Il Piave mormorava…. Libera la mente!

di Marcello Cairoli

La Cultura non morde, è gratis  e soprattutto…. Libera la mente!

Penso di interpretare il senso di smarrimento di tutti i nostri lettori nel vedere come la sinistra abbia conquistato quasi il 50% dei voti delle scorse elezioni europee. Quello che scrivo è un tentativo di dare un senso a quello che sta succedendo in Italia….. comunismoSembra incredibile che, dopo il disastro economico che sta distruggendo l’economia di quello che è stato l’ottavo paese esportatore al mondo, l’elettorato abbia premiato con un voto così massiccio il partito che sta governando da quattro anni. E’ stato un trionfo personale di Renzi e di quella politica che è decisa a tenere l’Italia nell’Euro a qualunque costo. Lo smarrimento aumenta se ci guardiamo attorno. In Francia, a seguito di una crisi economica enormemente più blanda, il popolo ha espresso il suo dissenso in un modo estremamente deciso; hanno votato per un partito che chiaramente propone di rivedere, se non cancellare, quanto è stato fatto sin qui dai partiti tradizionali e da Bruxelles. In un colpo solo hanno dato una decisa sterzata a tutto il paese. Trattandosi della Francia, questo avrà ripercussioni profonde e imprevedibili in tutta Europa. In Italia, invece, la risposta degli italiani è stato un trionfo dei Catto-comunisti! Che senso ha? Non credo che abbiano fatto questo per 80 Euro. Lo hanno fatto per l’Italia!

Vanità italiana ed Euro

vanitàIl primo elemento, la Vanità: l’Italia non deve essere seconda a nessuno. Gli italiani pensano che i paesi Euro sono la serie A e farebbero qualunque cosa per non andare in B. L’Italia è un paese mediterraneo e profondamente vanitoso, come la Grecia: non vogliono neanche prendere in considerazione la possibilità di uscire dall’Euro. Le argomentazioni sulla inerente “stupidità” dell’Euro sono inutili; qui si tratta del campionato di calcio. E’ inutile fargli osservare che Inghilterra, Svezia, Danimarca, non sono voluti entrare nell’Euro, perché essendo loro paesi nordici se ne fregano della vanità e del campionato. Loro non hanno alcun complesso di inferiorità e non sentono il bisogno di essere “all’altezza della situazione” o di “non fare brutta figura”.

Bagno di  Sangue della Guerra, i sacrifici sono inutili o utili ai parassiti?

Il secondo elemento, la Patria: la Patria va tenuta assieme a qualunque costo. Infatti nel fronte anti Euro ci sono partiti secessionisti e se gli si da spago, potrebbero anche spezzare la Patria.

Dipendenti pubblici per garantirsi il consenso

Il terzo elemento, un popolo di parassiti: cinquant’anni di catto-comunismo hanno creato una classe di parassiti che vanno dai forestali siciliani ai poteri forti dell’industria e della finanza. Sono tutte persone che hanno un interesse vitale a mantenere in piedi questo stato e questa società. Sono in tanti.

Quanti sacrifici sono disposti a sopportare gli italiani per mantenere questa situazione? Secondo me una quantità enorme.

Uno Sbaglio enorme per cementare l’incementabile?

prima-lineaPensate alla Grande Guerra. Cent’anni fa gli italiani hanno dato 600.000 morti per la Patria; in quel caso di trattava di far diventare italiani gli sloveni e i tirolesi (gente che neanche parlava l’italiano) oltre a “redimere” Trento e Trieste (redimere, non semplicemente liberare). Eppure, nonostante la palese criminalità e follia dell’impresa, a milioni sono andati all’attacco e hanno dato la loro vita. Quando poi, per un caso più o meno fortuito, il nemico è riuscito a sfondare a Caporetto e la sconfitta era una possibilità immediata hanno reagito con una forza e una determinazione che è rimasta nella storia.

Il Piave ha lasciato un segno indelebile nella psiche italiana, ha provato a cementare l’incementabile!  Ecco cosa possono fare gli italiani per la Patria!

Il problema è che la psiche umana è tale per cui, una volta che un qualcosa è costato un prezzo colossale, questa cosa, fosse piaciuta o meno, diventa una conquista a cui non si rinuncerà più.

Dopo aver sostenuto un sacrificio così assurdo nessuno ammetterà più di aver commesso uno sbaglio, mai più!

Il significativo voto nel 2014:

La scorso maggio milioni di bravi italiani hanno sentito di nuovo il mormorio del Piave. Davanti all’attacco di Grillo e della Lega, messi di fronte alla possibilità che la loro Patria potesse essere retrocessa in Europa o addirittura spezzata, sono accorsi sul Piave e hanno bloccato il nemico. I catto-comunisti del PD sono comunque la più compiuta espressione dell’italianità e quindi non hanno dovuto fare un gran sacrificio. Il problema ora è che il paese ha di fronte a se chissà quanti anni di sacrifici provocati da un paese ingovernabile e da una Unione Sovietica Europea disfunzionale. Quanti sacrifici ancora potranno sostenere gli italiani? Ancora tanti! Come si può fare a uscire da questo manicomio?

Ebbene, c’è una sola via: fare cultura.

cultura-chiave-libera-menteCultura per liberare la mente, Imparare cos’è la Libertà e Indipendenza Costruire uno zoccolo duro e sufficientemente esteso di persone convinte che il Risorgimento sia stata una schifezza e che l’Unità d’Italia sia stata una follia. Dobbiamo fare quello che, purtroppo, gli indipendentisti/leghisti odiano fare: . Questo termine oggi è aborrito dalla brava gente perché associato, da più di cent’ anni, agli psicopatici allucinati che hanno spadroneggiato nel panorama culturale di questo paese. La brava gente si deve convincere che la cultura non morde, non fa male e non costa tanto.

chiave-libertàSoprattutto si deve convincere che è indispensabile per liberarsi da quella morsa infernale che il brontolio del Piave esercita sulla mente degli italiani. Solamente facendo questa cultura, si potrà mettere assieme un numero di persone sufficienti a votare contro questa Italia (e questa Unione Sovietica Europea) quando ancora una volta il mormorio del Piave tenterà di sovrastare la voce della ragione, del buon senso e della civiltà.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...