Veneti al Volante, lo spirito di un Popolo

di Giorgio Burin

La gioia di essere Veneto

La mia bandiera 6Parliamo spesso su questo sito e altrove della Gioia di essere Veneto. Molti la sento profonda, mista ad orgoglio, mista anche all’impegno di esserne all’altezza, di essere migliore, non tanto o non solo per noi stessi, ma perché parte di un Popolo che ogni giorno vuole essere migliore come Popolo. Non solo quindi migliori come singoli individui, italicamente, “che i xe boni tuti, a provarghe almanco !” Ma come si manifesta questa gioia, nel quotidiano ?

L’abitudine alla cortesia

Ho osservato guidando, nelle città Venete, Cortesiacome il traffico sia paziente ed ordinato. Come gli automobilisti siano attenti anche all’altro, che forse non ha la precedenza, ma che non può aspettare all’infinito. Rallentano per farlo passare, l’altro ringrazia con la mano, sorride, sarà lui a far passare un altro la prossima volta !

Ho osservato che il clacson è inteso come uno strumento di segnalazione di emergenza non è concepito, come altrove, 346332_1903_big_arrabbiato1come uno sgrarbugliatore di ingorghi. Ovvio direte voi, mica quello davanti si diverte a star fermo, cosa serve suonare … mah eppure altrove sono convinti che serva.

Vedo alle rotonde la gente prudentemente inserirsi o lasciar passare, ciascuno attento a snellire la circolazione, più che ossessionato a far valere la propria precedenza. L’italico “lei non sa chi sono io” è lontano anni luce dalla Cultura Veneta.

Ci si ferma a far passare i pedoni, ci si ferma persino con il rosso. Cose ovvie ? per me, per noi, sì ! OrdineSconosciuti i posteggi in doppia fila, sulle piste ciclabili, sui posti riservati ai portatori di handicap …. pare ovvio ma non è così ovunque !

Impariamo a cogliere queste cose, ad apprezzarle, a valorizzarle, a esserne orgogliosi.

Una distrazione e tampono il veicolo che precede. Cosa da poco, per carità, scende il conducente, io penso che sia furioso, invece sorride e mi dice ” te sito fato male ? no, manco male, dai andemo cua al bar se sentemo con un cafe e faxemo le carte ….”.  Ha voluto pagare lui il  caffè …

E’ bello essere un Popolo

giovani_bandieraSì, anche da queste cose capisco che siamo un Popolo, un Popolo di cui è bello far parte. Perché la teoria, le grandi affermazioni di principio non avrebbero valore se non avessero riscontro nei gesti e nelle attenzioni quotidiane verso il prossimo, il rispetto, la tolleranza, la giustizia.

Un Popolo è Popolo perché vive una dimensione sociale, questa è sempre stata una attitudine Veneta e 150 anni di malcostume italico, un lampo nella nostra millenaria Storia, non l’hanno cambiata.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Veneti al Volante, lo spirito di un Popolo

  1. AndreaD ha detto:

    E’ curioso osservare che, nel Paese ove mi trovo ora per motivi di lavoro, quasi non esistono cartelli di stop, precedenza, semafori e rotonde. Pur essendoci un traffico costantemente congestionato qui la circolazione stradale si autoregola per “consuetudine”, ovvero i guidatori arrivano ad un incrocio, si guardano in faccia e si accordano su chi deve passare per primo. Lo stesso vale per confluenze, svincoli, uscite dai parcheggi ecc… Oddio, non è che la sicurezza sia garantita al 100%, però si percepisce un atteggiamento diffuso di spirito “comunitario”. La stessa attitudine comunitaria che ha sempre fatto parte della nostra Cultura Veneta e che dobbiamo impegnarci a preservare e rafforzare. Hai proprio ragione Giorgio: comportarsi da cafoni, prepotenti e arroganti non fa onore, né appartiene, alla nostra Cultura.
    Ah! dimenticavo: il Paese dal quale vi scrivo conquistò la propria indipendenza circa 50 anni fa. Piccola coincidenza?

    Mi piace

  2. Ugo Comparin ha detto:

    Bravo Giorgio……..Quello che hai scritto è vero, quasi sempre. Io non ci avevo mai fatto caso. Però, pensandoci bene, noi non abbiamo certi brutti “vizi” che invece si può riscontrare in molte altre parti della penisola.E questo è un segno distintivo.Poi, ognuno potrà dargli il valore che vuole……..Ma è dalle piccole cose che spesso si vedono le grandi differenze. Grazie e WSM !!!

    Mi piace

  3. AlessandroMocellin ha detto:

    Molto bello! Condivido!

    Mi piace

  4. Nico ha detto:

    Se non vi dispiace vi scrivo nella nostra lingua, parlando de orgoio, parchè ricordeveo che oltre A un rispeto verso el prosimo, più spicà de altri, noialtri veneti ghemo na lingua vèra e propria co A so gramatega e A so sintasi. Non stemo A vergonjarse de uzarla. Semo un popoło co i so diriti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...