Risorgimento italiano: i Savoia come l’ISIS

di  Benedetta Baiocchi su  l'Indipendensanuova

pontelandolfo-casalduini-morire-bruciatiIn questi giorni ricorre un anniversario, dopo la strage di Bologna e di piazza Fontana o di piazza della Loggia, la strage compiuta in nome dalla liberazione del Sud e dell’unità d’Italia dal generale Enrico Cialdini.

Per meriti di sterminio sul campo fu anche eletto senatore del Regno.

I briganti erano scomodi ed era scomodo soprattutto trovare resistenza in chi voleva restare nel Regno delle Due Sicilie. Un gentiluomo, Cialdini, che a Napoli disse:   “Questa è Africa, altro che Italia. I beduini, a confronto di questi cafoni, sono latte e miele”. L’unità iniziava proprio bene.

Cialdini però era un militare specializzato in attacchi che dovevano lasciare il segno. Bruciare villaggi, sterminare i civili resistenti. Furono violentate e uccise le donne, l’esercito saccheggiò tutti i beni, raccontano le cronache e chi non morì fucilato fu arso vivo all’interno delle abitazioni dei due paesi. Così si legge anche solo scorrendo su Wikipedia le cronache del tempo. Aveva detto, Cialdini senatore e generale: “Di Pontelandolfo e Casalduni non rimanga pietra su pietra”. Un esempio, un monito. Roba da far impallidire l’Isis.

Al termine del massacro, il colonnello Negri telegrafò a Cialdini: ”Ieri mattina all’alba giustizia fu fatta contro Pontelandolfo e Casalduni. Essi bruciano ancora”. pontelandolfo-casalduini-pietra
Cialdini è un eroe della patria e l’Italia è piena di vie a lui titolate. (leggi qualcosa sta cambiando==> QUi) Anche nella capitale della macroregione del Nord.
In  tutto l’operazione portò ai Savoia un ricco bottino:

“8968 fucilati, tra cui 64 preti e 22 frati; 10604 feriti; 7112 prigionieri;
918 case bruciate; 6 paesi interamente arsi“.

come possa esser paragonato
il    risorgimento    Italiano  
all’ISIS  vedi   Qui  ==>- http://www.lindipendenzanuova.com/leroe-cialdini-quando-il-risorgimento-faceva-stragi-come-lisis/#sthash.KEOacXEf.dpuf

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...