La Storia sprecata

di Giosuè Bacchin

pagellaUsatemi una cortesia: trovatevi mezz’ora per rovistare nel baule in soffitta, scovare le vostre vecchie pagelle e guardare i vostri voti in storia.

Il problema non si pone per chi aveva brutti voti (che possono giustificare una scarsa comprensione del presente) ma… chi aveva 8 in storia, vuol essere così gentile da spiegarmi com’è possibile non aver imparato niente da essa?

La storia HA SEMPRE qualcosa da insegnarci, bello o brutto che sia. Esempi da seguire e da scartare, ma la storia a questo serve. Perché, se non avesse niente da insegnare, noi cosa impareremmo? Cioè, diciamocelo: ma a chi volete che importi se nel 1789 una torma di inferociti correva per le strade urlando e impiccando la gente… mica li possiamo resuscitare, no? Se invece, per esempio, cerchiamo di capire PERCHE’ ‘sti esaltati si dedicarono tali barbarie, magari potremmo cogliere qualche analogia con quello che succede oggi.

E regolarci di conseguenza, magari… no?

Ecco, allora è vero che impressiona di più snocciolare a memoria tutti gli imperatori di Roma in ordine cronologico, però guardate che poi, ai fini pratici, è INFINITAMENTE più utile CAPIRE PERCHE’ si è arrivati al nazismo (non avevano appena preso una sonora legnata, quelli? Di cosa andavano in cerca? Di un’altra? E infatti…).

primo leviSintesi per quelli che ancora votano in base all’attrazione grafica del logo del loro partito: Guardate che la storia SI RIPETE ciclicamente e (per te, muratore della provincia profonda) CI SONO SEMPRE STATI CONFLITTI DI POTERE fra ceti opposti (ricco contro povero, capitale contro lavoro) o fra ceti dominanti (potenti che volevano conquistare ciò che apparteneva ad altri potenti per diventare ancora più potenti, mandando a morire i miserabili peraltro…).

Ergo, caro operaio della fabbrica in crisi e/o cassintegrato adesso puoi sostituire ai personaggi storici i personaggi attuali e poi guarderai il telegiornale con uno spirito diverso…

Se non approfitti dell’insegnamento della storia, butta pure via il libro: la storia è una risorsa inestimabile e tu l’avrai sprecata.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...