Le tre colonne di San Marco

di Cristina Marson

Tre colonne

Che ne dite, se raccogliessimo firme, per dare il via…alla ricerca della terza colonna ? Dentro a questo bacino, sono sicura, c’è molto, molto da scoprire, ed è tutto lì sotto, la storia di Venezia, ha bisogno di riemergere. Sarebbe un vero trionfo, una notizia che farebbe il giro del mondo.

Un tempo, chi giungeva via mare, entrando nel bacino di San Marco, poteva ammirare da lontano la potenza del maestoso Palazzo Ducale e, dal molo, potevano riconoscere Venezia, grazie alle due imponenti colonne di marmo e granito che stavano erette sul molo di San Marco.

Le colonne in realtà , erano tre, facevano parte del bottino di guerra in occasione della vittoria riportata da Costantinopoli sul re di Tiro, era un dono del capitano Jacopo Orseolo Falier, per il Doge Sebastiano Zani, correva l’anno 1172. Queste, furono imbarcate su tre navi diverse, ma, giunti in bacino, durante i preparativi di sbarco del carico, una colonna, forse per un’onda anomala, una corda spezzata, o una manovra sbagliata, precipitò nelle acque della laguna, inabissandosi, la fanghiglia era tale, che vani furono i tentativi di recupero nei secoli.

Rimasero così, adagiate, sulla riva di Piazza San Marco, dove rimasero orizzontalmente, per oltre un secolo, non trovandosi la forza necessaria a rizzarle in verticale. Solamente un certo costruttore bergamasco Nicolò Barattieri, si ingegnò attraverso un astuto sistema di leve e corde, le bagnava, e, asciugandosi, si ritiravano, così, le issò esattamente dove ora le possiamo ammirare., come ricompensa, volle l’autorizzazione di poter giocare d’azzardo tra le due colonne.

CarlevarjisMa che cosa rappresentano? Una, porta sulla sommità il leone alato, simbolo di San Marco, dall’ 862 santo patrono e simbolo della città e dello Stato veneziano. Ma in realtà, proprio di un leone non si tratterebbe, probabilmente, in origine una chimera, gli vennero successivamente aggiunte le ali . L’altra invece, è quella di San Teodoro, Tòdaro per i veneziani, Santo bizantino e guerriero, primo protettore della città, raffigurato in marmo nell’atto di uccidere un drago. La scultura, è una copia, l’originale, visto il suo forte stato di deterioramento, è esposto all’ingresso di Palazzo Ducale. Ma..la terza colonna, che cosa rappresentava ? Si dice, rappresentasse un ufficiale bizantino, che, sul capo, portava un berretto che ricordava il corno dogale. Queste tre colonne, dovevano essere il simbolo del potere di Venezia, il numero della trinità, avrebbero dovuto proteggere, la Serenissima nei secoli a venire.

Da quel lontano 1172…quella colonna è ancora lì, da qualche parte della limacciosa laguna, con tutti i mezzi all’avanguardia che ci sono oggi a disposizione, nessuno si è mai pensato, di riportare alla luce tanta storia.

Tanti soldi oggi, vengono buttati per assurdità in costruzioni inutili, la terza colonna, che giace nei fondali lagunari, riportarla alla luce, attirerebbe i visitatori di tutto il mondo, sarebbe, per Venezia… la sua rinascita.

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Le tre colonne di San Marco

  1. riccardo dissegna ha detto:

    Grande Cristina !!!

    Mi piace

  2. Antonio Miatto ha detto:

    È da sempre che mi chiedo se la terza colonna fosse inabissata fuori dell’attuale riva o sotto la “Piazzetta” visto che, fino al 1172/3 l’acqua raggiungeva la Basilica di San Marco e la Piazzetta non era ancora interrata.
    Sarebbe un sogno il riuscire a tirarla fuori!!
    Chi ci metteremo poi sopra? Magari il Sarpi!!!

    Mi piace

  3. Eugenio ha detto:

    Credo che sarebbe un ottima idea quella di recuperare la terza colonna ,visto anche gli sperperi publici che si fanno ,credo che valorizzerebbe la citta..

    Mi piace

  4. Marco ha detto:

    Meglio di no.
    Oggi come oggi, qualcuno sarebbe capace di metterci sopra la statua di Napoleone.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...