Intervista a Loris Mazzorato SIndaco di Resana

da Redazione Vivere Veneto

loris fascia venetaAbbiamo con noi oggi il Sindaco di Resana Loris Mazzorato  divenuto famoso per esser stato commissariato e sostituito lo scorso novembre 2013  da un burocrate dello stato italiano non eletto.

Il peccato Originale di Loris  fu quello di aver messo all’ordine del giorno la revoca della Tares nel suo comune.

E per quasi tutti gli altri membri della giunta questo era veramente troppo, o meglio… era troppo per i loro gerarchi di partito che a Roma si devono essere detti: se comincia uno, si apre la diga ed è finita, quindi “fermatelo prima che sia troppo tardi”.

Loris forte  di una sua amministrazione e di un sano bilancio comunale  in attivo dunque deve aver osato troppo proporre di non tassar il popolo che rappresentava (e che rappresenta tutt’ora).

Il  problema  dunque ufficialmente  era il “patto di stabilità interno italiano” , ma cos’e’ Loris questo fantomatico patto di stabilita’ ?

Loris….   “Il patto di stabilità è un meccanismo piuttosto complesso, che diventa quasi un’assurdità.

Mi rifiuto di volerlo comprendere, perché, parlando con un linguaggio comprensibile a tutti (magari in modo un po’ improprio) non ti lascia spendere i tuoi soldi, frutto di risparmi e sana gestione. Comprendere questi folli meccanismi, vuol dire rischiare di farsi assorbire da normative perverse e io mi oppongo fortemente a queste imposizioni diaboliche”

Dunque Loris ci aiuteresti a capire  come avete fatto per aver questo forte “accantonamento di capitali”,che lo stato vi impedisce di spendere seppur di vostra proprietà ?

Loris …… “Innanzitutto il merito non è solo mio. Resana, da sempre, è stata gestita in modo parsimonioso e oculato. Negli ultimi anni il problema è diventato enorme, in quanto all’azzeramento dei trasferimenti da parte dello Stato centrale verso il Comune di Resana è corrisposto il divieto di spendere quello che avevamo accantonato per fare opere che le varie amministrazioni avevano programmato”

sindaci veneti a cittadellaSappiamo che altri sindaci  si sono fatti avanti, interessati al tuo operato, ci auguriamo tutti di poter vedere quanto prima foto come quella a fianco, con però TUTTI I SINDACI VENETI AD INDOSSAR LA FASCIA VENETA.

Cosa consiglieresti ora a quei sindaci che volessero intendere il proprio ruolo in modo diverso: dall’esser gabelliere dello stato al traformarsi in rappresentante a servizio del Popolo ?

Loris …… “E’ una domanda molto profonda. Innanzitutto esprimere la nostra contrarietà di fronte a norme che sono contro l’interesse della nostra comunità. Il semplice fatto di mettere un cartello fuori dalla sede municipale, di fare incontri formativi su argomenti “scottanti” quali la perdita di sovranità monetaria e popolare, denunciare all’ONU la violazione dei trattati internazionali, sottoscritti anche dall’Italia, quali il diritto di autodeterminazione, il poter scegliere la nazionalità ecc. sono tutti elementi che contribuiscono ad aumentare la coscienza e consapevolezza al fine di comprendere che il vero cambiamento parte da ognuno di noi”.

Ognuno di noi deve portare una goccia al mare,

tutti insieme avremo un mondo pieno di nuove energie”

UN SINDACO PER IL POPOLO VENETODunque Loris ci vediamo  domenica , e’ stato un segnale importante che Resana abbia riconosciuto il tuo buon lavoro e ti abbia rieletto, premiando dunque la tua coerenza. Riteniamo che gli amministratori pubblici debbano esser perlappunto “a servizio del Popolo”, sempre più spesso ultimamente si vedono amministratori locali che si comportano da veri e propri gabellieri e riscossori dello stato dimenticando la rappresentanza  e il mandato che il Popolo ha fornito loro.  Speriamo Vivamente che  il segnale che hai dato e  continuamente mandi possa servire da sprono anche  per altri sindaci  che possano cambiare atteggiamento, magari iniziando una vera rivoluzione copernicana, un movimento dei Sindaci Veneti che possano rivoltare  le dinamiche, facendo nascere un vero e proprio MOVIMENTO DAL BASSO per una riscossa e un rinato coinvolgimento del Popolo Veneto.

A  DOMENICA  LORIS,  CI  VEDREMO  TUTTI NUMEROSI  A RESANA, Ore 15.30, MARCIA SILENZIOSA  a Supporto dei Sindaci del Popolo.

Clicca QUI (per vedere dettagli)

TUTTI VENETI E TUTTI SOLIDALI GLI UNI GLI ALTRI, SOLO STRINGENDOSI E SUPPORTANDOSI A VICENDA POTREMO FARE GRANDI COSE.

WSM.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Intervista a Loris Mazzorato SIndaco di Resana

  1. Ben ha detto:

    e gli altri sindaci veneti (coglioni e parassirti dove sono?) andiamo a tirarli fuori dai loro cessi immondi e prendiamoli a pedate nelle vie dei paesi e delle città…traditori dei VENETI…

    Mi piace

  2. bestsilvio ha detto:

    Ben arriveranno tutti un po alla volta. … rimanendo “italiani” vedranno loro e i loro cittadini morir di fame dunque capiranno e vedranno l’unica Strada possibile. Importante che supportiamo quelli coraggiosi che segnano il percorso…. 😉

    Mi piace

  3. RICCARDO DISSEGNA ha detto:

    La strada dei sindaci, al momento sarebbe l’unica percorribile . Basta un gruppo di sindaci compatto e ripartirebbe l’entusiasmo collettivo ; qualsiasi iniziativa , a quel punto , diventerebbe importante .

    Mi piace

  4. Pingback: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto - Pagina 107

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...