Bandiere di partito alle manifestazioni identitarie?

Le risposte al sondaggio della scorsa settimana

dalla Redazione di Vivere Veneto

Tanti venetiPubblichiamo oggi i risultati del sondaggio abbinato all’articolo “Manifestazioni con bandiere di partito?” di Sergio Cavasin (clicca qui per leggere l’articolo).

La maggior parte (il 63,4%) di chi ha letto l’articolo e partecipato alla nostra intervista si è dichiarato concorde con l’idea di una manifestazione comune al mese che faccia da collante tra i Veneti. La principale motivazione? Tenere alta l’attenzione sulla questione indipendentista.

A tal proposito solo alcuni si domandano chi dovrebbe attivarsi per organizzare queste manifestazioni congiunte. Nei commenti sotto l’articolo ci si divide tra chi vorrebbe Raixe Venete come capofila, in quanto elemento “neutrale”, e chi invece auspica un coordinamento misto, tra i vari respondabili dei gruppi indipendentisti.

Tra chi ha dato una risposta relativamente alla questione “bandiere”, la maggior parte si dichiara intenzionato a partecipare ad un’eventuale manifestazione con il solo gonfalone (43%); tale risposta non si discosta poi così tanto da chi invece ritiene che partecipare con bandiere diverse dia l’idea della collaborazione tra i vari gruppi (39%). Solo il 18% invece sostiene che la pluralità di bandiere sia indicativa di dispersione.

Chi è in disaccordo con l’iniziativa (il 28,5%) si dichiara contrario principalmente perchè ritiene che la Causa sia più importante dei partiti (transitori) o perchè c’è sempre chi cerca di prendere la paternità di un progetto.

passaparolaVi invitiamo a condividere questi risultati e le vostre riflessioni al riguardo con i responsabili dei vari partiti/movimenti/associazioni di modo che si possa dar seguito concreto a tale proposta. Vivere Veneto si rende fin da ora disponibile a dare visibilità all’iniziativa.

Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Blog Pubblico, Notizie dal Veneto. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Bandiere di partito alle manifestazioni identitarie?

  1. Eugenio ha detto:

    Dal mio punto di vista ,il Problema Vero ,è l’Unita di tutti i vari Gruppi in un solo Partito Indipendentista ,con tesseramento ,e votazione per eleggere un ”Comitato Centrale ”cosi ogni Gruppo avra ‘ il suo Rappresentante ,(come la vecchia D.C. che aveva le sue correnti)ma questo lo avevo gia detto due anni fa , Fare manifestazioni tra vari Gruppi ,credo che serva a poco ,se poi non cè una Rapresentanza Unica..in questo caso è molto attuale il vecchio detto Romano ”dividi ed impera”’

    Mi piace

  2. roberto ha detto:

    intanto ringrazio la redazione per aver pubblicato i risultati del sondaggio.

    per come la vedo io è interessante questo:
    ”Nei commenti sotto l’articolo ci si divide tra chi vorrebbe Raixe Venete come capofila, in quanto elemento “neutrale”, e chi invece auspica un coordinamento misto, tra i vari respondabili dei gruppi indipendentisti.”
    è interessante in quanto mi pare che ci sfugga da sotto gli occhi. mi ha ricordato la struttura governativa della nostra repubblica.
    se la proposta fosse:
    raixe venete e coordinamento misto dei movimenti insieme?
    mi siego,
    raixe venete è ormai ritenuto da tutti i veneti come elemento neutrale e quindi molto ponderato (coalità che dovarìa essar de on doxe), il coordinamento dei vari movimenti mi ricorda in qualche modo i membri del maggior consiglio. forse per la diversità (ovviamente indispensabile) dei vari componenti.
    non intendo paragonare la situazione odierna dei movimenti veneti con il maggior consiglio, ma ho l’impressione che forse abbiamo ‘costruito’ degli strumenti inconsapevolmente, e non li sappiamo mettere in pratica (come avere un’auto, ma pretendere di mettersi in viaggio usando solo le ruote -scartando il resto- perchè sono le uniche adatte allo scopo ‘di avanzare’).
    in questo caso la nostra repubblica ci è d’esempio.
    mi risparmio di ricordare l’atteggiamento che dovrebbe avere questo nostro ‘consiglio dei movimenti’. chi conosce la storia del nostro stato sa il rispetto, l’etica, la morale dovuti per tale enorme compito (specialmente quello più gravoso del doge che doveva mantenere unità, pacatezza, fermezza, solidarietà… in consiglio).

    Liked by 1 persona

  3. Seguiamo quello che fa la CATALONIA e la SCOZIA un unica bandiera per un unico IDEALE l’INDIPENDENZA ,non della regione Veneto ma di tutti i territori che costituivano la REPUBBLICA DI VENEZIA VIVA IL VENETO INDIPENDENTE E LIBERO VIVA SAN MARCO.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...