Parassitismo politico, morte della solidarietà.

Di Alberto Veneziano

Cos’è un rapporto economico? Un rapporto di scambioaltruismo alla pari. Cos’è un rapporto politico? Un rapporto non di scambio ma di potere. Noi viviamo in un periodo in cui la politica sta tentando in tutti i modi di sopraffare l’economia. In questo tentativo, destinato inevitabilmente al fallimento, c’è però, come in tutte le grandi guerre, una vittima sacrificale, un grave danno collaterale che colpisce un valore fondante per l’umanità: l’altruismo.

L’altruismo è presente in moltissime specie ed è una componente importantissima per la sopravvivenza e il successo di un gruppo. Nel branco umano è ciò che controbilancia l’inevitabile parassitismo e ci consente di sopravvivere e progredire nonostante le difficoltà e, appunto, il parassitismo. L’altruismo è una dote innata, spontanea e probabilmente incontrollabile. Se una persona arriva a mettere in pericolo la propria vita per salvare quella di un estraneo ciò appare evidente. E’ altrettanto evidente che l’altruista è l’obbiettivo ideale del parassita che a lui si attacca appena può, eppure l’altruista, pur sentendo il peso del parassita, lo sopporta serenamente.

Quando il parassitismo (rapporto di tipo politico), come sta accadendo purtroppo nei cosiddetti “stati sociali”, aumenta a dismisura la sua incidenza, arriva al punto di credere di poter manomettere l’economia e dirigerla a suo uso e consumo inventandosi concetti astrusi come “politica economica”. L’illusione della politica viene alimentata dal fatto che l’economia non reagisce alla provocazione, esattamente come un mercante nei confronti di un bandito, di un soldato di stato o di mafia, l’economia non risponde, non lotta. Se lo facesse snaturerebbe la sua essenza pacifica, diventerebbe politica. Questo a volte accade ma costituisce un passaggio di campo che non cambia la sostanza. L’economia sfugge, si infratta, si sposta presso altri lidi in attesa di momenti migliori e continua nella sua implacabile attività.

Nel frattempo però la politica preponderante perpetra le sue stragi fisiche e morali. Diffonde il pessimismo, il malessere, l’egoismo, le divisioni. L’altruismo è la prima e la più importante delle vittime, da subito. L’imposizione fiscale, strumento principe della politica parassita, subdolamente viene contrabbandato come “atto di solidarietà” ma è proprio l’imposizione della solidarietà a ferire gravemente e quindi ad uccidere l’altruismo. Non si può estorcere la solidarietà, il risultato, in chi subisce l’estorsione, è la fine dell’altruismo e con la fine dell’altruismo l’inizio della guerra totale. Guerra diffusa, a più o meno alta intensità, ma permeata in tutti gli strati della vita sociale: baruffe, patetiche inutili baruffe dalla mattina alla sera.

L’economia, dall’alto, sta a guardare, l’economia non ha e non impone imperativi etici, non ha nemmeno la necessità che il branco di scimmie rivestite sopravviva, cavoli loro se vogliono sterminarsi completamente, l’economia non interviene: ha ben altro da fare.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Parassitismo politico, morte della solidarietà.

  1. Ben ha detto:

    credo che nel disegno dei globalisti massoni, sionisti l’ altruismo è molto utile per i loro progetti…anzi lo sostiene PURCHE sia orientato dove vogliono loro, cioè verso lo straniero, il clandestino tralasciando invece i nostri connazionali…ed eventualmente colpire forte chi si lamenta di questa ingiustizia, perchè è così che la chiamano se uno di noi chiede di aiutare i nostri concittadini, denunciando SUICIDI, POVERTA’, UMILIAZIONI ecc. che noi italiani subiamo, quindi la solidarietà anti italiani è ormai legge per i cattocomunisti, sostenuta dal falso papa , gesuita e certamente massone ai più alti gradi…Il parassitismo è voluto e sostenuto, ha lo scopo di avere una massa di individui senza coscienza che eseguano quello che i mondialisti pretendono….lo stesso vale per la politica…ma quale di quale politica parliamo? se abbiamo avuto una raffica di “presidenti” del consiglio voluti dai cattocumisti al servizio della TROIKA europea che altro non è che il braccio armato dei banchieri sionisti del bildenberg americani? ci lamentiamo del nazismo e ci strappiamo le vesti e NON VOGLIAMO VEDERE cosa ci stanno facendo ora? Parliamo di democrazia ma non siamo in democrazia…facciamo finta di non vedere le migliaia di suicidi (oltre 9000 dal 2008 ad oggi), non vediamo le centinaia o migliaia di imprese che chiudono ogni mese, non vogliamo vedere l’ invasione islamica che tra poco farà quello che i PADRONI DEL VAPORE AMERICANI hanno progettato, facciamo finta di non vedere che l’ ISIS è stato creato da questi delinquenti oltre oceano…facciamo finta che stiamo bene….ok!!!

    Mi piace

    • bestsilvio ha detto:

      Ciao Ben perdona la considerazione ma legger nel tuo scritto “noi Italiani” … mi fa un po’ ribrezzo…..
      ma ora capisco meglio tutti i tuoi scritti, quello che traspare e’ una profonda delusione per il tuo/vostro paese che sta andando in malora e crollera’ impetuosamente sotto il peso delle proprie disgrazie.

      Noi Veneti contiamo di essercene già andati o al limite di riuscir ad approfittar del casino che ne deriverà per salutar tutti gli italioti 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...