Il Veneto figlio del Re

Veneto – Giornata Internazionale della lingua madre

di Alessandro Mocellin

coronaE’ una tipologia narrativa molto frequente. Il povero figlio dell’ultimo ciabattino è in realtà, segretamente, figlio del Re, frutto di una relazione interclasse tra il Sovrano e una povera contadina: avrete sentito centinaia di Storie intessute attorno a questa trama tipica.

Beh, a ben pensarci, è una storia anche veneta. La nostra lingua veneta che da sempre era conosciuta – e dunque irrisa dai secredenti intellettuali – come una lingua figliata invariabilmente dai vari Toni Sugaman, Bepi Tenca e Nane Canton, si sta rivelando in realtà progenie di Principi o, in versione veneta, di Dogi.

Grazie al lavoro di recupero linguistico profuso in tutti i campi della cultura – dalla poesia alla trattatistica, dalle epistole alle traduzioni, dal testo legale alla grammatica, dal teatro alla musica lirica – la lingua dei Veneti si rivela sempre più figlia della più fulgida nobiltà veneta (che è nobiltà non di sangue, ma di capacità). E questo processo di riscoperta, sempre più veloce, sempre più stimolante e sempre più inarrestabile non coinvolge solo l’ambito linguistico, ma in generale tutti i settori della cultura veneta ricerca(dalla storia alla medicina, dall’architettura alla scienza, dal commercio al diritto, etc.), delineando sempre di più i tratti unici di una vera e propria Civiltà Veneta, un concetto che, applicato agli oltre tremila anni di Storia dei Veneti nella Venetia (la terra, appunto “dei Veneti”), trascende addirittura quello più semplicistico e più recente di “popolo”; quella veneta non è solo una cultura: è un’intera Civiltà.

Non solo: c’è un altro schema narrativo tipico che diviene oggi completamente sovrapponibile alla nostra Storia. E’ l’archetipo della debolezza che si tramuta in forza, la necessità che si fa virtù, il frutto della disgrazia che reca in sé i semi di un futuro miracolo: è il miracolo del Talian (il Veneto parlato dai discendenti dei Veneti emigrati in Brasile da fine Ottocento in poi), che da presunta “lingua degli ignoranti” diventa lingua co-ufficiale nel quinto Paese (la Federazione del Brasile) più grande al Mondo!

Ora che il Talian (anche detto Veneto-brasiliano) ha ricevuto il riconoscimento politico del suo status di Lingua, dopo più di un secolo di discriminazione, il Veneto non è più “il figlio della serva”, non è più “un figlio illegittimo di un legittimo errore” (come disse qualcuno), ma semplicemente, com’è sempre stato, un figlio veramente degno di stima e fiducia, e sul quale possiamo riporre le più grandi aspettative! Investiamo dunque le nostre energie su questo nostro figlio, o anzi su questa nostra figlia, visto che, non per sbaglio, “la lingua è donna”!

giornata della lingua madreUn’ultima riflessione, dunque, ed anzi un piccolo monito, se mi è consentito.

Ricordiamocelo sempre: la nostra Lingua non è solamente la nostra lingua madre, ma anche nostra figlia. Spetta dunque a noi il compito di sostenerla moralmente, materialmente e spiritualmente, perché essa, all’atto della nostra eterna dipartita, sappia sostenersi da sola nelle tempeste del mondo moderno per portare ai posteri intatto, ed anzi accresciuto, l’immenso patrimonio che a noi…è stato semplicemente regalato.

Questo vorrei ci ricordassimo oggi, 21 febbraio, “Giornata Internazionale della Lingua Madre” perché, come recita il motto UNESCO di questa Giornata: “Linguaggi Locali, Cittadinanza Globale”. Viva la nostra Lingua Madre Veneta!

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il Veneto figlio del Re

  1. GIACOMO FRAMARIN ha detto:

    SI, e con evviva la nostra Lingua Madre, consentimi di gridare forte anche Evviva San Marco !!!!! Sempre !!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...