita media (dicono) e quindi ci andrai non prima dei 67anni, non è che quella somma che percepirò, se ci saranno ancora soldi sarà come che, per quelli come noi di aver pagato, praticamente, un buon 20% in più a questo Stato (ladro) per andare più tardi, con meno soldi e pagato di più???? 4) Dato che anche da ora, e probabilmente fra poco, non ci saranno più soldi per me (probabile) ed essendo io disoccupato, devo comunque vivere, volendo eventualmente fare un’attività in proprio, al momento che mi chiederanno le tasse, dirò loro di potersele trattenere da miei versamenti già effettuati od altrimenti che me li eroghino per poterle pagare!!! C’è di che pensare di aprire una vera e propria class action contro lo Stato per evidente e manifesta truffa, inadempienza e ladrocinio nei confronti di tutti!!! C’è qualcuno interessato a fare questo??? E c’è qualche avvocato specialista disponibile??? Mi piacerebbe vedere come va a finire…..e non ditemi che non si può fare! Sarebbe come dire che l’indipendenza che chiediamo non è legittima! Serenissimi saluti a tutti. Aspetto commenti!

    Liked by 1 persona

    • bestsilvio ha detto:

      Sig Maurizio la capiamo nei suoi dubbi… unica constatazione che possiamo fare e’ farle presente che avendo loro(gli italiani) sputtanato tutti i soldi dei contributi pagati fino a ora ed essendoci un buco enorme… essendoci meno gente che lavora e molte aziende che chiudono…. non ci sono soldi, magra sodisfazione avere ragione (posto che lo stato le dia ragione… mah…). Occorre che le diciamo secondo noi quale potrebbe essere l’unica possibilita’ per avere una vecchiaia serena? 😉

      Mi piace

      • Maurizio Bedin ha detto:

        Caro Silvio, non ho bisogno di credere in un’alternativa di radicale cambiamento, dato che la perseguo da moltissimi anni. So già,e convintamente, che NON c’è alternativa all’indipendenza della mia e nostra terra per tornare a governarci con gli stessi ideali di allora, tuttora attuali se non ad’avanguardia. Ed è tutto dire in quanto a giustizia sociale e giuridica. Ma, la mia riflessione voleva prendere spunto dalla situazione, in questo caso pensionistica, per rilevare che siamo tutti, chi più e chi meno, letteralmente “rapinati” o defraudati fino ai nostri diritti e nei nostri averi. Dunque, anche il solo richiedere che vengano salvaguardati i propri versamenti e che al limite vengano restituiti, sono da considerare una lotta politica e di rottura (anche reale) verso questo Stato ladro. Ciò fa affiorare le sue ingiustizie e soprusi, e lo fa apparire nella sua veste reale: depredatore dei propri cittadini! In poche parole, anche rompere le scatole con eventuale “class action” di riappropriazione dei contributi versati è un atto politico. come la stessa richiesta di indipendenza. Difficile da ottenere, ma se mai la si chiede….altrimenti, e lo ripeto, e come quando si parla di indipendenza del Veneto e ti ti rispondono “magari, ma no i te la darà mai….” Rinnovo i serenissimi saluti.

        Mi piace

  5. Pingback: Pensioni accompagnatorie per gli anziani? | Vivere Veneto

  6. Pingback: Vogliamo il Deserto in Veneto ? | Vivere Veneto

  7. Pingback: PENSIONATO?? ANCORA PER POCO… | Vivere Veneto

  8. Pingback: VENETI PENSIONATI | Vivere Veneto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...