LA CALSARUTA

Un breve racconto Veneto

di Alberto Veneziano

donna con la gerlaDa bocia ò conosù na “calsaruta” de Erto, el paese de Mauro Corona, che a Conejan i ghe ciamea “el Nert” e se dizea “areo! Vientu zo da dove?! Vientu dal Nert!?”.Se la ghe fòse ancora la compirìe 103 ani, come me mama, le era “clase”.

Le “calsarute” le era femene de casa che in inverno le cuzia strase e strase fin a farghene papuse co dele siole trapuntae indistrutibili, dopo, co la neve se sioliea, le impenia na gran gerla de papuse e de cuciari de legno fati dai noni e le partìa, a pìe, verso i marcà, zo in pianura. Sempre a pìe le vea coraio de rivar a Padova, Ferara e parfin Bologna.

Co la ò conosuda mi, ogni tant la capitea a trovarne, la se sentea in te un canton intant che me mama la stirea e mi feo le lesion e le parlea un fià fra de lore. Le se fea qualche soriso ma pì che altro le stea in siensio fin che a un serto punto la saltea su e la partìa de corsa.

ErtoNei primi del ’64, a proposito del disastro del Vajont che la avea sparagnada parchè la era chisà dove, me ricordo che la ne à contà la so version dei fati. Secondo ela el monte Toc l’era vegnù zo parché soto al giaron dormia un “rosp grando come un liofante” che ‘l se girea e rigirea e na volta che l’à fat el giro completo l’avea provocà la frana. Mi scolteo a boca verta, me mama la ghe dizea soridendo che forse l’era na storia, ma la Maria, serissima, no la se à spostà da la so convinsion “Eh no Dial (Dio) l’è vera! Lo so mi che l’è vera!”

Me incuriosia sta strana amicisia fra ea e me mama, me fea rider anca el contrasto fra le do “fisicità” cusì diverse. La Maria, na strana creatura picola picola, nera de cavei fin tardi e olivastra, co lineamenti da Apache, co la so andatura sempre saltellante, e me mama tuta altra taglia, na femenona soridente e mai agitada.

Calcosa son vegnù a saver in seguito, ma non tant, de serte robe se parla poc.
Nel ’45, in montagna ghe n’era i inglesi e la Maria la era restada insinta. A 35 ani, dopo pì de vinti de lavoro incesante in casa, marcai, scarpinade infinite e aventure nea neve fin a col, i soi, sensa a ne ba, i l’avea mesa ala porta co na toseta picola in braso.

Alleati in montagna 1945Ea la avea imbocà el sentiero che porte a vale – no ghe n’era ancora la diga e la strada co le galerie che se fa ades – e la era andata verso el so destin. Dopo aver girà e girà dormindo nei tabià su ‘l fien, fasendo servisi in giro e sempre in fuga dale Dame de S.Vincenzo che le volea “robarghe” la tozeta, un giorno, pì o manco nel ‘48 la à sonà ala porta de me mama.

Me mama, alora, la avea oto tosatei da pareciarghe da magnar e tegner neti ma chea sera, co me pare l’è tornà a casa, el ghe n’à trovà nove torno ala tola. La spiegasion de me mama chea volta la è stata semplice “dove che ghe n’è par oto ghe n’è anca par nove” e me pare, che l’avea imparà a conoser sta femena, el se à sentà a toea anca lu.

La toseta, par qualche ano, a periodi alterni, la è cresuda co i me fradei pì grandi intant che la Maria la aiutava e la sercava de sostentarse. La continuava a far papuse par tuti, aggiornando el prodoto co la siola de coverton, e la andea anca in giro a venderle. Ogni tant, co la sentia aria de Dame e de orfanatrofio par so fia, la sparìa e la tornea a dormir nei tabià fin che no pasea el pericolo.

volto di anzianaIn qualche modo l’è pasà i ani duri del dopo guera, la toseta la è cresuda, la Maria la à trovà na sistemasion, e ogni tant la capitea. La vegnea dentro, seria e pensierosa, ma quando che la vardea me mama e me mama la ghe fea un soriso anca ea la se iluminea, par un momento i so oci grigi i brillava in mezo al reticolo de le rughe e questo l’è un dei pì bei ricordi che ò.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...