Duri ai banchi!

da un post di Manuel Carraro

villa finiFanno un pò sorridere gli indipendentisti da ultima spiaggia, cioè tutti coloro che sposano la causa per mancanza di alternative ( serie) o programmi di altri soggetti politici, presenti nello zoo italico dai quali spesso provengono, e alternano veemenza e convinzione marciana con cadute di stile tricolorite .

Venetismo, detesto usare questo termine, ma per avere quel fuoco che arde dentro e che innesca l’amor Patrio per la propria Terra e per tutti i Simboli che la rappresentano, cancellando alla propria vista tutto il resto, ricalcando la fedeltà da amanti Shakespeariani che guarda caso erano veneti, serve un pizzico di consapevolezza e identità veneta, che forse l’odioso e mal utilizzato termine “venetismo” riassume.

Non basta sapere; come se ciàma cuesto o come se dixe cuelo…. e postarlo su un gruppo social tematico e/o sapere il significato dell acronimo ” WSM” per potersi considerare convinti indipendentisti, per poi magari, impavesare il balcone di casa di tricolori in occasione dello scudetto della propria squadra o al passaggio degli alpini !

Forse questo atteggiamento da indipendentisti di lungo corso in puro stile catalano o ancor peggio basco, allergici a tutto ciò che ricorda loro lo stato occupante che li dissangua, non è ancora propriamente nelle corde dei veneti o della maggioranza di coloro i quali ultimamente si professano indipendentisti. Ancora ahimè troppo confusi e con linee di confine poco marcate a volte distorte su ciò che significa essere orgogliosamente veneti in evidente contrasto con il Made in Italy stampato dietro la nuca.

Mai come ora questo spirito saldamente identitario risulta necessario, sopratutto dopo la poco esaltante tornata elettorale ha lasciato l’amaro in bocca a tanti attivisti e simpatizzanti. Malgrado le rassicurazioni dei vari leaders i quali si prodigano a dichiararsi soddisfatti ( in perfetto stile makkeronico sigh) dove alla fine nessuno ha perso.

pvaQuesto vuole essere un appello rivolto a tutti più o meno convinti, NON è ora il momento di mollare, ogniuno faccia pressing sul proprio gruppo, partitucolo, movimento e/o manipolo di riferimento per far si che sia più che mai attuale il famoso motto ” come l’onda travolgo come lo scoglio infrango” che rappresenta bene la combattività dei leoni veneti.

Rammentate che la situazione odierna è più che mai propizia! L’atteggiamento del governo centrale di totale disinteresse per le istanze e le necessità venete, grazie o meglio causa anche alle ultime catastrofi ambientali, è percepita in maniera massiva anche da coloro i quali fino a poche settimane fa si sentivano orgogliosamente figli di Mazzini Cavour e liberati da Garibaldi, con il tricolore in bella mostra nel giardino di casa o nel parcheggio della ditta, ora sostituito con un fiammante gonfalone ! Segnale incontrovertibile che qualcosa sta cambiando.

NON SCIALACQUIAMO questo profondo senso di abbandono dei nostri fratelli veneti non ancora informati sulla possibilità di salvezza che solo l’indipendenza può offrire, cerchiamo di incanalare questa amarezza dalla nostra parte piuttosto che venga rimodulato dai soliti pifferai magici verso sponde unioniste o peggio di rafforzamento statalista.
WSM

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Duri ai banchi!

  1. Ben ha detto:

    Non si può non dar ragione a Manuel Carraro sullo scoramento che aleggia sull’ INDIPENDENZA del VENETO! Veneti che non sanno di essere Veneti, Veneti che sostengono l’ unità di una nazione che nazione non è, Veneti IGNORANTI (nel senso che ignorano) la Storia della LORO NAZIONE, la CAPACITA’, la POTENZA, la GRANDEZZA della NAZIONE VENETA, Veneti succubi di partiti, che si fanno manipolare, anche le menti anche più intelligenti, tenendole sotto scacco con una “INFORMAZIONE” falsa, pretestuosa, iniqua……poi posso affermare, per fare un esempio che i veneti simpatizzanti, iscritti alla CGIL, CISL, UIL (sindacati) e che votano PD, SEL, M5S, PRC….non cambieranno idea sulla necessità di avere un’ itaglia unita, aperta allo straniero, all’ aumento insopportabile delle imposte…teniamo presente che l’ influenza nefasta del vaticano con questo nuovo massone al comando della chiesa non porta certo chiarezza nelle menti POVERE…che ovviamente resteranno SUCCUBI di questi bestiali imbonitori….Ripeto, l’ intelligenza conta poco…ci vuole cuore e saper riconoscere poche cose ESSENZIALI per essere VERI VENETI….Quello che vedo mancare è l’ informazione sulla NAZIONE VENTA, quella informazione che roma ha sempre nascosto per il terrore di veder risorgere e qui, perdere la VACCA da MUNGERE e mangiare e divertirsi a sbaffo sulle nostre spalle…quindi l’ informazione…che si può fare tramite volantinaggio, casa per casa…pochi scritti, chiari, esaustivi per portare nelle case la VERITA’….Incontri pubblici per spiegare la verità, senza affodare la lama nella politica….questo sarebbe da fare mese per mese….le persone preparate di sono, se si vuole, altre si trovano disponibili per il volantinaggio e la stampa in proprio…la mia speranza è che la smettiamo di farci del male criticando uno e l’ altro, se non ci mettiamo nei panni di chi NON CREDE o ha PAURA non possiamo criticarlo….INFORMIAMOLO….possiamo solo portare NOTIZIE BUONE…poi si che si può criticare e magari se arriviamo all’ obiettivo PUNIRE!!!

    Mi piace

  2. StefanoZzz ha detto:

    Un pò è anche chi per protestare in ogni dove utilizza e prende a simbolo la bandiera triglocolorita e penso: se stai scioperando, protestando, inveendo qualsiasi contro il Sistema..Perchè esponi ilsimbolo che lo rappresenta?

    Mi piace

  3. Marco D'Aviano ha detto:

    E’ successo anche dopo l’8 settembre che i fascisti della Repubblica Sociale combattessero furiosamente – brandendo il tricolore – contro i partigiani del CLN, che brandivano lo stesso tricolore… dietro quella sciagurata insegna non c’e’ un popolo, ma la sciagurata ideologia giacobina, il forsennato liberalismo portato dal Bonaparte, padre putativo dello stato bananifero peninsulare. Gli italiani non sono un popolo, sono gente sradicata dalla propria antica Patria Cristiana che precedette il 1789. Noi Veneti dobbiamo recuperare i valori della nostra antica Tradizione Cristiana se vogliamo ritrovare noi stessi e cancellare la pestilenza ideologica che un regime corrotto e amorale ha impiantato nei nostri cervelli negli ultimi 200 anni.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...