Il maltempo colpisce nuovamente il Veneto

Una bomba d’acqua provoca vittime e gravi danni in Cadore

di Anna Iseppon

Ancora una volta la nostra terra risulta ferita dal maltempo. Dopo il tornado dell’8 luglio che ha colpito la Riviera del Brenta, nella nottata di ieri un violento temporale ha flagellato la zona del Cadore – in particolare il comune di San Vito – causando frane e smottamenti e tre vittime.

Gravi i disagi per la viabilità, con la statale Alemagna e la S.S. 346 del Passo San Pellegrino interrotte a causa dei detriti (Cortina è rimasta isolata per ore) così come la strada tra Auronzo e Misurina. Più colpito il comune di San Vito, dove una frana ha fatto tracimare un bacino di contenimento travolgendo alcune automobili e trascinandole nel greto del torrente a decine di metri. Un turista polacco trascinato fuori dall’auto dalla forza dell’acqua è stato trovato morto questa mattina. Ritrovati poco lontano anche il corpo senza vita di una giovane donna e di un quarantenne, non ancora identificati. Ingenti i danni materiali ad abitazioni ed attività commerciali, fughe di gas e gravi danni alla seggiovia San Marco.

Qualcuno parla di un disastro preannunciato, denunciando una scarsa attenzione verso la montagna veneta. Altri sono più rassegnati: “eventi simili hanno sempre interessato le nostre montagne, ma i mutamenti climatici non aiutano”.

frana-san-vito-in-cadore-651x445Di fronte a simili tragedie viene spontaneo cercare “un colpevole”. Ma davvero si poteva evitare un simile disastro? Io non credo (forse si sarebbero potuti limitare i danni) quel che è certo è che la montagna veneta abbia bisogno di una maggiore attenzione. Staremo a vedere, ora che il danno è fatto e ci sono state tre vittime, se gli amministratori – Veneti e italiani – destineranno delle risorse economiche per la ricostruzione, e per la prevenzione.

Quello dolomitico è un territorio “difficile”, con pochi abitanti (traducibile con “pochi voti”) e quindi uno scarso interesse da parte della politica, anche locale. Un territorio che si confronta quotidianamente con le vicine realtà montane perfettamente funzionanti, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, che godono di maggiore autonomia. Un territorio che da anni chiede a gran voce di poter gestire in modo autonomo le proprie risorse, ma non viene ascoltato.

L’italia – soprattutto il governo centralista di questo periodo – non darà mai ascolto a questa necessità del bellunese, terra troppo lontana e troppo poco interessante. Credo invece che l’unica speranza perché gli abitanti delle terre alte possano autogovernare il proprio territorio in modo efficiente derivi da un Veneto indipendente impostato in maniera federale.


Voi cosa ne pensate?

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il maltempo colpisce nuovamente il Veneto

  1. PierV ha detto:

    spero che i cadorini, che sono tanto legati all’identità italiana sventolando ovunque il tricolore e soffiando a piu’ non posso sulla retorica tricolorita, si svegliano.
    a roma non gliene frega niente di loro, al più gli daranno qualche briciola per farli star buoni affinchè continuino a ossequiare il tricolore alle pendici delle “montagne della patria”.
    I cadorini devono assolutamente riscoprire e coltivare la loro identità, altrimenti il cadore diventa una caotica valle italo-mediterranea, dove il turismo si azzererà completamente perchè zona priva di specificità legate al territorio. Al più faranno pizze fino sopra nei rifugi, suoneranno il mandolino e le nacchere alle feste locali con tanto di “O’ sole mio”, e si vestiranno da pulcinella nelle parate storiche…per finire ad una revisione dell’architettura paesaggistica e costruttiva che assomiglierà sempre più al sud italia… a quel punto l’opera di annientamento identitario è completa!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...