ECONOMIA: LA MODERNITÀ

Il denaro è la merce più commerciabile”: storia economica in “soldoni” – Parte 4 di 4

di Alberto Veneziano

bancaVogliamo esagerare? Vogliamo proprio la modernità? Ma si! Si inventino i super-stati e le super-banche! Non servirà nemmeno un governo, quello non è mai servito se non a fare confusione e a sperperare soldi. Se nessuno sarà più in grado di capire niente di quello che sta succedendo che importa? Se gli intellettuali romantici cominceranno ad interessarsi di economia inventandosi le loro teorie strampalate, tanto meglio.

Nessuno deve capirci più niente, finalmente la fantasia è andata al potere e si sfoga, nemmeno il super banchiere capisce più niente da un bel po’ ma finalmente è felice. Vede la sua creatura virtuale trionfare sul mondo reale. Le banche, le borse, la grande finanza, le grandi burocrazie, tutti a produrre “leggi” e numeri con i loro computer. La stessa percezione quantitativa deve svanire, ora ci siano i Giga, Tera, Peta, Sexa dollari, numeri senza senso con 12, 15, 18 zeri. Banconote, azioni, bond, titoli di tutti i tipi, derivati, nomi strani per ridefinire sempre la stessa vecchia “carta” inventata secoli fa. Numeri digitali vorticano oramai incontrollabili, crisi si susseguono a crisi, grafici impazziti come curve di sismografo. Il super golem, l’inflazione, spadroneggia e devasta.

mostro-di-economia-6658026Il banchiere contempla felice la sua mostruosa creatura, non ha nemmeno più bisogno di soci. Il mostro, una volta messo in moto, fa tutto il lavoro. La macchina inflattiva domina. Politici, giornalisti e burocrati sguazzano e si arricchiscono, non tentano nemmeno di tenere a bada il mostro, non sanno proprio di che si tratti. Gli “economisti” al servizio del mostro meno ci capiscono e meglio è. L’ Università li riproduce in serie sfornando insieme teorie sempre più “creative”. Il club degli inflazionisti prospera, la massa valutaria inflaziona tutto quello che tocca generando investimenti drogati quanto inutili, tutto cresce a dismisura, le città, i grattacieli, gli ipermercati, le merci, i mezzi di trasporto. Tutto enorme, tutto mostruoso.

E la gente? Oramai è convinta che il denaro, sia una porcheria quasi quanto la “proprietà”, non deve occuparsene, ci sono gli esperti. Se non sa cosa fare si rimpinzi per bene di cibo e giochi (sai che novità) e non si preoccupi di libertà e responsabilità individuali.

controllo delle masseI banchiere pazzo però, ogni tanto ha una atroce visione … e se la gente improvvisamente si svegliasse? Se ognuno con la sua personale tonnellata di “carta” volesse richiedere indietro il suo denaro, la sua ricchezza, la sua libertà, la vita che gli è stata espropriata?! Orrore! Ma no … non è possibile, a che sportello si rivolgerebbe? Ma no, gli intellettuali fanno bene la loro parte e tengono a bada il popolo con le loro panzane sulla “solidarietà” e sulle “nuove” teorie monetarie. Continueranno ad esserci boom e recessioni, magari sempre più brutali,  ma basta convincere la maggioranza che tutto è ineluttabile, lo vuole il destino.

P.S. Il banchiere pazzo non è una persona, nemmeno un gruppo ristretto creatore e detentore di un piano occulto. Sarebbe troppo comodo, ci assolverebbe dalla nostra responsabilità. No, sono migliaia, milioni di addetti in tutto il mondo che NOI incarichiamo, più o meno consapevolmente, di fare il loro lavoro per “alleviarci” dalla seccatura e dalla responsabilità di custodire la nostra vita, la nostra proprietà e la nostra libertà.


Vai alla parte precedente ⇒ clicca qui

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a ECONOMIA: LA MODERNITÀ

  1. Pingback: ECONOMIA: LA RIVOLUZIONE | Vivere Veneto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...