I veneti i sa sempre “IncantArte”

di Mary Helen Balbinot

FB_IMG_1441540941052Giovedì  sera ho partecipato a Cittadella, alla rappresentazione teatrale organizzata dalla Compagnia Veneta IncanArte… che dire: serata sublime.

Innanzitutto la passeggiata fatta dalle porte della città fino al teatro mi ha permesso di godere dell’atmosfera medievale che si respira dentro le mura , vista anche l’ora tarda, non essendoci molto movimento lungo le strade è stato molto piacevole e suggestivo passeggiare attraverso i portici con la pavimentazione usurata dai tanti avventori negli anni della cittadina!

Beh che dire… meraviglia, una volta arrivati al piccolo e grazioso teatro che permette entrando, di fare un tuffo nel passato. Vista l’alta affluenza di pubblico che riempiva la platea, le hostess ci hanno indicato di accomodarci in una delle logge laterali. Già solo arrivarci ci ha permesso di assaporate l’atmosfera antica, raccolta del “dietro le quinte” in netto contrasto con le moderne strutture dove tutto è grande, tutto è dispersivo e impersonale.

E poi aperta la porticina che dava accesso alla loggia… Spettacolo puro! Ancora prima di iniziare ci si cala nell’atmosfera “Serenissima”: una scenografia aristocratica permette, a chi vola di fantasia, di immaginarsi seduti in attesa della rappresentazione di una prima teatrale vestiti con abiti settecenteschi, con tanto di ventaglio civettuolo. A volte l’attesa del piacere è essa stessa piacere, mai frase esprime nel modo migliore le sensazioni che mi ha regalato la serata . E poi lo spettacolo, bello, bello, bello! Ben presentato e ben strutturato. Una carrellata di brevi ma intensi interventi in lingua veneta con filo conduttore l’Amor. 20150906_140333Esibizioni che spaziavano dai suggerimenti sul corteggiamento al dramma dell’amor di patria perduta, tutti interventi sapientemente rappresentati dagli attori della compagnia. Attori a cui va il merito di aver entusiasmato e commosso il pubblico, a cui va il merito di aver fatto sognare ed emozionare a cui va il merito di aver ridato voce a quegli autori veneti che tanto hanno reso celebre la Serenissima.

Grazie a questa serata si è potuto avere un assaggio di ciò che è stato il nostro passato e dei sentimenti che permeavano e forgiavano la Repubblica Veneziana a cui hanno dato il nome di SERENISSIMA non a caso. Un passato di cultura, storia e nobili valori che la moderna società non ci ha permesso di conoscere ma che grazie a queste iniziative sta tornando con vigore a risvegliare gli animi.

Grazie IncantArte siete stati un INCANTO!

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico, Eventi, Identità Veneta. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...