Chi amministrerà il Veneto da qui al 2020?

Seguiamo il Consiglio (Regionale)

di Anna Iseppon

prima giuntaIeri mattina è stata ufficialmente presentata all’assemblea di palazzo Ferro-Fini la nuova giunta che amministrerà la regione Veneto nei prossimi 5 anni: un esecutivo di 10 persone, 45 anni l’età media, 3 le donne e 3 gli assessori esterni. Vicepresidente di giunta il leghista ed ex-deputato veneziano Forcolin, già sindaco di Musile di Piave (VE).

Presentato anche il programma di governo per il prossimo quinquennio (l’indipendenza? ovviamente Non è contemplata): “Traghettare il Veneto da qui al 2020, consolidando le eccellenze della nostra Regione, non gettando mai la spugna di fronte a crisi e avversità, sapendo che la vera sfida da vincere è quella del lavoro, guardando ai giovani come alla nostra principale risorsa e puntando a conquistare quella autonomia che come veneti legittimamente rivendichiamo da tempo.”

Chi farà che cosa? – Assessori e deleghe

giunta 2015 2020Questo i riassunto delle varie deleghe che spettano ai membri della giunta Zaia bis:

  • Vicepresidente Gianluca Forcolin: Bilancio e Patrimonio, Affari Generali Enti Locali
  • Assessore Gianpaolo Bottacin: Ambiente, Protezione Civile, Legge Speciale per Venezia e Specificità Provincia di Belluno.
  • Assessore Federico Caner: Attuazione del Programma, Rapporti con il Consiglio Regionale, Programmazione/Fondi Ue, Turismo, Commercio Estero
  • Assessore Luca Coletto: Programmazione Socio Sanitaria
  • Assessore Cristiano Corazzari: Territorio, Cultura, Sicurezza, Sport e Identità Veneta.
  • Assessore Elisa De Berti: Lavori Pubblici, Infrastrutture, Trasporti
  • Assessore Elena Donazzan: Istruzione, Formazione, Lavoro, Pari Opportunità
  • Assessore Manuela Lanzarin: Servizi Sociali e Diritti Umani
  • Assessore Roberto Marcato: Sviluppo Economico, Energia
  • Assessore Giuseppe Pan: Agricoltura, Caccia e Pesca

Al presidente Luca Zaia spettano invece: Comunicazione e Informazione, Attuazione del Federalismo e Autonomia, Referendum Consultivi Previsti da Leggi Regionali, Relazioni Internazionali e Cooperazione allo Sviluppo, Cooperazione Transfrontaliera e Transnazionale, Funzioni di Controllo e Ispettorato, Competenze Istituzionali (Stato-Regione), Rapporti col Parlamento Nazionale ed Europeo, Attrazione degli Investimenti, Grandi Eventi.

L’assessorato all’identità Veneta

corazzari5Cristiano Corazzari – rodigino, il più giovane tra gli assessori del Zaia bis, già consigliere nelle precedente legilatura – sostituisce Stival per quanto riguarda la delega all’identità Veneta.

Ma chi è Cristiano Corazzari? Nato a Ferrara il 9 novembre 1975, risiede a Stienta (Rovigo). Avvocato dal 2007, è iscritto alla Lega Nord Liga Veneta dal 1992. E’ stato candidato alla Camera dei deputati alle elezioni politiche del 2008; nel 2010 è stato eletto in Consiglio regionale. Dopo un quinquennio all’opposizione in consiglio comunale a Stienta come capogruppo della Lega Nord, nel 2014 è stato eletto sindaco (il primo non di centrosinistra nella storia) del Comune rodigino.

Sul sito della regione si può leggere quanto segue “Le politiche regionali in materia di identità e lingua veneta sono dirette a rivitalizzare le iniziative di ricerca che mirano alla riscoperta e alla valorizzazione del patrimonio etnico-culturale delle epoche passate, nella consapevolezza che la coscienza della propria identità rende più disponibili alla comprensione delle culture altrui e che un dialogo tra generazioni fa sì che passato e presente possano coesistere per affrontare con successo la sfida del futuro.”

Auguriamo al neo assessore Corazzari di lavorare al meglio per rendere concrete queste “belle parole”, contribuendo a rendere i Veneti cittadini consapevoli e fieri delle proprie origini.


Clicca qui per leggere i curricula degli altri assessori – link

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico, Consiglio Regionale - News. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Chi amministrerà il Veneto da qui al 2020?

  1. riccardo dissegna ha detto:

    Non cambia nulla rispetto al passato, la crisi ha toccato il punto di non ritorno e le eccellenze venete se ne vanno “VEDI BIASION MUSSOLENTE” Mi aspettavo che vi fosse un comunicato immediato da parte di Zaia che mettesse in netta contrapposizione il Veneto allo stato italiano a costo di essere bloccati da un decreto governativo , in fondo gli elettori di Zaia sono tutti indipendentisti.
    Al chiarimento richiestogli personalmente prima delle elezioni , Zaia mi rispose che era chiara la sua posizione indipendentista; personalmente aspetto ancora qualche settimana per capire le vere intenzioni del nuovo gruppo , dopodiché il mio impegno come quello di mezzo veneto , sarà quello di demolire qualsiasi tipo di sistema politico legato all’italia. WSM
    Riccardo Dissegna

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...