L’IDENTITA’ VENETA PASSA ANCHE PER LO SPORT

di Beatrice Page

atleti

Con un equipaggio nautico misto a due, il Serenissimo Kayak “V-PAX” di Alberto Miola e Chiara Pellanda, con a poppa issata l’inconfondibile bandiera del Leone di San Marco, ha partecipato per “Noi Veneti Indipendenti” domenica 19 ottobre all’undicesima edizione della Maratona fluviale per Canoe e Kayak “Adigemarathon 2014 “.

Campo di gara la provincia veronese con partenza dall’Isola di Dolcè e arrivo a Pescantina; la presenza di organizzazioni sportive di nazioni diverse ha portato al nastro di via ben 1451 natanti provenienti da tutta Europa, e regalato alla manifestazione un’impronta di autentico respiro internazionale, promuovendo tra gli atleti una forte interazione per le diverse identità presenti, tra cui quella Veneta.

Alberto e ChiaraIl percorso di 20 chilometri sulle acque del fiume Adige si è snodato in buona parte lungo la gola rocciosa meridionale della Vallagarina, per terminare a ovest del capoluogo in direzione del Lago di Garda. Esplorando l’affascinate discesa, l’equipaggio del “V-PAX” ha potuto osservare con sorpresa il vessillo del Leone Marciano issato in più punti lungo la riva, sventolare salutandoli. Al passaggio della squadra Veneta gonfaloni rosso e oro e cortei inneggiavano festosamente a San Marco.

È una grande emozione essere qui oggi. Gli atleti Veneti sono una grande famiglia che eccelle su scala mondiale in tutte le discipline sportive” afferma Alberto Miola, e Chiara Pellanda aggiunge : “Una sorgente importante di identificazione con la comunità è rappresentata dai campi di gioco, ecco perché la nostra partecipazione.

bandieraDel resto, per un popolo schierare la sua rappresentativa sportiva nelle competizioni internazionali rimane un mezzo per ribadire la propria esistenza e rappresentare ciò in cui crede: per i Veneti una maestosa bandiera con più di 1000 anni di storia, unica al mondo per i simboli di pace e giustizia. I Movimenti Indipendentisti uniti nel comitato “ Noi Veneto Indipendente “, costituito a difesa del processo referendario per il raggiungimento dell’Indipendenza del Veneto, si auspicano che a breve nascano e si organizzino nuove compagini di club sportivi sotto l’emblema del regale leone; come, ad esempio, in Scozia dove lo sport è indipendente per tradizione, o come fece la Catalogna : durante Olimpiadi di Barcellona e in altre competizioni internazionali si intrecciavano i differenti simboli di Spagna e Catalogna nelle lingue,nei riferimenti e nelle immagini della storia.

Il diritto di partecipare agli eventi sportivi e di ospitare i più importanti tornei internazionali è per una nazione un segno di legittimazione politica e di riconoscimento internazionale, un’opportunità per asserire davanti al mondo la propria istanza di identità e libertà culturale e sottolinearne la grande tradizione sportiva, come quella Veneta.

LEONE PAXProprio come lo sport, linguaggio universale di pace  e dialogo tra i popoli, così vuole essere il messaggio del vessillo di San Marco della squadra Veneta del “V-PAX”. “Le potenzialità del fenomeno sportivo lo rendono strumento significativo per lo sviluppo globale della persona e fattore  quanto mai utile per la costruzione di una società più a misura d´uomo.” (Giovanni Paolo II).

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico, Identità Veneta e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’IDENTITA’ VENETA PASSA ANCHE PER LO SPORT

  1. Pingback: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto - Pagina 107

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...