La Lingua Veneta approda al Liceo

corsoNella mattinata di giovedì 10 marzo, i Licei dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Isaac Newton” di Camposampiero (PD) hanno ospitato per la prima volta un Laboratorio sulla Lingua Veneta, intitolato: “Il Veneto e le altre Lingue Europee”. [Comunicato Stampa Allegato:comunicato stampa 20160311]

A condurre il Laboratorio è stato il dott. Alessandro Mocellin, giovane laureato in giurisprudenza e laureando in scienze del linguaggio – coautore del primo manuale universitario in lingua veneta, pronto per essere edito in Germania per i tipi dell’Università di Francoforte – che da due anni tiene i primi Corsi di Veneto, ideati e organizzati dall’Academia de ła Bona Creansa (di cui è vicepresidente), un’istituzione privata con sede a Vicenza che cura lo studio, la tutela e la diffusione della lingua veneta.

Il particolare Laboratorio, proposto in regime di cogestione dagli studenti stessi, ha superato subito il vaglio del corpo docenti, anche grazie ad una proposta innovativa.
«Il Laboratorio esprime il meglio delle esperienze maturate nei 15 Corsi di Veneto organizzati finora
», spiega Mocellin, «diplomando persone d’ogni età e provenienza, anche stranieri, e davvero d’ogni professione – architetti, ingegneri, avvocati, studenti, insegnanti, sindacalisti, lavoratori, imprenditori e anche membri delle forze dell’ordine – nelle province di Verona, Vicenza, Padova e Treviso. Tra marzo e aprile, partiranno altri 5 nuovi Corsi, per la prima volta anche in provincia di Venezia: contiamo di sfiorare i 400 diplomati entro fine maggio 2016».
Panoràmega Gran Sena Academia Bona Creansa 2015

«In particolare il Laboratorio ai Licei di Camposampiero», specifica Mocellin, «mira a far conoscere la diffusione internazionale della lingua veneta e delle sue parole». Sull’annosa questione del “veneto lingua o dialetto”, assicura: «discuteremo le prove scientifiche favorevoli e contrarie avuto anche riguardo all’esperienza linguistica degli studenti, anche confrontando la lingua veneta con le maggiori lingue europee (in particolare con inglese, francese, tedesco e spagnolo) per individuare insospettabili ma evidentissimi e frequenti punti in comune con ciascuna di esse».

E poi chiosa con una promessa: «Conoscere a fondo la lingua veneta consente anche di perfezionare una corretta dizione standard della lingua italiana». Nel frattempo, il giovane studioso offre la possibilità di condurre in inglese il Laboratorio linguistico veneto, e lancia una sfida: «Se Le dicessi che la grammatica veneta assomiglia certamente di più a quella dell’inglese o del francese che a quella dell’italiano?».

A lui è spettato spiegare agli studenti in quali rapporti stia il veneto con l’inglese o con il francese. Certo è che, visti i quasi 60 studenti partecipanti, l‘iniziativa può già considerarsi un successo.
___________________________________________________
Academia Bona CreansaPer maggiori informazioni:
e-mail ciao@academiabonacreansa.eu

Questa voce è stata pubblicata in Blog Pubblico. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La Lingua Veneta approda al Liceo

  1. Fil de fer ha detto:

    Dire che sono felice è ancora poco !!!
    Devo però dire che la lingua VENETA è a tutti gli effetti una lingua.
    Infatti i maggiori poliglotti o studiosi delle lingue ormai anche a livello internazionale non si fa più distinzione tra lingua o dialetto. Sono tutte lingue !!! L’UNESCO riconosce la lingua Veneta.
    Quindi abbiamo un sigillo internazionale che già riconosce la nostra lingua. Spero che non ci sia più nessuno che faccia le pulci su questo dato di fatto. Confermo per quello che conosco che la nostra lingua riporta diverse parole o idiomi di diverse lingue europee e quindi si può dire che sia addirittura la lingua più integrata con altre lingue. E’ stupefacente la ricchezza della nostra lingua VENETA la quale oltre ad essere viva ancora oggi con oltre il 65% di Veneti che la parlano normalmente, è una lingua musicale a tutti gli effetti. Basta andare a vedere una commedia di Goldoni e la capiscono tutti !!!!
    WSM sempre !!

    Mi piace

  2. Valentino Massignan ha detto:

    Conplimenti al nostro profesore Mocełin.
    confermo che el corso che go frecuentà verze i oci so tante robe.interesante asà.

    Liked by 1 persona

  3. Leopoldo Giacomin ha detto:

    Il Veneto come lingua nazionale veneta dovrebbe essere insegnato obbligatoriamente in tutte le scuole a partire dalla scuola materna e primaria per alfabetizzare le classi unitamente alla Storia e Cultura Veneta.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...