REATTIVITA’, ORGOGLIO, INDOLENZA

da un post di Manuel Carraro

CJaQFsPWcAAXBVxIeri sera verso le 19 circa andando a casa sono passato per le zone devastate dal maltempo.

Dopo aver telefonato preoccupato ad un mio carissimo amico per sincerarmi della sua incolumità , e saputo che stava bene almeno per quanto riguarda l’aspetto fisico mi sono rasserenato non poco visto che il “fortunato” abita in linea d’aria a meno di 300 mt da villa Fini a Mira, edificio letteralmente sbriciolato dalla forza del “tornado”. Quindi, rinfrancato, ho iniziato a guardarmi attorno ed osservare lo scenario da “the Day after” che mi si presentava.

ELICOTTERO-3-5Arrivato in centro di Cazzago, località a ridosso di Dolo, le forze dell’ordine deviavano il traffico in una strada secondaria che a prima vista sembrava non asfaltata, ho solo dopo pochi istanti realizzato che stavo procedendo su un fondo fatto di tegole e laterizi sbriciolati. Da entrambi i lati di quella che doveva essere una zona residenziale le villette e piccoli condomini erano scoperchiati, i giardini, le vigne e i piccoli appezzamenti di campi coltivati a grano completamente spalmati a terra come in un gigantesco “crop circle”. Lamiere e coperture di capannoni appese ai cavi dell’alta tensione sembravano biancheria stesa al sole.

Ebbene in tutto questo scenario mi sento orgoglioso di essere veneto, infatti non c’erano zombie che vagavano nel nulla alla ricerca di conforto o scene di pianti stile commedia stile Merola; ma gente e famiglie sui tetti a rattoppare gli squarci con qualsiasi mezzo di fortuna capitasse loro per le mani. Gruppi di persone in quota sulle “ceste” dei camioncini ad ispezionare i danni e a decidere sul da farsi.

CASCINA (PISA) 20 NOVEMBRE 2006-MALTEMPO: Una strada di Cascina (Pisa) allagata dopo la forte pioggia- FRANCO SILVI/ANSAOra non mi capacito come un popolo così reattivo, un popolo che a pochi minuti da una catastrofe si attivi ad affrontare collaborando con il vicino o con i molti volontari accorsi spontaneamente per arginare e mitigare l’emergenza, non riesca ad avere lo stesso slancio per slegarsi dalle catene, che lo costringono tra l’altro, ad essere vulnerabile anche a queste estemporanee dimostrazioni di forza della natura, se non altro per la possibilità di poter risarcire e rimettere in uso le cose in tempi brevi e soddisfacenti!

Possibile che quello stesso popolo così intraprendente nel rialzarsi e dimostrare SEMPRE dignità, si dimostri così indolente e pressapochista quando in ballo c’è la propria Identità !!!

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

3 risposte a REATTIVITA’, ORGOGLIO, INDOLENZA

  1. Ben ha detto:

    Ecco!!!! una nuova situazione di calamità in Veneto…era successo, se vi ricordate, a VALLE’, (Treviso) qualche anno fa in concomitanza del terremoto dell’ Aquila…gli alpini VENETI hanno ubbidito all’ ordine di MOBILITASI…certo, MOBILITARSI….pensavo lo facessero anche per VALLE’….macchè, hanno immediatamente organizzato LE TRUPPE E GAZEBO per la raccolta di fondi, giusto, giustissimo….MA ESSENDO IL SOTTOSCRITTO PREOCCUPATO PER I PROPRI FRATELLI VENETI, PENSAVO CHE LO FACESSERO “ANCHE” PER VALLE’….MACCHE’ !!! MI HANNO RISPOSTO CHE AVEVANO RICEVUTO L’ ORDINE DI RACCOGLIERE FONDI SOLO PER L’ AQUILA……SE QUESTI SONO GLI ALPINI VENETI CHE ABBIAMO, VISTO CHE NESSUNO DI QUESTI GENEROSI PERSONAGGI SI SONO MOSSI PER AIUTARE I FRATELLI VENETI IN QUESTA TRISTE ultima OCCASIONE PERCHE’ NON HANNO RICEVUTO L’ “ORDINE DA ROMA” DI MOBILITARSI….QUESTI GRANDI UOMINI (ROBOT AGLI ORDINI DI ROMA E DEL TRICOLORE) SE NE STANNO FERMI…..IO MI VERGOGNO DI AVERE QUESTA GENTE IN VENETO E PER GIUNTA ALPINI, COME LO SONO STATO ANCH’IO ORGOGLIOSAMENTE…MA MAI HO FATTO GRUPPO CON QUESTI SIGNORI CHE NEPPURE SI VERGOGNAVANO O SI LAMENTAVANO QUANDO VENIVANO RIPRESI UBRIACHI NELLE FAMOSE ADUNATE, me lo ricordo bene, e mi faceva male il cuore vedere l’ umiliazione subita PASSIVAMENTE, senza reazione dignitosa alcuna… E POI OVVIAMENTE DERISI NEI MASS-MEDIA….per favore, SMETTIAMOLA DI PORTARE ALTO QUESTI SIGNORI che non hanno AMORE PROPRIO per la propria terra, ma si dimostrano ogni volta di più al SERVIZIO DI ROMA, nemica del VENETO e dei VENETI!!

    Mi piace

  2. Gaspare Gasparini ha detto:

    Si è molto vero e preoccupante quanto constati ! Un confronto fra i Veneti e gli Scozzesi finirebbe 0 – 5 se fosse una partita di calcio giocata adesso. Forse un sociologo come Ilvo Diamanti che segue sin dai suoi albori la “questione -veneta” lo potrebbe sapere. Comunque rimane un grande mistero ! WSM

    Mi piace

  3. Pingback: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto - Pagina 143

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...