Per chi voti alle prossime Regionali in Veneto?

Una riflessione personale su Indipendentismo ed elezioni

di Anna Iseppon

ELEZIONIregionali“Ma tu, per chi voterai?” – “Mi dici per chi devo votare domenica?”. Mi è capitato di ricevere messaggi analoghi a questie molte volte nell’ultimo periodo. Addirittura qualcuno mi ha scritto che lo “inquietava” non sapere che cosa farò il 31 maggio!

La mia risposta? Che ho ben chiaro cosa farò domenica prossima, ma non intendo dirlo pubblicamente. Ed a chi chiedeva indicazioni per il voto ho lasciato massima libertà, perché la mia scelta è stata quella di rispettare tutte le posizioni dei vari indipendentisti!

In questa tornata elettorale quasi tutte le liste hanno in coalizione una lista indipendentista (anche se talvolta mascherata da autonomista come nel caso del PD). È naturale, l’indipendenza in Veneto è un argomento caldo,  che tocca i cittadini (come dimostrato da svariati sondaggi) e per un partito rappresenta un potenziale bacino di elettori da cui andare a pescare abbastanza facilmente. Certo, facile riempirsi la bocca di “indipendenza” in campagna elettorale per poi diluirla e trasformarla in “autonomia” poco dopo, ce lo possiamo aspettare! [a tal proposito, ricordo e invito a far girare la differenza fra autonomia e indipendenza – vai al link]

Questa suddivisione di liste indipendentiste, questo frazionamento…è deleterio per la causa? Io credo che non lo sia in questa situazione, anzi, lo vedo come un vantaggio, un’opzione che consente maggior flessibilità al fronte indipendentista.

25aprile-san-marco-veneziaMi spiego: il movimento indipendentista non è “arrivato” ma è una marea che sta ancora montando. Ci sono sempre più persone che si avvicinano alla causa, vuoi per iniziative politiche, vuoi per iniziative culturali. La nostra fortuna è che – una volta che una persona inizia a ragionare veneto – difficilmente torna indietro…come se avesse imboccato un senso unico. Ma lungo questo senso unico c’è chi è più avanti nel percorso, e chi ha appena imboccato la strada. È normale! E non possiamo pretendere che tutti, una volta imboccata la strada indipendentista, la pensino allo stesso modo. Ci vorrà ancora del tempo, il coraggio di camminare insieme lungo il percorso e la pazienza di aspettare e sostenere chi è qualche passo più indietro!

Ti senti Veneto e non italiano, tanto da non presentarti alle elezioni regionali perché la Regione Veneto è un ente dello Stato Italiano? È un tuo diritto, ed una scelta rispettabile.

Vuoi lottare per il diritto dei Veneti ad esprimersi sulla questione indipendentista attraverso un referendum consultivo regionale? Allora sostieni Indipendenza Veneta che corre da sola alle prossime elezioni.

VotoSei favorevole all’indipendenza ma vorresti votare Zaia (“perché sennò va su la Moretti”), Tosi o la Moretti (“perché sennò torna su Zaia”)? Hai la possibilità di votare per una delle liste indipendentiste che li sostengono (rispettivamente Indipendenza Noi Veneto – Veneto Stato – Progetto Veneto Autonomo): se dai a loro il tuo voto automaticamente voti per il loro candidato presidente. Ai fini elettorali non cambia molto, ma aumenti la percentuale di votanti di area indipendentista! È un modo come un altro per “contare” l’elettorato pro-indipendenza, vedere se e quanto sta crescendo questa marea… 😉

Comunque vada, qualche indipendentista verrà sicuramente eletto in Consiglio Regionale. A noi Veneti spetta soprattutto il compito e la responsabilità di “vigilare” sul loro operato, perché non basta mettere una “X” e poi dimenticarsene per i prossimi 5anni!


Domani pubblicheremo un articolo sul “come si vota” [istruzioni per il voto – non indicazioni di voto]

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Per chi voti alle prossime Regionali in Veneto?

  1. StefanoZzzz ha detto:

    Cosa costa a Morosin firmare il Protocollo d’intesa con Plebiscito? Perchè non lo fa? Quale sono le sue motivazioni ? Certo che se non firma sorge lecito un dubbio atroce…Spero tanto lo faccia altrimenti appare ancora ilsolito spettro: girare in tondo per altri 20 anni col solito carrozzone….

    Mi piace

    • Andrea Dalla Tor ha detto:

      Semplice, secondo mi el tenpo dei Dogi el xe finìo!

      Mi piace

      • Silvio Fracasso ha detto:

        pensa che se il tempo dei Dogi, che erano solo una figura di rappresentanza in quanto abbiamo avuto un ordine repubblicano per piu’ di 1.100 anni , il piu’ longevo sulla faccia della terra in tempi in cui vigevano solo assolutismi e signorotti, pensa a cosa siam riusciti a fare …. e addirittura cosa riusciremo a fare in questo FUTURO VENETO INDIPENDENTE.

        Mi piace

  2. Ben ha detto:

    lè on casin! Busato (Plebiscito.eu) tuto contento parchè Berti el ga firma el Protocolo de intesa…ma porca miseria…cossa serve sta firma de uno chel xe on filo romano, filo europa, filo islamico, filo Mare Nostrum, filo invasione, con el so partito inventà da un comico chel jera sul BRITANIA nel 1992 INSIEME a MONTI a prenndere ORDINI dai Roschild, SOROS, Rockefeller e compagnia cantante…e proprio da quella riunione è iniziata la decadenza dell’ europa…e el signor BUSATO sollecita di dare il voto ai M5S…SEMPLICEMENTE PAZZESCO…DEI VENETI CHE SI METTONO IN POLITICA NON CI SI PUò FIDARE….BUSATO HAI TOPPATO DI BRUTTO…la tua vendetta, presumo, personale sul livello “muoia Sansone e tutti i filistei non ti fa onore….ed io mi vergogno di essere caduto nel tranello di PLEBISCITO.EU….che Dio mi perdoni!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...