LA SOVRANITÀ DEL POPOLO VENETO OGGI – FONDAMENTI GIURIDICI E STORICI (PARTE 3)

di Redazione di Vivere Veneto

don florianoProseguiamo con la pubblicazione della terza ed ultima parte del testo di don Floriano Pellegrini.

Data la lunghezza del testo, abbiamo scelto di suddividerlo in tre parti di modo che la lettura richieda meno tempo, e consenta maggior spazio a ricerca e riflessione personale su quanto letto.

VUOI LEGGERE LA PARTE 1 ? –> CLICCA QUI

VUOI LEGGERE LA PARTE 2? –> CLICCA QUI

Lo accompagna questa nota dell’autore: «Prego di leggere il testo con la giusta e doverosa calma, per rendersi conto che, piaccia o no, le cose stanno in questi termini. E, infatti, diffuso il testo in quest’anno e mezzo a molti amici giuristi o, comunque, studiosi, non uno ha detto di trovarlo inesatto. Ergo …».


Punto V

Seggio del plebiscito truffa del 1866 ricostruito a Villafranca di Verona l'11 settembre 2011 4I cittadini votanti lo fecero senza procura delle loro popolazioni, dal 1797 titolari della sovranità dello Stato veneto. Erano un gruppo di fatto, costituito a suo piacere dalla parte in causa (il Governo sabaudo), sulla quale avrebbero dovuto esprimersi! Le popolazioni del Lombardo – Veneto in quanto tali, e come richiesto, non vennero mai consultate! Non si svolse alcuna assemblea per eleggere i loro rappresentanti. L’esito della consultazione non è altro che la somma dei pareri di privati cittadini e, ben si sa, che al di fuori di un’assemblea legalmente convocata, i pareri dei membri di una società qualsiasi non hanno valore legale.

Con la spudorata negazione dell’esistenza dello Stato Lombardo – Veneto, il Regno d’Italia compì una palese violazione dei patti da lui stesso sottoscritti, appena dieci giorni prima, con l’Austria e la Francia, e lo spregio più villano al diritto di autodeterminazione della popolazione veneta.

Punto VI

plebiscito1866La storiografia ufficiale che ne seguì, frutto inevitabile di persone disposte a «collaborare», ha sostenuto e ribadito le tre false proposizioni (de facto, de iure e sul “consenso”) imposte dal Regno d’Italia al momento d’indire (e giostrare a suo uso) il plebiscito del 1866.

La classe politica ha sempre osteggiato, e non solo astrattamente, la libera discussione sulle modalità di svolgimento dei fatti, sull’ipotesi di frode e di intimidazione fisica, dal momento che, prima ancora del referendum, il territorio del Regno Lombardo – Veneto era stato occupato in forma militare da quello d’Italia.

E, oggi, la Repubblica italiana è pronta (a iniziare) ad affrontare serenamente la realtà giuridica e storica che la documentazione mette in luce?

Le popolazioni della gloriosa Repubblica di San Marco, in primis quelle rientranti poi nel Regno Lombardo – Veneto, attendono giorni migliori e lavorano per il ripristino del diritto internazionale violato. Giustizia vuole siano ascoltate e, in tempi ragionevoli, la loro sovranità venga riconosciuta, sia dall’attuale Repubblica italiana, sia dagli altri Soggetti internazionali.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta, Plebiscito Truffa 1866 e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a LA SOVRANITÀ DEL POPOLO VENETO OGGI – FONDAMENTI GIURIDICI E STORICI (PARTE 3)

  1. Pingback: LA SOVRANITÀ DEL POPOLO VENETO OGGI – FONDAMENTI GIURIDICI E STORICI (PARTE 2) | Vivere Veneto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...